Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Suzuki Katana
Il maltempo rallenta il mercato delle moto
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Dai dati delle vendite è possibile dire che i motociclisti sono meteopatici, fanno shopping preferibilmente con il tempo buono, il mercato di vendita delle moto a Maggio ha rallentato per la prima volta, facendo segnare un -10,6%. Il totale progressivo da gennaio a maggio 2019 totalizza comunque un +7,3%, di cui +5,2% per gli scooter e +9,8% per le moto.

Interessante inquadrare il fenomeno legato al meteo, particolarmente avverso a Maggio, che lo scorso anno aveva fatto registrare un picco di vendite. Contano probabilmente anche le preoccupazioni legate alle condizioni economiche italiane, con una disoccupazione molto alta, la mancanza di sicurezza, e le notizie che arrivano da mercati, Governo e Europa.

Nel settore moto si evidenzia la leadership dei veicoli tra 800 e 1000cc con 15.056 vendite e un +16% al secondo posto le oltre 1000cc con 13.513 pezzi e un +1,5%. Salgono anche le medie cilindrate tra 600 e 750cc con 8.521 moto e un +3,8%. Sostenuta la crescita per le moto da 300 a 500cc con 8.870 unità pari al +19,5%; notevole anche l’incremento delle 125cc con 5.125 vendite e un +19,1%. In diminuzione solo le moto da 150-250cc con 1.117 pezzi pari a un -14,7%.

L’andamento dei segmenti premia le enduro stradali con 19.075 unità e un +19,9%. A seguire le naked con 18.742 pezzi e un +3,6%. Trend positivo per le moto da turismo con 7.047 vendite e un +12,5%; arrivano a distanza le custom con 2.748 moto e un calo pari al -6,3%. Andamento simile anche per le sportive con 2.468 moto e un -6,6%; infine le supermotard mostrano la crescita più vivace totalizzando 1.506 vendite e un +32%.

L’analisi degli scooter per cilindrata vede al primo posto il segmento da 300-500cc con 22.854 veicoli e un +13,9%. Seguono da vicino i 125cc con 20.715 unità pari a un +6,3%; il terzo comparto per volumi è rappresentato dai 150-250cc con 9.470 pezzi in flessione pari al -8,9%. In leggero calo i maxiscooter oltre 500cc, con 5.140 immatricolazioni e un -3,1%.