Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

MV F4
Avevo una moto rossa...
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Avevo una moto rossa, in realtà non lo era quando la comprai, ma in breve il verde metallizzato e nero di quel Benelli 125 2c si trasformò in un bel rosso acceso.
Era l'inizio degli anni '80 e quella vecchia moto accompagnò me, e la mia bionda compagna, a spasso per buona parte della regione.


La prima moto: quella che ha iniziato un giovane a quello spirito motociclistico che non l'ha più mollato.
Dopo più di 35 anni sono seduto in un piccolo ristorante di un vecchio borgo Pugliese, di fronte a me c'è la stessa bionda di allora, e nel box ho ancora una moto rossa.
Certo non è più quel glorioso Benelli, chissà dov'è finito, ma è pur sempre una bella moto Italiana, e poi è rossa!
Già il rosso, quel colore tanto caro allo sport dei motori Italiano, un colore che da sempre ispira passione e a cui non sono immune.
Un colore che ritrovo oggi, strani collegamenti che crea la mente umana, di fronte a me nel piatto di paccheri alla Sorrentina di mia moglie, quel rosso acceso del sugo al pomodoro che proprio non mi piace ma, come rivincita, il rosso lo trovo anche nel calice di "Primitivo" davanti a me, quel vino, come tutti i vini rossi, che Lei non sopporta...
Due rossi a confronto e due gusti che non si incontrano a tavola, del resto i gusti sono personali.
Sorrido mentre sorseggio il mio rosso e penso alla rossa che mi aspetta nel box.

Flap