fbpx
Borse BEFAST TB600 e BC800
Categoria: Le nostre prove

Abbiamo provato a viaggiare utilizzando le borse, da serbatoio e da sella, Befast distribuite da Motoabbigliamento.it


Viaggiare in moto, ma anche il giretto domenicale, banalmente anche l’uso quotidiano, deve per forza fare i conti con il bagaglio.

Che questo sia rappresentato dalla semplice tuta antipioggia e il minimo indispensabile o qualcosa di più, magari almeno per un weekend, ecco che il problema di dove metterlo, senza che questo penalizzi il nostro piacere di guidare.

Premetto che chi scrive non ama gli zaini e cerca il più possibile di evitare di avere sulle spalle peso e ingombro che oltre ad affaticare limita i movimenti.

Borse Befast 5

Ecco che per la nostra #romapesaromilano dovendo viaggiare con due Benelli Leoncino 800 (Normale  e Trail) abbiamo cercato la miglior soluzione di compromesso affidandoci all’esperienza di Motoabbigliamento.it

Il bagaglio prevedeva il “cambio” vitale per non sembrare a tutti gli effetti motociclisti brutti e cattivi, ma soprattutto sporchi, oltre che tutto il necessario: antipioggia, un minimo kit di riparazione gomme e attrezzi e ovviamente il materiale video e fotografico con relativi ingombranti accessori.

Borse Befast 6

Ecco che per la nostra due giorni che prevedeva anche un trasferimento in treno abbiamo selezionato una piccola borsa da serbatoio da 7 litri di capienza (Befast TB600 ) e una borsa da sella da 31 litri (Befast BC800).

La TB600 ha avuto la nostra scelta per le piccole dimensioni che non disturbano minimamente nella guida e soprattutto per la doppia possibilità di fissaggio al serbatoio; o con cinghie in dotazione o tramite potenti magneti che ben si adattavano al serbatoio in metallo delle nostre Benelli Leoncino 800.

Borsa Befast 7

A dispetto però delle ridotte dimensioni la capienza di 7 litri è stata più che sufficiente per contenere i documenti e tutto quello che è utile avere a portata di mano, come ad esempio la macchina fotografica. Pratica anche la tasca esterna sempre chiusa da zip per riporre magari velocemente il biglietto autostradale e ormai immancabile la tasca trasparente dove inserire lo smartphone per avere sott’occhio lo schermo magari in funzione di navigatore.

Borsa Befast 7

Davvero scorrevoli le cerniere con cursore con tirante di dimensioni adeguate all’uso anche con i guanti.
La borsa da serbatoio fissata con magneti ai nostri serbatoi in metallo si è rivelata assolutamente stabile in ogni occasione, anche in velocità, e la tenuta dei magneti non è mai venuta meno, anche grazie al fondo antiscivolo di cui è dotata; abbiamo utilizzato una cinghia di sicurezza davanti sul canotto di sterzo, ma stato davvero un eccesso di sicurezza, tanto che da metà viaggio in poi abbiamo evitato di utilizzarla.

Borse Befast 8

Qualora il serbatoio fosse in plastica o alluminio, ecco che in dotazione ci sono tutte le cinghie per fissarlo al canotto e al telaio vicino alla sella.
Se vogliamo parlare poi di estetica la TB600 bene si è integrata alla linea del serbatoio disturbando visivamente poco la linea laterale della Leoncino 800.

Borsa Befast 9

Per il bagaglio invece “Grosso” abbiamo puntato sulla borsa da sella Befast BC800 con i suoi 31 litri capace di contenere tutto il necessario per due giorni in sella.
Dimensioni esterne abbastanza ridotte così da poter trovare posto senza problemi sulla porzione di sella posteriore delle Leoncino 800 che indubbiamente non e tra le più estese.
Dotata di cinghie con fibbia che permettono il fissaggio della borsa sulla sella e di spallaccio che permette il trasporto quando non si è in moto, come ad esempio nel nostro trasferimento in treno dove al BC800 appariva come una normale borsa da viaggio.

Borse Befast 4

Due tasche laterali, dove hanno trovato posto rispettivamente il kit di riparazione (attrezzi vari compresi) e l’abbigliamento antipioggia completo di soprascarpe e sovra guanti.
Mentre nel vano principale, con ampia apertura facilmente accessibile anche con la borsa montata sulla sella, siamo riusciti a farci stare tutto il resto del nostro bagaglio, ok non esagerato, senza particolari rinunce, e gli accessori foto/video.

Una piccola tasca sulla parte posteriore può contenere qualche piccolo oggetto, anche questa chiusa con zip con i pratici tiranti che avevamo già apprezzato nella borsa da serbatoio.
Anche la borsa da sella, come la borsa da serbatoio è dotata di logo riflettente che concorre alla sicurezza attiva.

Borse Befast 2

Una volta trovata la posizione e scelti i punti di fissaggio alla moto basta tirare le cinghie per avere un bagaglio stabile e poco ingombrante, nel nostro caso abbiamo utilizzato le staffe delle pedane del passeggero e il passaggio dietro al codino con la massima soddisfazione.

Se prova doveva essere potevamo evitare di sperimentare la tenuta delle cover antipioggia in dotazione di entrambi i modelli? Ovviamente no e così ne abbiamo apprezzato l’impermeabilità e anche il bel colore Fluo che aumentava così la sicurezza attiva in queste condizioni di scarsa visibilità.

Borse Befast 1

L’accoppiata TB600 e BC800 è stata così pratica che l’abbiamo utilizzate anche per un viaggio in giornata dove anche a carico ridotto entrambe le borse si sono rivelate ottime compagne di viaggio, pratiche, veloci da montare e soprattutto capaci di non influenzare ne disturbare la guida.

Tutte le informazioni tecniche sul sito Motoabbigliamento.it

#romapesaromilano #passifrancesi2022

GALLERY

 

 

Back To Top