Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Ott 2020

Carlo Ubbiali

All'età di 90 anni, ci lascia uno dei grandi miti del motociclismo mondiale, un grande campione nostrano, che troppo poco viene citato tra i grandi nomi del motociclismo mondiale, Carlo Ubbiali.


Ubbiali dominò le scende del motociclismo mondiale tra il 1950 e il 1960 nelle classi 125 e 250, vincendo 39 gare sulle 71 disputate, e mettendo in bacheca ben 9 titoli mondiali, terzo nella classifica di tutti i tempi, insieme a Valentino Rossi e Mike Hailwood. Ubbialì stupì il mondo per la sua incredibile regolarità mantenendo medie sempre molto alte, che gli consentirono in epoche pericolose di non soffrire gravi infortuni.

Anche lui come Giacomo Agostini è bergamasco di nascita, nato il 22 Settembre 1929, partecipò alle gare mondiali a partire dal 1949 e si ritirò all'eta di soli 30 anni. Lo chiamavano anche professor Assen, per le tante vittorie sul difficile circuito olandese, ma vinse anche 5 volte al pericolosissimo Tourist Trophy sull'isola di Man. In 125 vinse i mondiali del 1951, 1955, 1956, 1958, 1959 e 1960. In 250 vinse i mondiali del 1956, 1959 e 1960. Tutti su MV Agusta tranne il primo della 125 con la FB Mondial.

Un campione dell'epoca pionieristica, dei circuiti stradali, delle gare pericolose. Un motociclista per sempre, ritratto in alcune foto già avanti con gli anni, con indosso una giacca da moto. Ovviamente è tra i grandi nella MotoGP Hall of Fame.

Michele Rubin

Avatar di Wolf