fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Gen 2021

"Il tifo da stadio? Che se lo tengano chi allo stadio ci va"

Il tifo da stadio? Che se lo tengano chi allo stadio ci va, a noi piace vedere gare di motociclismo, cambattute, maschie, ma che finite, errori o non errori, non generino fenomeni di branco da tribuna, incapaci di dire la propria senza essere accompagnati dagli amichetti o dietro una lettera minatoria.

Fine capitolo. Parliamo di moto. Gara tra le più noiose del campionato, così ce lo togliamo dalle ruote questo sasso e passiamo di altro.

Arrivo:
1. Casey Stoner - Honda
2. Jorge Lorenzo - Yamaha
3. Ben Spies - Yamaha
4. Andrea Dovizioso - Honda
5. Valentino Rossi - Ducati
6. Marco Simoncelli - Honda Gresini
7. Cal Crutchlow - Yamaha Tech 3
8. Nicky Hayden - Ducati
9. Loris Capirossi - Ducati Pramac
10. Karel Abraham - Ducati Cardion AB
11. Hector Barbera Ducati - Ducati Aspar
12. Alvaro Bautista - Suzuki
13. Toni Elias - LCR Honda

 


Classifica piloti:
1. Jorge LORENZO 98
2. Casey STONERH 91
3. Andrea DOVIZIOSO 63
4. Dani PEDROSA 61
5. Valentino ROSSI 58
6. Nicky HAYDEN 47
7. Ben SPIES 36
8. Hiroshi AOYAMA 36
9. Marco SIMONCELLI 32
10. Cal CRUTCHLOW 30


Pagelle:

Stoner 10. Senza sbavature, la mancata pole non intacca la prestazione, vederlo guidare di traverso nei lunghi curvoni è davvero una manna.

Lorenzo 9. Solido! Veloce e solido!

Spies 8. Finalmente è tornato e speriamo che resti e si ricordi come si battaglia in sbk.

Dovizioso 6. Incisivo solo con Rossi.

Rossi 6. Poco incisivo, ha sbagliato davvero l'assetto?

Crutchlow 5. Ci aveva promesso molto di più.

La gara 5. A parte i virgoloni di Stoner e un po' di bagare tra le Ducati nelle retrovie, dopo pochi giri le prime 5 posizioni si sono consolidate e sono rimaste invariate senza emozioni fino alla fine.

Quello che abbiamo visto sicuramente è un super Stoner, un rocket Stoner come è stato definito, e un Lorenzo con una solidità mentale davvero notevole. Ecco dove Valentino non è riuscito a primeggiare con queste nuove leve rispetto alle vecchie, non è riuscito ad annichilirli psicologicamente, specialmente il coriaceo e solido majorchino. Lorenzo ha fatto una gara tutta in rincorsa, con uno Stoner che dopo pochi giri era già in testa con un passo di gara notevole, lo spagnolo ha fatto due calcoli e ha pensato che a Iwata non resteranno a guardare la loro moto prenderle di santa ragione dalle Honda e rischiare di prenderle anche da una Ducati, che con l'aiuto di Rossi "rischia" di diventare una brutta gatta da pelare.

Guardando poi la classifica e i distacchi in realtà le statistiche ci dicono qualcosa di diverso. Ci dicono innanzi tutto che la Yamaha non è messa così male, dietro ad uno Stoner velocissimo ci sono comunque 2 Yamaha, che se sono lì avvantaggiate dalla mancanza di Pedrosa, si sono però messe alle spalle altre 2 Honda che nelle altre gare sembravano imprendibili. Inoltre i distacchi tra il primo, Stoner, e gli inseguitori si sono dimezzati. Migliorano tutti? Merito del tracciato? Lo vedremo nel prossimo turno, già domenica prossima (se riusciamo a stare svegli!)


E Rossi che fa? Mah, difficile decifrare correttamente, per tutta la gara è sembrato poco incisivo, un paio di sorpassi belli e poi dietro a Dovizioso tutta la gara, più che la sua bestia nera, quasi un segna livello della sua situazione di crescita. A fine gara ha detto chiaramente di aver azzardato il mattino un assetto rivelatosi poi sbagliato, peccato perchè quello del sabato sembrava promettente. Anche la metamorfosi di questa moto poi sembra infinita, adesso che comincia a girare davanti, non spinge più dietro, e se ben conoscono il sistema di migliorare la trazione perchè già implementato sulla 1000, la struttura della 800 non permette il trapianto.

Bene bene Ben Spies! Finalmente lo vediamo là dove quell'uomo dovrebbe arrivare, tra i primi, per talento e per dotazione a sua disposizione. Ha fatto una gara solida, tenendo a distanza gli inseguitori e per pochi giri con la prospettiva di andare a prendere il campione del mondo. Se dovesse continuare così si prospetterebbe il fatto che il campione del mondo Superbike ha il passo del campione del mondo MotoGP, e a noi questa cosa piace tanto!

E Simoncelli? A remare nelle posizioni di rincalzo, dopo un week end in cui ha voluto rispondere sportivamente alle tribune poco sportive della Spagna, la domenica è stata davvero incolore, poco aggressivo in partenza non è più riuscito a recuperare. Se è vero che ha fatto una brutta partenza, non l'abbiamo mai visto in grado di recuperare, quasi avesse una Honda non a livello delle HRC. Spagnoli o no, noi vogliamo quello aggressivo e un po' sbruffone, se no la noia di ieri richia di ucciderci!



Dietro chi c'è? Beh dall'8^ all'11^ posizione ci sono solo Ducati, un bel gruppetto capitanato da Capirossi, che a dire il vero vorremmo vedere più avanti, ma 4 Honda di questa proporzione, 2 Ducati ufficiali e 4 Yamaha sempre equilibrate.. troviamo difficile pensare che possa far meglio.  

A domenica prossima!
Wolf