fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Gen 2021

L’inutile “Quarta”

Non mi riferisco all’abbondante misura femminea e nemmeno all’altrettanto desiderata quarta marcia degli scooter anni ’60.
La quarta, marcia superiore per le moto fino agli anni eroici, per poi trasformarsi in quinta e poi all’attuale sesta, con divagazioni sul tema con esempi di sette marce di serie, vedi Cagiva Mito 125, e ben oltre in alcune realizzazioni in competizioni crossistiche.
Ma la “Quarta” di cui parlo è quella corsia in più che dovrebbe garantire in autostrada i 150 km/h di limite, quella che dovrebbe snellire il traffico, quella che teoricamente potrebbe permettere tempi di percorrenza sulle nostre trafficate strade.


Dovrebbe, appunto, perché nella realtà niente di tutto ciò avviene.
Avete mai percorso ad esempio la Milano - Bergamo, appunto a quattro corsie?
A me è capitato sia in moto sia in auto e la scena è a dir poco raccapricciante per chi ritiene l’educazione stradale uno stile di vita, non sono un santo, lo ammetto, ma ci sono piccole regole che ritengo ineluttabili e forma di rispetto per gli altri utenti del nastro d’asfalto.
Ecco che la suddetta autostrada si presenta come una scacchiera di auto disposte a occupare le tessere di questa ipotetica superficie di gioco lasciando libera quasi totalmente la prima disonorevole corsia, distribuendosi sparsi con velocità costanti sulle tre corsie senza curarsi di chi sopraggiunge alle spalle.
A volte ci si trova ad aspettare in quarta corsia un sorpasso dietro a veicoli che viaggiano sotto i 100 km/h con le altre tre corsie libere che portano all’irresistibile tentazione di un sorpasso a destra.
Ma a questo punto perché spendere enormi quantità di denaro per rincorrere un’inutile quarta corsia, giacché spesso la stessa situazione si ritrova nelle autostrade a tre corsie?
Meglio investire in una buona educazione stradale e una presenza più consistente di Polizia attenta a queste regole che ricordiamo, sono previste dal codice stradale, più difficili e meno remunerative del controllo della velocità, ma anch’esse importanti al fine della sicurezza su strada.
Quindi la quarta è inutile, a me basta un’ottima “seconda”!!!!!!

Flap