fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

Per la serie viva la sincerità, devo confessare di avere questa giacca già da un bel po' nel mio guardaroba; l'ho usata, indossata per mille occasioni, lavoro, serate più o meno eleganti, viaggi, uscite...ma mai fino ad ora per lo scopo per cui è stata creata da Tucano Urbano.
Il "problema" è che il taglio è davvero bello, e che si sposa bene sia con un abbigliamento casual che elegante. Anche il "peso" è ideale, giusto per le mezze stagioni (ma possiamo aggiungere una imbottitura più pesante) ma sopratutto per farci arrivare in ufficio o a casa asciutti e protetti.

 

 

Tessuto impermeabile, cuciture termosaldate, colletto alto e regolabile (così come i polsini) rendono questa elegante giacca l'ideale per gli spostamenti urbani, ma non solo,come si evince dalle immagini di questo articolo. La Tucanji si meritava un vero test sul campo e l'occasione ghiotta (è proprio il caso di dirlo) è stata una mangiata (figuriamoci) nella campagna a sud di Milano. I nostri ingredienti per il pranzo? Sole, aria frizzantina e una compagna di viaggio classe 1959.

Devo dire che l'accoppiata Vespa-Tucanji fa proprio "figo", ma non di sola estetica che si nutre il motociclista quindi vediamo anche le dotazioni di sicurezza visto che la giacca è predisposta per le protezioni omologate CE (disponibili sul catalogo Tucano Urbano) e le tasche sono numerose e davvero davvero capienti. Tasche interne per tenere cellulare e/o portafoglio all'asciutto completano un quadro davvero ben disegnato. A dire il vero anche le tasche esterne promettono impermeabilità, con un sistema di chiusura pensato all'uopo; non ci tengo ad infilarmi sotto un acquazzone per vedere se si trasfomano in acquari portatili, ma qualche dubbio lo muovo, e siccome al mio vecchio nokia, detto l'highlander, ci tengo, lo ripongo nella tasca interna.

L'interno dei polsini e del colletto è foderato in morbido velluto. L'aria non penetra e il comfort è garatito anche nelle fredde ore del primo mattino di mezza stagione. Come detto poco sopra, per un clima più rigido serve abbianare un sottogiacca/imbottittura. Dopo la gita bucolica, mi sono trovato talmente bene in sella con questa giacca che ho preso ad usarla spesso (finalmente!!!) per gli spostamenti quotidiani, non solo con l'azzurra vecchietta ma anche e sopratutto in moto con soddisfazione massima.

Qualche difetto? beh diciamo che il colore in mio possesso, bianco ghiaccio, dopo poco tende a diventare "ghiaccio dopo lo spazzaneve" insomma è un po' sporchevole. Nera è forse meglio...ma chiara è davvero davvero bella. Pensavo che i bottoni a "pressione" fossero un po' debolini, invece anche sotto la mia imperizia (riesco e demolire qualsiasi tipo di bottone) resistono allo stress.

Come sempre per tutte le specifiche technicissime vi rimando al sito ufficiale di TucanoUrbano, intanto io me la viaggio soddisfatto.

Se volete qualche info in più scrivete pure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Grazie all'agriturismo Santa Marta, quadro ideale per i nostri scatti fotografici.

Fagna

 

{phocagallery view=category|categoryid=240|limitstart=0|limitcount=0}