fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021



“Simpatica Rana”
Adoro le rane, ho adottato il simbolo come portafortuna, mi piacciono anche a tavola, lo ammetto, comunque questo simpatico anfibio è tra I miei preferiti.


Quindi quando qualche EICMA fa avevo visto il marchio di Amphibious che ha appunto una rana nel logo era inevitabile che lo guardassi con curiosità.
Con il tempo l’azienda Brianzola è cresciuta e dopo i primi timidi approcci nel settore moto ormai sta prendendo decisamente piede espandendosi dalla loro origine che arriva dalla nautica e dall’escursionismo.
Ora la gamma è ampia ed estesa, dai tubi stagni ai borsoni da viaggio, dagli zaini fino ai piccoli accessori che hanno comunque il comune denominatore di essere a tenuta stagna o almeno altamente impermeabili.



Quindi materiali di qualità, PVC (Cloruro di Polivilene) e TPU (Poliuretani Termoplastici) saldati ad alta frequenza e con sistemi di chiusura brevettati.
Uno studio attento sia alla grafica, ma soprattutto alla funzionalità con soluzioni tecniche di fissaggio e chiusura che arrivano dall’esperienza nel settore sviluppata sul campo.
Non solo il classico nero, ma colori accesi e vivi che colorano il mondo dei viaggi lasciando alla fantasia di scegliere il preferito tra le varie proposte dell’ampio catalogo.
Il settore Moto è quello per ora meno preponderante del volume di vendita dell’azienda ma prodotti sempre più dedicati stanno facendo crescere Amphibious anche nel nostro mondo.
Il Borsone Voyager Light evo di questo test è una delle novità 2014 a cui presto si affiancherà anche la versione alta visibilità.
Disponibile in due versioni da 45 e 60 litri a differenza del fratello Voyager è costruito con TPU 420 da 0,30 mm anziché PVC HD 500 da 0,50 mm, quindi più morbido e leggero, light appunto ma altrettanto stagno e con le stesse caratteristiche tecniche.
In più ha una coppia di spallacci per eventuale trasporto e una pratica valvola di sfiato per facilitare le operazioni di chiusura.



Per l’utilizzo in moto basta utilizzare il pratico sistema MULTI-FIX composto da 4 cinghie regolabili con attacchi rapidi in plastica davvero pratici.
Una tasca esterna, una rete per piccoli oggetti, una tracolla e un’infinità di anelli per fissare la borsa o per fissare alla stessa altre cose completano le caratteristiche di questa bella borsa disponibile in nero, sabbia e nel grigio di questa prova.
Impermeabilità di classe 5, quindi resistente a forti pressioni d’acqua e a brevi immersioni fino a un metro grazie al sistema di chiusura Quick Proof.
Classe di galleggiamento 3, quindi in grado di galleggiare almeno per 24 ore.
Due delle caratteristiche quasi eccessive per un motociclista, ma l’idea di avere tutto asciutto mi piaceva molto.



Ho scelto, per un veloce WE, la più piccola da 45litri di capienza, comunque sufficienti per un buon bagaglio senza esagerare col peso, facile riempire la borsa grazie all’ampia apertura e poi, basta aprire la valvola di sfogo, arrotolare la chiusura per tre volte, bloccarla con le cinghie e richiudere la valvola e il bagaglio è pronto.
Basta fissare le cinghie sulla moto e poi agganciare le stesse alla borsa metterle in tensione e a questo punto potete partire.
Dopo 150 km di acqua battente, neve e per non farci mancare nulla anche un lavaggio della moto senza sganciarle la speranza di avere ancora il contenuto asciutto era nel dubbio.
Invece all’arrivo in albergo, dopo averla staccata dal portapacchi, 4 click e un minuto, una volta aperta la borsa la sorpresa è stata quella della perfetta tenuta.



Stessa operazione al mattino per riagganciarla alle cinghie e in un minuto siamo pronti per ripartire.
Nessuna necessità di ripristinare la tensione, nessuno spostamento del bagaglio e in più delle strisce rifrangenti aiutano la sicurezza attiva.
E poi è bella e comoda, una buona compagna di viaggio quando la nostra due ruote non ha in dotazione borse laterali è/o bauletto.
L’alternativa è lo zaino, ma io ad esempio non lo gradisco.



Ottima anche come borsone da sella se manca il portapacchi, penso alle Naked ad esempio dove il bagaglio è sempre un problema.
Con i ganci posizionati ai lati poi è possibile aprire e chiudere la borsa anche senza staccarla dalla moto, una praticità in più quando il viaggio si fa lungo.
Un borsone simpatico, pratico e anfibio, proprio come la simpatica rana del marchio, un portafortuna che sembra funzionare.

Tutti i prodotti e le schede  tecniche su www.amphibious .it

Moto Suzuki V-Strom 1000 ABS fornita da Suzuki Italia

Flap

{AG}2014_03_Amphibious_Voyager{/AG}