fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Gen 2021


"Stile e sicurezza"
Il jeans è da sempre il pantalone più usato dai motociclisti quando non indossano capi tecnici o di pelle.
Eppure il tessuto tanto di moda è anche il meno indicato dal punto di vista della sicurezza, la sua resistenza all’abrasione fa tenerezza, eppure la praticità e la moda ne fanno da sempre quello più usato.

 


Da qualche anno diverse case hanno cominciato a produrre Jeans con inserti in materiali più resistenti o inserendo nel filato delle fibre di kevlar o aramidiche atte ad aumentare proprio la resistenza all’eventuale sfregamento sull’asfalto.



Capi dotati, spesso, anche di protezioni alle ginocchia e ai fianchi per dissipare l’energia della caduta.
Capi più o meno performanti, più o meno comodi e dal look non sempre riuscito, ma che sicuramente danno un senso in più alla parola “sicurezza”.
Quando ci sono stati proposti i capi della PROmo Jeans, ci ha colpito immediatamente il look molto modaiolo che, sulle prime, ci ha lasciato un po’ perplessi, ma osservandoli attentamente ci si accorge poi delle finiture ottime e dalla qualità delle cuciture che devono resistere allo strappo al pari del tessuto.
Si scopre che al tatto sono morbidi e, non fosse per la presenza delle protezioni, potrebbero essere scambiati per dei comuni jeans, seppur con capacità di resistere all’abrasione notevolmente superiore.
Dopo una suddivisione scientifica dei capi tra i vari tester a me è toccato il modello “Vegas”, nel colore “medio”, dall’effetto used molto fashion e dal taglio morbido.
Confezionati in Denim rinforzato da tessuto in Kevlar 100% e foderato nei punti più importanti per la sicurezza.



Protezioni regolabili e removibili alle ginocchia oltre a qualche piccola “chicca” quale la tasca posteriore con chiusura con bottone a pressione, così da evitare di perdere il portafogli, o il passante posteriore per agganciare il giubbotto da moto.
Le tasche che ospitano le protezioni alle ginocchia sono chiuse da micro cerniere che scompaiono all’interno della cucitura rimanendo così discretamente invisibili e senza disturbare l’estetica di jeans alla moda, dalla vestibilità casual.



Lo indosso e percepisco immediatamente un confort da jeans “Normale” i rinforzi non disturbano e non irrigidiscono il tessuto.
Una volta regolate, mediante velcro, le protezioni alle ginocchia seguono la piega della gamba anche con angoli da moto sportiva senza infastidire minimamente.
L’ampiezza della gamba, pur non essendo eccessiva, permette di indossarli anche sopra gli stivali con protezioni sportive, una giusta via di mezzo tra l’indossabilità e lo svolazzamento.
L’ho usato in città, dove sceso dalla moto solo il giubbotto e il casco tradivano il mio essere motociclista, anche la comodità, giù dalla sella, rimane notevole, solo le protezioni camminando si notano, ma non infastidiscono oltre a scomparire quasi del tutto nel Look, che non sfigura nemmeno al classico aperitivo sui Navigli.
Usato nelle uscite e nelle gite fuoriporta, quando non è necessario il completo da turismo o la tuta di pelle, sembra di avere addosso comuni jeans, non fosse per le ginocchia che sentiamo protette dal contatto delle ginocchiere.



Non è freddo sulla pelle e non tiene caldo, adatto ovviamente alle stagioni più temperate e calde potrebbe spingersi anche oltre magari indossando un sottotuta termico, ma queste sono scelte personali.
Indossato e testato su diverse tipologie di moto, dall’iper-sport alla maxi-enduro, il risultato è sempre lo stesso, comodo e sicuro, sicurezza anche psicologica perché sapere di poter contare su rinforzi, resistenza all’abrasione e protezioni omologate permettono di guidare con maggiore serenità.
Vero che non vorremmo mai testarne davvero l’efficacia, ma sappiamo che potrebbe succedere e pensare di limitare i danni è certamente un gradito pensiero positivo, per il resto ci vuole cervello e un po’ di fortuna.
Discreti, stilosi ma sicuri e soprattutto Made in Italy al 100%
Perfetti? Ormai sapete che qualche difetto lo devo trovare, qui era difficile, ma proprio ho trovato scomodi i bottoni al posto della classica cerniera, ma non li ho mai sopportati nemmeno sui jeans di moda, e poi la possibilità di inserire le protezioni anche ai fianchi (presenti nel modello “Dallas”) poteva essere un plus in più.



Comunque promossi, era inevitabile, e da un po’ sono diventati i miei compagni nei transfert casa/ufficio.
Un capo pratico da usare tutti i giorni in sicurezza.

Per ulteriori informazioni tecniche e per tutta la produzione rimando al sito di PROmo jeans

Flap

{phocagallery view=category|categoryid=179|limitstart=0|limitcount=0}