Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Scooter
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Vero è comunque che non ho nulla contro gli scooter, li ritengo imbattibili nel traffico urbano, tant’è che lo prendo in considerazione per una vacanza nella trafficata Costiera Amalfitana.


I giorni sono pochi e l’accoppiata Italo-Scooter mi sembra la più azzeccata.
Tralascio i dubbi sull’abbigliamento tecnico e mando una mail al noto noleggio di Vietri sul mare per qualche delucidazione.
Nessuna risposta, probabilmente la grande affluenza di luglio gli impedisce la cortesia di una risposta.
Comunque Italo invece si dimostra efficace così come la rete autobus, abbastanza capillare anche se non sempre comprensibile.
Così via mare e via terra diventa facile raggiungere Vietri sul mare, Amalfi, Cetara, Positano ecc. anche senza l’uso di 2 o 4 ruote.
Però l’idea di una puntata a Pompei e Sorrento mi convince a riprovare con lo scooter.
Telefono al suddetto centro noleggio per chiedere la loro localizzazione che scopro essere poco fuori dal paese.
Certo poco fuori, giusto 500 metri ma, come si dice “, in the Wolfs Ass” oltre un pericoloso ponte senza nessuna protezione ai pedoni.
Lo spirito indomito ci fa coraggio e sfidando il traffico irrispettoso ci inoltriamo verso la collina sperando di essere sulla strada giusta.
Un decrepito centro industriale con carrozzerie e attività varie ci accoglie e tra queste, testimone un piccolo cartello, il rinomato noleggio.
Tre persone intente a far partire uno scooter in questa officina anni ‘70 che solo qualche minuto dopo ci considerano.
- aspettate qualche minuto
I minuti passano, lo scooter riparato se ne va e una seconda persona
- per il noleggio dovete aspettare che arrivi chi se ne occupa, tra 5 minuti è qui
Il tempo scorre in modo surreale mentre gente più o meno laboriosa è attiva nel cortile.
Un altro dei tre prende la sua Vespa 50 e sparisce senza parole e con un velo di fumo azzurrognolo.
La mia pazienza vacilla e decido di dare altri dieci minuti al fantasmatico addetto.
Attesa sprecata visto che a tempo scaduto non mi resta che augurare buona sera all’unico muto personaggio presente.
Volto le spalle e torno a piedi per la mia perigliosa strada.
Probabilmente non merito uno scooter.
Il Vaffanculo lo tengo per me, qui andrebbe sprecato.

Flap