fbpx
Categoria: Biker World

"Respirando Passione"
Spesso piccoli mondi di Passione si scoprono per caso.
Mondi nascosti o semplicemente non pubblicizzati e ostentati, mondi che esistono solo per la passione di chi li ha creati.
Si scopre così che in un paese vicino a casa c’è qualcuno che custodisce un pezzo di storia delle due ruote.


Dietro l’apparenza attuale di una concessionaria Piaggio Vespa e Gilera, ci sono appunto tre appassionati Antonio Cristini e i figli Silvia e Angelo.
È quest’ultimo che mi accompagna nei locali adibiti a “Museo” privato che con pazienza e passione i tre hanno creato e continuano a nutrire con sempre nuove energie.
Già nel cortile i segnali che la Passione per le due ruote e che le stesse sono parte integrante della vita di questa famiglia.

 


All’ingresso, proprio sopra il portone, un manubrio di una Vespa Rally al posto del lampioncino, una delle tante fantasiose creazioni di Antonio, portone che una volta aperto apre un colpo d’occhio emozionante.
Subito appare ad accogliere il visitatore una Vespa 98 del 1947 completamente restaurata che fa compagnia alla schierata di modelli Piaggio che sono ordinati sulla sinistra in rigoroso ordine di produzione.
Ogni pezzo con la sua storia alle spalle che Angelo mi descrive con precisione e preparazione a dispetto dell’età che normalmente porta a dedicarsi a modelli più attuali, ma la Passione è anche questo.
Al centro tra le colonne qualche Parilla, tra cui una Slughi 98 del 1959 che si può considerare avanti anni introducendo già allora il concetto di utilità urbana con un vano sottosella, e poi Moto Morini, qualche strana Gilera e qualche “Motorino” della casa di Arcore a testimoniare l’importanza della mobilità urbana negli anni ’60.


E poi una rara Pirotta, marca Bergamasca che come altre centinaia di marchi Lombardi, ormai scomparsi, era protagonista di quegli anni di crescita industriale del dopoguerra.
Ma è il lato destro che sorprende, la prima a mostrarsi è una Terrot del 1925 affiancata da una sorella da gara solo di qualche anno più giovane.
Una Gilera “Sottocanna” del ’27 mi colpisce, ammetto di non averne mai viste e d’ignorare una storia così antica di questa casa nata invece nel 1909.
Questa rara moto precede un paio di Moto Guzzi e una Benelli 250 del 1939 che Antonio ancora porta a spasso nelle rievocazioni d’epoca.


E’ la volta delle Gilera, del resto la famiglia Cristini è stata ed è concessionaria di questa casa, con modelli che anno fatto gloriosa la Casa Milanese, una schierata di Saturno tra cui una rara Sanremo del 1949, una versione Super Leggera da competizione e una versione Doppia Culla del 1947 mi fanno perdere nei dettagli che ancora Angelo mi descrive arricchendo la mia modesta preparazione in tema.
Mi spiega che in quegli anni le moto stradali montavano ruote normalmente da 19” mentre quelle da competizione le avevano da 21”, m’illustra le differenze tra i telai a doppia culla e a motore portante, sospensioni a parallelogramma e telescopiche……….


Una Tedesca Horex Regina del 1953 interrompe la serie che riprende subito dopo con un modello degli anni ’70 e due più moderne, quanto rare, moto.
La prima la scambio per la 125 SP2, le carene sono le stesse, ma invece è una delle 50 Gilera Piuma 600 che di fianco alla Saturno 500 segnano gli ultimi tentativi dell’azienda di rimanere nel mondo delle moto, purtroppo saranno anche il canto del cigno.
Antonio nel frattempo ha lasciato l’officina e ci raggiunge.
Racconta di aver iniziato a dieci anni aiutando il padre, titolare dell’allora negozio di riparazione di biciclette che nel ’70 diventerà concessionaria Piaggio e Gilera, divenendo punto di riferimento per queste case nell’Abbiatense e non solo.
Nel corso degli anni comunque Antonio ha tenuto alcune delle sue moto, altre le ha ritirate e qualcuna acquistata, tutte sono state curate e conservate fino ad arrivare all’innegabile splendore attuale agli occhi dell’ammiratore.
Tutte le moto sono funzionanti e qualcuna addirittura a volte lascia le altre per andare a solcare ancora l’asfalto.
Richiudiamo il portone lasciando al riposo le arzille vecchiette e torniamo nell’officina e nel salone, dove le Vespa proseguono negli anni a portare avanti la genialità di Corradino D’Ascanio.


Nell’officina, cui ho sottratto per un po’, i due titolari, tra scooter e ciclomotori moderni c'è la traccia di qualche moto d’epoca e Antonio mi mostra il motore cui sta lavorando per riportare in vita una Frera 175 del 1933 perché la storia non finisce qui e a portarla avanti ci sarà comunque l’altrettanto appassionato Angelo.
Ringrazio Antonio e Angelo per la disponibilità e torno nel mondo reale con la certezza di sapere dove chiedere consiglio per la mia Vespa Primavera del ’77.

Cristini Antonio
Esposizione-vendita-assistenza-ricambi
Dealer Piaggio – Vespa – Gilera
Rivenditore Aprilia
Viale Mazzini 195 Abbiategrasso (MI)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Flap

{phocagallery view=category|categoryid=186|limitstart=0|limitcount=0}

Back To Top