Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Venerdì, Ven Ago 2020

Circuito Superbike

Il campionato mondiale Superbike cancella ufficialmente altre date, quella di Donington Park, quella di Assen e quella del Qatar. In calendario solo sei round.


Le tre date che per ora non avevano ancora una collocazione, erano segnate come da decidere o da confermare, ma dopo aver esplorato le diverse soluzioni possibili, si è arrivati alla decisione di cancellarle dal calendario, un calendario che ad oggi prevede solo sette round se si conta anche quello australiano pre-covid. Una battuta d'arresto davvero profonda per la Superbike, che a differenza della MotoGP non ha saputo ricollocare le date o non ha trovato soluzioni paritetiche sulle due date consecutive.

E' una Superbike iberica, le date confermate si muovono tutte tra Spagna e Portogallo, mentre restano ancora da confermare la data di Imola e quella in Argentina. Rimane un mistero come mai il promoter, spagnolo, sia riuscito a trovare disponibilità solo sui circuiti spagnoli, e soprattutto come mai è così complicato muovere sui circuiti la Superbike mentre la MotoGP riesce a costruire un campionato comunque credibile. Si può dire che è una Superbike agonizzante, davvero affetta da covid. Diventa difficile credere all dichiarazioni degli uomini Dorna, che dicono stare lavorando ad un calendario 2021 degno, cosa che però è risultato improbabile anche negli scorsi anni.

E' davvero omologabile un campionato con solo sette round? Basta il fatto che ogni round contiene più gare? O si fa in deroga vista la situazione?

Michele Rubin

Avatar di Wolf