fbpx
SUZUKI GSX-S1000GT
Categoria: Le nostre prove

C’erano una volta le ipersportive e le turistiche, oddio, vero che ci sono ancora, e c’erano allora le Sport Touring, ma anche queste in effetti ci sono anche oggi.


Già però la distinzione era più netta, o forse in alcuni casi le sportive, parlo degli anni ’80 in fondo non erano così esasperate, poi si è cominciato ad esagerare in entrambe le direzioni, le turistiche son diventate sempre più grosse e pesanti, le sportive sempre più affilate e in mezzo le Naked che hanno guadagnato spazio, mentre le maxi-enduro diventavano i mezzi preferiti per i turisti.
Eppure c’era e rimane una fascia di mercato fatta di motociclisti che non amano il manubrio alto, che non vogliono rinunciare alle prestazioni e alle emozioni di una sportiva e nel frattempo amano viaggiare anche in coppia ed ecco che le case hanno riscoperto le GT.

Suzuki GSX S1000GT 1

Moto che hanno i muscoli e le ossa derivanti dalle sorelle più pepate ma con carene protettive, selle più confortevoli e borse dedicate che si integrano nella linea.

La GSX-S1000GT incarna per SUZUKI proprio queste caratteristiche, una moto capace di equilibrare prestazioni, agilità, stile, comfort.

COM’E’ FATTA
Affilata, spigolosa, protesa in avanti con un gioco di colori tra le plastiche opache e le parti verniciate in nero o in due tonalità di blu. Stesso abbinamento anche per le borse che si integrano nella linea.
Moderno il frontale con i fari full LED di ridotte dimensioni, ma dalla eccellente luminosità. A LED anche le piccole frecce e il gruppo ottico posteriore incastonato nel codino su cui troviamo le due filanti maniglie per il passeggero.
Spigoloso il serbatoio da 19 litri con gli incavi in cui trovano posto le gambe protette dalla carenatura integrale dalla linea moderna con numerosi tagli aerodinamici.
Linea bassa anche per il pronunciato parabrezza che protegge bene, anche se avremmo preferito avere la possibilità di regolarlo in diverse posizioni, è stato progettato, così come gli specchietti posizionati avanzati nella sulla carena, per contribuire a raggiungere il necessario livello di efficienza aerodinamica.

Suzuki GSX S1000GT 2

La parte posteriore è dominata dalle capienti borse laterali di serie che hanno una capacità massima di 36 litri e 5 kg di peso ciascuna, consentendo di trasportare un casco integrale, sotto cui spunta il bel traliccio che sorregge il codino e la comoda sella in due pezzi.

Il sella si impugna il largo manubrio a sezione variabile che permette un ottimo controllo della moto anche nel traffico cittadino su cui troviamo i comandi elettrici per gestire tutte le informazioni e le modalità di guida selezionabili sul completissimo display TFT LCD a colori da 6,5" di ultima generazione.
La corta marmitta spunta sotto la pedana destra e il forcellone a “banana” rimanendo abbastanza discreta alla vista.

Suzuki GSX S1000GT 3

LA TECNICA
La SUZUKI GSX-S1000GT ha il telaio a doppia trave in alluminio, costruito per assicurare un'eccezionale manovrabilità anche in presenza del passeggero e delle borse. Il già citato telaietto posteriore progettato ex novo abbassa la struttura, permettendo così di incrementare lo spessore della sella del passeggero e integra gli attacchi per un fissaggio saldo e sicuro delle borse laterali di serie.
Il forcellone in lega di alluminio deriva direttamente dalla GSX-R1000, con una robustezza capace di una straordinaria tenuta di strada, una grande resistenza ai lunghi viaggi, ma anche ai carichi gravosi e alle sollecitazioni della guida sportiva.

Sul telaio lavora una forcella KYB a steli rovesciati da 43 mm completamente regolabile nel precarico molla e nel freno idraulico, sia in compressione sia in estensione. La sospensione posteriore a leveraggi ha il precarico molla e freno idraulico regolabili.

Suzuki GSX S1000GT 4

Le ruote in lega di alluminio hanno un disegno sportivo a sei razze sono equipaggiate con nuovi pneumatici radiali Dunlop Roadsport 2, rispettivamente 120/70 ZR 17 anteriormente e 190/50 ZR 17 al posteriore, dotati di una struttura interna progettata ad hoc per rendere al meglio sulla GSX-S1000GT e di un battistrada con una mescola inedita a base di silice che aumenta l’aderenza sul bagnato, si riscalda più in fretta e si usura meno.
La frenata della GSX-S1000GT può contare su pinze monoblocco ad attacco radiale Brembo all'anteriore con pinze a quattro pistoncini contrapposti da 32 mm che agiscono su dischi flottanti da 310 mm per un’azione frenante sempre incisiva. Al posteriore una pinza Nissin che lavora su un disco da 250 mm.
Ovviamente presente un ABS di ultima generazione programmato per monitorare la velocità delle ruote e regolare la potenza della frenata in funzione dell’aderenza disponibile.

Suzuki GSX S1000GT 5

Il cuore di questa SUZUKI è l’affidabile e performante quattro cilindri in linea DOHC da 999 cc raffreddato a liquido. Il motore è stato accuratamente rivisto per offrire un rendimento ottimale in tutte le condizioni di guida, che si tratti di lunghi viaggi o di andature sportive. I vari interventi, tra cui un nuovo profilo degli alberi a camme ed un impianto di scarico aggiornato, hanno permesso una potenza di 152 CV a 11000 giri/min e una coppia di 106 Nm a 9.250 giri/min, e le ottime prestazioni complessive rispettando, allo stesso tempo, gli standard Euro 5 sulle emissioni.
Frizione antisaltellamento a cavo multidisco a bagno d’olio che trasmette il moto dal cambio a sei rapporti preciso e veloce dotato dello sportivissimo quick shift.

Suzuki GSX S1000GT 7

L’ELETTRONICA
Incredibile la dotazione elettronica su questa SUZUKI GSX-S1000GT a partire dal nuovo display TFT LCD a colori che permette la connettività con gli smartphone dotati di sistema operativo Android o iOS. Oltre a tenere il pilota costantemente informato sulle impostazioni attive e il corretto funzionamento, è in grado di mostrare mappe, chiamate in entrata e in uscita, contatti in rubrica e brani musicali quando accoppiato con un telefono.
La connessione di uno smartphone avviene attraverso Wi-Fi e Bluetooth¸per usufruire della connettività smartphone basta installare l'applicazione gratuita SUZUKI mySPIN.

Suzuki GSX S1000GT 6

I sistemi elettronici avanzati del Suzuki Intelligent Ride System (S.I.R.S.) ottimizzano la resa della moto in base allo stile di guida del pilota, al livello di esperienza e alle condizioni stradali:
- L’acceleratore elettronico RIDE-BY-WIRE tramite la centralina elettronica da 32 bit controlla i movimenti delle valvole a farfalla, regolando con precisione l’erogazione della potenza in funzione della rotazione dell’acceleratore.
- Grazie al sistema EASY START SYSTEM  il motore si avvia con una rapida pressione del pulsante “Start” senza necessità di tirare la leva della frizione quando la trasmissione è in folle.
- Il sistema LOW RPM ASSIST utilizza il TI-ISC (Throttle-body Integrated Idle Speed Control) per incrementare gradualmente il numero di giri nelle partenze da fermo o quando ci si sposta ad andatura ridotta. Questo permette partenze più facili, impedendo lo spegnimento del motore, un sistema di grande aiuto nei continui stop-and-go del traffico urbano.
- La GSX-S1000GT offre una scelta tra 5 diversi livelli di TRACTION CONTROL SYSTEM per adeguarsi meglio a una maggior varietà di situazioni, di stili e di livelli di esperienza. Volendo, il sistema può anche essere disattivato. Maggiore è il numero della modalità indicato, più rapido e proattivo è l’intervento del sistema che limita lo slittamento della ruota.
- Il SISTEMA CRUISE CONTROL consente al pilota di mantenere una velocità impostata senza agire sulla manopola dell’acceleratore. Ciò limita la fatica durante i lunghi trasferimenti, soprattutto quando si viaggia a velocità costante sulle autostrade.
- Il sistema BI-DIRECTIONAL QUICK SHIFT SYSTEM di serie permette di passare al rapporto superiore e di scalare in modo facile e rapido, senza dover azionare la frizione o rilasciare l’acceleratore.
- Sono tre le diverse mappature disponibili tramite il SUZUKI DRIVE MODE SELECTOR, raggiungono tutte la massima potenza di erogazione, variando la risposta del motore e la disponibilità della coppia quando si accelera:
Modalità A (Active): assicura una risposta più reattiva all'apertura del gas. L’erogazione della coppia è studiata con cura per garantire uno spunto mozzafiato quando spalanchi il gas, una caratteristica che si apprezza molto quando ci si gode la guida sportiva su strade tortuose asciutte.
Modalità B (Basic): offre una risposta più morbida all’apertura dell’acceleratore e una curva di erogazione più lineare. I settaggi sono definiti per prestarsi bene a un’ampia varietà di stili di guida e di situazioni, in modo da rendere la moto più gestibile nell’uso quotidiano.
Modalità C (Comfort): offre una risposta del motore e un’erogazione della coppia ancora più dolci, con una progressione che ricalca in modo lineare l’azione sull’acceleratore. Questa modalità è utile quando si guida sul bagnato e sui fondi a bassa aderenza, o quando ci si vuole rilassare durante un lungo viaggio.

Suzuki GSX S1000GT 8

ALLA GUIDA
Seduta comoda, con corpo moderatamente proteso in avanti ad abbracciare il largo manubrio, pedane moderatamente arretrate, la tipica posizione per una Sport Touring pepata.
Accogliente con le gambe che si inseriscono negli svasi del serbatoio anche se il pilota supera il metro e ottanta di altezza e una sensazione di controllo totale.
Fa un po’ specie quel basso cupolino, che avremmo preferito regolabile, che comunque protegge abbastanza bene indirizzando il flusso d’aria sul casco, e quegli specchietti che sono tremendamente lontani sulla carena, ma che in effetti rimangono funzionali e ben stabili ad ogni velocità.
La accendi e ti perdi nella miriade di funzioni che il grande TFT a colori visualizza e permette di modificare tramite il  blocchetto di sinistra; ci vuole un po’ di apprendistato, ma poi tutto diventa facile.

Suzuki GSX S1000GT 10

Il quattro cilindri con i sui oltre 150 cavalli si dimostra subito pronto in tutte le marce e capace di una ottima ripresa e quell’allungo che il frazionamento rende libidinoso. La ciclistica di derivazione sportiva poi rende la guida davvero appagante e se non fosse per il manubrio alto e le due borse dedicate si potrebbe pensare di essere a bordo di una bella sportiva.
Sensazione che aumenta se si inserisce la mappa motore “A” dove l’erogazione appuntita coadiuvata da un ottimo cambio elettro assistito promette emozioni forti e rischio patente se non si tiene d’occhio il tachimetro. A proposito di mappe abbiamo gradito la dolcezza della “C” quando il diluvio ci ha sorpreso, ma alla fine la “B” è quella che come compromesso abbiamo preferito e più utilizzato.
Frenata davvero di riferimento con un ABS che non siamo riusciti a far intervenire se non volontariamente dimostrando l’ottima taratura del sistema.

Suzuki GSX S1000GT 11

Ottima la taratura delle sospensioni che nonostante una regolazione più verso lo sport assorbono bene anche le asperità delle martoriate strade italiane.
Bella da guidare sul misto veloce, una lama in autostrada e maneggevole in montagna, per assurdo anche in città, dove il limite diventa la larghezza delle borse, ma secondo la teoria se passano gli specchi…
Borse capienti e dall’ottima tenuta all’acqua, ben integrate nella linea, tanto che una volta tolte fanno apparire non bellissimi gli attacchi e la parte posteriore della sella.

Suzuki GSX S1000GT 9

La marmitta è discreta, scivola via alla vista e ha un bel suono pieno, corposo, ma mai fastidioso, e si integra nell’elegante linea spigolosa della Suzuki GSX-S1000GT.
Davvero notevole l’impianto di illuminazione a LED che permette un’ottima visibilità anche nelle notti più nere illuminando chiaramente la strada con il bianco fascio di luce.

L’abbiamo guidata in tante diverse situazioni e con condizioni meteo varie e sempre ci ha regalato piacere e confidenza alla guida, tutto sembra davvero facile e se si vuole esagerare basta girare la manopola del gas e affidarsi alla tenuta delle gomme Dunlop dal profilo neutro  dall’ottima tenuta.

Suzuki GSX S1000GT 12

In vendita a poco meno di 16000,00 € può essere la moto totale per lo sportivo che ama viaggare anche in coppia, gli unici appunti che sentiamo di sollevare sono il cupolino non regolabile e la mancanza del cavalletto centrale che nei viaggi diventa sempre utile, per il resto questa Suzuki GSX-S1000GT è totalmente promossa.

Tutte le caratteristiche sul sito SUZUKI

Foto di Roberto Serati

Abbiamo utilizzato: Casco Caberg Levo Carbon – Completo Ventouring-3 WP- Guanti Clover – Stivali Forma AIR Hdry – Intimo SIXS

GALLERY

 

 

Back To Top