fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

"El Toro Campione SBK 2011"

Avete mai visto 2 tori andare in moto? Beh, ieri ce n'erano due! Il nuovo campione del mondo della World Superbike, Carlo Checa detto El Toro, e... un tizio con una nuova strana tuta da moto!
Tre gare da commentare e 2 titoli mondiali. Cerco di stringere se non scappate su un altro portale.

WORLD SUPERBIKE
Classifica Gara 1:
1. Carlos Checa - Althea Ducati
2. Marco Melandri - Yamaha
3. Leon Haslam - BMW
4. Leon Camier - Aprilia
5. Eugene Laverty - Yamaha
6. Sylvain Guintoli - Effenbert-Liberty Ducati
7. Noriyuki Haga - PATA Aprilia
8. Joan Lascorz - Kawasaki
9. Troy Corser - BMW
10. Tom Sykes - Kawasaki
11. Javier Fores - BMW Italia
12. Michel Fabrizio - Suzuki Alstare
13. Roberto Rolfo - Pedercini Kawasaki

Classifica Gara 2:
1. Carlos Checa - Althea Ducati
2. Marco Melandri Yamaha
3. Eugene Laverty - Yamaha
4. Leon Haslam - BMW
5. Sylvain Guintoli - Effenbert-Liberty Ducati
6. Leon Camier - Aprilia
7. Joan Lascorz - Kawasaki
8. Ayrton Badovini - BMW Italia
9. Troy Corser - BMW
10. Noriyuki Haga - PATA Aprilia
11. Javier Fores - BMW Italia
12. Maxime Berger - Supersonic Ducati

Classifica piloti:
1. Carlos Checa 467 - Campione del mondo
2. Marco Melandri 360
3. Eugene Laverty 283
4. Max Biaggi 281
5. Leon Haslam 216
6. Leon Camier 194
7. Sylvain Guintoli 179
8. Noriyuki Haga 170
9. Ayrton Badovini 155
10 .Michel Fabrizio 145
11. Joan Lascorz 142
12. Jonathan Rea 138
13. Tom Sykes 133
14. Jakub Smrz 118
15. Troy Corser 85



MOTOGP
Classifica gara:
1. Daniel PEDROSA - Honda
2. Jorge LORENZO - Yamaha
3. Casey STONER - Honda
4. Marco SIMONCELLI - Honda Gresini
5. Andrea DOVIZIOSO - Honda
6. Ben SPIES - Yamaha
7. Nicky HAYDEN - Ducati
8. Colin EDWARDS - Yamaha Tech 3
9. Hiroshi AOYAMA - Honda Gresini
10. Randy DE PUNIET - Ducati Pramac
11. Cal CRUTCHLOW - Yamaha Tech 3
12. Kousuke AKIYOSHI - LCR Honda
13. Shinichi ITO - Honda

Classifica piloti:
1. Casey STONER 300
2. Jorge LORENZO 260
3. Andrea DOVIZIOSO 196
4. Dani PEDROSA 195
5. Ben SPIES 156
6. Valentino ROSSI 139
7. Nicky HAYDEN 123
8. Marco SIMONCELLI 119
9. Colin EDWARDS 98
10. Hiroshi AOYAMA 94
11. Hector BARBERA 77
12. Alvaro BAUTISTA 67
13. Cal CRUTCHLOW 57
14. Karel ABRAHAM 50
15. Toni ELIAS 47




Carlos Checa e Genesio Bevilacqua, i 2 volti che hanno riportato la Ducati sul tetto del mondo nel massimo campionato delle derivate di serie. Qualcosa che dopo il campionato dello scorso anno, sembrava allontanarsi definitivamente dalla casa di Borgopanigale almeno fino all'avvento della nuova moto. La resa del team ufficiale era sembrata emblematica, ma è anche vero che a volte qualcuno perde solo il filo del discorso.

Poi c'è un certo Genesio Bevilacqua che un sogno ce l'ha, e forse quel forfait gli fa anache comodo. Avere tutte le attenzioni di Ducati, avere in casa un gran manico come Carlos, mai davvero valorizzato, sono gli ingredienti per la pietanza migliore. Campione del mondo piloti e marche, il massimo che poteva ottenere, 14 gare vinte da un pilota che è sembrato pazzamente ragazzo nel festeggiare qualcosa che ha aspettato per tutta la carriera. Ma questo lo commenteremo in un altro articolo.

Che diciamo delle 2 gare?

MotoGP 5. Gara opaca, costellata di lunghi, penalità che hanno modificato la gara e l'incidente di Rossi che ha tolto ulteriormente gusto. Un paesaggio lunare, con il sole nascosto da nubi (radioattive?) e pochi spettatori sugli spalti. Anche i giornalisti l'anno disertata, nessuna intervista al parco chiuso. Ma che cosa l'anno fatta a fare?

Superbike 10. Nella gara dell'incoronazione Carlo Checa non fa melina, corre e bastona, e tutti quelli che gli stanno intorno, campionato finito o meno, fanno numeri da pazzi. Dovrebbe essere vietata a chi ha problemi di cuore!



Promossi a pieni voti in Superbike Checa, Melandri, Laverty e Haslam. Tutti in palla, tutti spettacolari e in gran forma.

Bocciati in Superbike Rea e la Honda, Haga, Fabrizio. Tutti deludenti, i primi 2 per quanto promesso nella gara imolese, Fabrizio per la mancanza di risultati nel momento in cui un po' orgoglio sarebbe una bella cosa.

Promossi in MotoGP Pedrosa, Stoner, Dovizioso e Simoncelli. I primi fanno sempre impeccabilmente il loro mestiere, gli ultimi 2 sono sempre l'unico elemento di spettacolo in pista. La Dorna dovrebbe pagargli un bonus extra.

Bocciati in MotoGP Bautista, Spies, Lorenzo. Tutti attesi a prove di orgoglio, tutti abbastanza incolore. Lorenzo secondo sì, ma era il momento di fare la differenza.

Pagelle di gruppo rapide e veloci, concentrandoci sui fatti salienti, se no questo articolo diventa una noia.

In MotoGP la partenza anticipata (ma senza guadagni) da parte di Simoncelli, Dovizioso e Cructlow, con conseguente ride through, e il lungo di Stoner causato da un problema ai freni, hanno condizionato il risultato della gara. Belle le rimonte con tanto di solito duello tra il Dovi e il Sic che ha regalato qualche emozione.
Rossi in mezzo al panino Yamaha? Si potrebbero fare mille ipotesi sulla colpevolezza dell'episodio, e il perchè è prorpio che di colpe non ce ne sono. Incidente di gara, la foga e la voglia di vincere.



In SuperBike gli episodi si potrebbero sprecare, bisognerebbe fare una cronaca minuto per minuto. Ma i 2 veri mattatori, quelli che hanno regalato il 110% di emozioni sono stati Carlo Checa e Marco Melandri. Il Macho in particolare da metà delle 2 gare è sembrato un altro, in palla, aggressivo, veloce e preciso, quel pilota che ci auguriamo l'anno prossimo sia ancora più protagonista a bordo della... tedesca?

Ribadisco soltanto a chi per far posto alla moribonda MotoGP, vorrebbe toglierci lo spettacolo della Superbike, che i motociclisti non sono con voi. La più spettacolare delle 2 categorie fa da riferimento per l'altra, e non viceversa. Non basta avere un posto in tv o su un giornale per essere credibili e creduti.

Giù di manetta ma con la solita mappatura "brain" inserita!


Wolf