Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Sciabolata
Sciabolata non ti temo
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Ci aveva illuso, questo Novembre, con un meteo che, seppur piovoso, manteneva le temperature ben oltre la media stagionale, invece ecco arrivare la temuta “sciabolata” con un brusco calo della temperatura.


Quasi dieci gradi in meno di temperatura che in questa fredda mattina domenicale si attesta sui 5°.
La logica direbbe di stare a letto sotto al piumone, ma i raggi di sole, tanto atteso dopo 10 giorni di nuvole grigie, stimolano troppo la voglia di moto.
La vestizione è accurata, curando i giusti strati di abbigliamento tecnico (passione sì,  masochisti mai) e in un attimo siamo nel box.
Il Boxer dimostra pigrizia nel volersi mettere in moto, del resto è fermo da mesi, ma alla fine, dopo un sussulto e qualche scoppiettio, comincia a borbottare tranquillo.
Le strade sono quelle delle fughe mattutine quando la figlia piccola esigeva un rientro a casa per mezzogiorno limitando a pochi chilometri l’evasione domenicale.
Ma non c’è fretta, anzi si cerca il piacere della lentezza facendo scorrere le ruote lungo le strade secondarie della provincia Milanese.
Paesi persi nelle campagne uniti da strette strisce d’asfalto che dividono i campi dove instancabili contadini preparano il terreno per la futura semina.
Il borbottio sornione della piccola BMW R65 accompagna l’andare, un disegnar traiettorie dolci sulle curve gustandosi i colori di questo autunno che si colora di giallo e marrone.
Il freddo è pungente ma sopportabile, il traffico è lontano sulle veloci arterie, solo qualche ciclista nella sua colorata tuta da atleta domenicale divide con me la strada.
Non c’è un percorso, un itinerario stabilito, a ogni incrocio l’istinto guida la svolta lungo strade che forse da anni non percorrevo, quelle di quel giovane motociclista alle prime armi che imparava a destreggiarsi con una nuova passione.
Un dedalo di piacevoli strade che portano anche dolci ricordi e sfumature di vita vissuta.
Una fuga veloce nella sua lentezza che come spesso accade si interrompe troppo presto.
Ancora una volta la casa chiama.
Il freddo però è sconfitto: sciabolata non ti temo!

Flap