fbpx
Il Rodaggio
Categoria: trafiletti

Quando hai tra le mani una moto nuova, nel caso della SWM RS500R che avevamo in uso il contachilometri ne segnava ben 4, dovrebbe essere importante effettuare correttamente il rodaggio.


Vero che i processi di produzione dei vari componenti meccanici sono sempre più precisi grazie allo sviluppo tecnologico e ai materiali più performanti utilizzati rispetto a qualche decina di anni fa, ma possono sempre essere presenti delle piccole imperfezioni che nella fase di rodaggio possono essere eliminate garantendo poi il corretto funzionamento del motore.

Durante il rodaggio le varie parti meccaniche si assestano tra di loro iniziando a funzionare in maniera corretta. Pertanto queste un'operazione non va mai sottovalutata e va eseguita con molta attenzione in modo da evitare futuri danneggiamenti del motore.
Bisogna quindi evitare di utilizzare il motore ad alti giri ed alti carichi prima di aver effettuato il primo tagliando, normalmente attorno ai primi 1000 chilometri. Ed è buona regola non stressare il motore subito dopo l'avviamento, attendere quindi che si arrivi temperatura d'esercizio. E’ consuetudine considerare il numero di giri da non superare quello a metà del valore massimo raggiungibile.

Anche la guida della moto nei primi mille chilometri prevede qualche attenzione come variare spesso la velocità del motore, senza sottoporlo a sforzi particolari, come per esempio temperature troppo elevate ed aperture del gas improvvise o eccessive.
Anche il resto della moto, così come il motore, ha necessità di rodaggio. Le gomme di solito hanno uno strato di cera protettivo che le rende scivolose nei primi chilometri, evitiamo quindi accelerazioni e frenate brusche, inclinando la moto in modo graduale per le prime centinaia di chilometri.

Per i freni il rodaggio è indispensabile, le pastiglie si devono assestare sui dischi, quindi all'inizio dovremo usarli dolcemente. Stesso discorso anche per la trasmissione, le bronzine, i cuscinetti ed infine la frizione della moto, che non va utilizzata in maniera dolce e progressiva…

…tanta teoria che noi ovviamente non abbiamo applicato con quella sana ignoranza che ci prende quando c’è da partecipare allo Swank Rally di Sardegna, partendo dal prologo sul crossodromo di Malpensa e per i successivi chilometri in fuoristrada sull’isola sarda.

La SWM RS500R è arrivata in fondo al Rally con il cruscotto che segna 1056 km, rodaggio fatto, ora è pronta per il primo tagliando, vediamo cosa ci diranno i tecnici della casa varesina…

Back To Top