Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Benelli TRK
BENELLI TRK - Test Moto aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Se sei un integralista delle muccone tedesche subito pronto a criticare, a prescindere, qualsiasi altra moto delle stesso segmento...beh forse questo articolo non fa per te. Se invece al contrario sei curioso, e aperto di idee tanto da voler capire bene le qualità di una viaggiatrice low-cost sei nel posto giusto.

La protagonista di questo articolo è lei la Benelli Trk con i suoi difettucci certo, ma anche con tutti quei pregi che gli haters non saranno mai disposti a riconoscere. Personalmente volevo salirci in sella già da un po' e dei piccoli ritardi organizzativi non hanno fatto altro che aumentare il mio appetito.

Benelli Trk

Del resto dopo la prova del Leoncino  ero davvero impaziente di vedere cosa avesse combinato la casa pesarese sulla sua crossover Trk. Continuo a preferire la terminologia enduro stradali e la Trk, sebbene con gomme da asfalto e ruota anteriore da 17, nella sua immagine globale ricorda con forza il fuoristrada. A guardarla li da ferma sembra proprio una bestiona con serbatoione li davanti che si contrappone (in assenza di borse) alla snellezza del codino; particolare questo quasi ingannevole dato che la sella, divisa tra pilota e passeggero, ha dimensioni davvero generose, cosi come l'imbottitura che sostiene bene e trasmette comfort anche sulle lunghe distanze.

Benelli Trk

Il manubrio bello largo come vuole la sua categoria, dotato di paramani, completa la posizione i sella studiata, per fare tanti km senza stancare. Il comfort di bordo in ultimo è completato dal plexyglass anteriore, bello grosso, non regolabile che proteggi egregiamente dall'aria, ma anche dalla pioggia, immancabile in ogni nostro long test. Siamo pronti a girare la chiave...classica, dura e pura, niente diavolerie elettroniche; il motore da 500 cc sprigiona subito un ruggito piacevole anche se educatissimo, più rauco quasi al minimo e ai bassi regimi che non mentre la si guida, anche perché il bicilindrico è generoso nonostante le dimensioni della moto, ma gira molto alto, tanto che ad andature autostradali siamo sui 7/8 mila giri. Salgo in sella e mi sembra di esserci sempre stato, tanto è subito facile ed intuitiva.

benelli TRK Benelli TRK
Benelli TRK Benelli TRK

I comandi, essenziali, sono tutti li sui due blocchetti sul manubrio, compreso l tasto per disinserire l'ABS (hai visto mai che qualcuno capace la porti in fuoristrada). L'erogazione del motore è dolce e progressiva, i cavalli sono pochi, ma ha una bella schiena più che sufficiente a divertirsi, anche perché la ciclistica regala subito un buon feeling e mi consente di danzare tra le curve con limiti di piega molto vicini a quelli del pilota. L'idea di comfort avuta a prima vista a moto ferma è confermata durante la guida, tanto che ti viene voglia di "prendere su" la Trk e andare per qualsiasi occasione che sia una gita a lungo raggio, o il tragitto casa lavoro o il classico aperitivo da bar in cui non sfigurerete di certo. La moto è predisposta per montare borse e bauletto come si addice ad un anima da viaggiatrice. Nel nostro long test di un mese abbiamo registrato consumi di carburante davvero bassi, non abbiamo però fatto la verifica a pieno carico e con passeggero, condizione dove (forse) il bicilindico pesarese potrebbe essere più assetato, poichè cambia radicalmente il rapporto peso complessivo/potenza.

Benelli TRK

Ora bisogna avere il coraggio di parlare chiaro, anzi chiarissimo...meno di 6000 euro per una moto completa che può portarti in viaggio e/o essere fedele compagna degli spostamenti quotidiani, bella da vedere, confortevole, protettiva da aria e intemperie e divertente tra le curve senza dimenticare che è facile da gestire per tutti. Cosa volere di più ? Beh ecco qualcosina ci sarebbe da criticare, per esempio sulla moto della nostra prova si stavano cancellando le scritte on e off sul blocchetto chiave che di per se non è un grosso problema ma è una cosa antipatica. A certi regimi le vibrazioni si fanno sentire ma da Benelli ci comunicano che il problema è stato risolto. In ultimo l angolo di sterzata è davvero generoso, tanto che in movimento è quasi impossibile arrivare a fine corsa, ma se questo accade (me ne sono accorto facendo manovra in garage) i paramani toccano il serbatoio.

Benelli TRK

Ecco qui vi ho detto tutto e son stato sincero anche sui difetti che ho visto. Ho guidato la Trk per 5 settimane e al momento di restituirla ero davvero dispiaciuto tanto mi è piaciuta e mi ha soddisfatto. Viaggiare low-cost si può e lo si puo' fare bene anche solo con 500cc e 48 CV. Se non mi credete prenotate un test ride...poi mi direte.

Come sempre per i dati tecnici completi rimando al pagina ufficiale Benelli

Abbigliamento del Test: Giacca Pando Moto M65Pantaloni PMJ Dakar, Stivali Stylmartin Matrix, Casco Scorpion ADX-1Guanti Clover

Fagna

 GALLERY