fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Nov 2020

Mi piace guidare

Sono lì che impugno quel manubrio che non conosco, di una moto non mia e con cui sto facendo i primi chilometri.


Un test d quelli decisi al volo e che non volevi perderti, così hai studiato perfettamente il look dal casco fino alle scarpe. La scelta dei colori da abbinare alla moto e al colore della sella, certo eccessivo, ma le cose quando si può si devono fare bene.
Peccato che questa mattina di inizio ottobre il clima sia tendenzialmente freschino e il casco Jet, i jeans e la giacca in pelle non siano gli strumenti perfetti per affrontare un giro nell’Oltrepò, ma ormai ci sono e non resta che stringere i denti cercando di non batterli troppo.
Mentre lotto contro il vento della corsa sulla superstrada appare in lontananza anche una umida nebbia che non fa che rendere sempre più ingombrante il pensiero: “chi me l’ha fatto fare”!
Una nebbia che avvolge e bagna la maschera che mi ripara gli occhi e che uniforma verso il grigio i colori di questo autunno.
Decisamente la giornata sembra prendere una brutta piega e già mi vedo raffreddato e febbricitante a lottare con l'influenza e i fatidici 37,5° che potrebbero significare infilarsi nel vortice dei tamponi e della quarantena.
Ma le ruote girano veloci spinte dal potente bicilindrico e il suono dello scarico dà la carica giusta all’entusiasmo, lo stesso che prende giovamento dai colori che le colline Pavesi cominciano a rivelarsi appena il sole riesce a bucare le nuvole.
Rimane un sottofondo nella testa fatta di tempo rubato al lavoro, di preoccupazioni e di vita che corre troppo in fretta; quella vaga sensazione di colpevolezza nei confronti di qualcosa o qualcuno che non si riesce ad annullare.
Il freddo si attenua e diventa sopportabile, le strade si fanno sinuose e sempre più piacevoli, i panorami diventano quadri dove la terra e le viti hanno ancora il sopravvento sulle case.
Un saliscendi fatto di curve e tornanti da percorrere seguendo il piacere, senza fretta, lasciandosi guidare dalla voglia di andare.
I pensieri si fanno positivi e il piacere della guida si fa sempre più intenso e così mentre la moto prende ormai la via del ritorno la risposta al “perché lo fai?” è semplice…mi piace guidare!

Flap