Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Set 2020

Lorenzo Savadori conferma di trovarsi a suo agio sulla pista di Imola. In gara 1 della SBK, il pilota Aprilia della Nuova M2 Racing, firma la vittoria dando seguito alla doppietta dello scorso anno.

Scattato dalla quarta posizione in griglia, Savadori è rimasto tra i primi per poi sferrare il suo attacco al quarto giro aumentando il vantaggio giro dopo giro, andando a vincere la gara con quasi due secondi di vantaggio su Lorenzo Zanetti del Broncos Racing Team su Ducati.

Terzo dopo avere fatto la pole position Samuele Cavalieri sempre su Ducati del Barni Racing Team. Quarto il pilota di casa Kevin Calia su BMW del DMR Racing. Dopo il ritiro di Misano, ancora un problema tecnico costringe al ritiro a tre giri dalla fine Michele Pirro. In gara 2 ancora una vittoria per Savadori, che conferma la doppietta della scorso anno. Se il sabato Savadori ha aspettato qualche giro prima di imporre il suo ritmo, stavolta ha condotto la gara dall’inizio. Alle sue spalle ancora le due Ducati di Samuele Cavalieri e Lorenzo Zanetti .

La matematica non chiude ancora il discorso titolo e lascia ancora qualche speranza a Cavalieri, ma i 42 punti di vantaggio di Savadori lasciano poche speranze. Imola da dimenticare per Michele Pirro. Dopo il ritiro per un problema tecnico in gara 1 e una caduta in gara 2, la sua corsa al titolo è finita. Nella SS600 pole e prima vittoria in questa classe per Luca Ottaviani su Kawasaki. Luca Bernardi su Yamaha prende il comando, ma a metà gara il motore lo tradisce, favorendo così la vittoria di Ottaviani,che era già in fase di recupero dopo essersi liberato degli avversari.

Gara 2 vede il ritorno alla vittoria di Luca Bernardi, che domina davanti a Davide Stirpe e Marco Bussolotti. In moto 3 vittoria per Perez Selfa Vicente su TM, secondo Alberto Surra su KTM e terzo Andrea Giombini su Honda. Quarto il leader della classifica Kevin Zannoni. Stesso ordine di podio in gara due e ancora quarto Zannoni. Nella Women’s European Cup, si laurea campionessa con un round di anticipo Beatriz Leila Santos.

La spagnola conduce la gara in solitaria, lasciando Roberta Ponziani, Aurelia Cruciani e Sabrina Della Manna a lottareper glia altri due posti del podio. La Ponziani vede sparire le speranze di tenere aperto il campionato fino alla prova conclusiva di Vallelunga, scivolando alla variante bassa nell’ultimo giro.

 

Foto e Report di

Mauro Stanzani

 

GALLERY