Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Ott 2020

Quante volte nella tua vita te lo sei sentito chiedere? “Come vorresti festeggiare il tuo compleanno” ?? Si perché poter decidere il “come” far festa può essere considerato il più grande dei regali. E per i nostri 10 anni abbiamo avuto la fortuna di poter festeggiare proprio come volevamo. Ma andiamo con ordine.

2010 – 2020: la storia

aMotoMio nasce nel 2010 quasi per scherzo, ma già nel nome le idee erano ben chiare. Parlare di moto a “modo nostro”, cercando una via alternativa ai magazine dell’epoca, che a dirla tutta fatti salvi i pionieri dei web Magazine italiani, erano per lo più cartacei. Non abbiamo mai pensato nemmeno per un momento di metterci in concorrenza con i colossi, strutturati, con redazioni composte da professionisti. No in effetti quello non ci è mai venuto in mente. Ma di provare a raccontare il mondo della moto visto con i nostri occhi...beh quello decisamente sì. 10 anni che sono volati, con tantissimo divertimento, momenti difficili, ma soprattutto di tempo da “trovare”, perché alla fine noi tre non siamo professionisti del mondo moto, ma facciamo altri lavori.

Quindi il tempo è stata la ricchezza più preziosa da spendere, anche se sempre difficile da reperire. Ore rubate al sonno, alla famiglia, al lavoro (per poi da capo lavorare di notte) per rincorrere un sogno chiamato aMotoMio.  2 lustri in cui abbiamo dovuto imparare molte cose. Per alcune ci siamo riusciti, per altre ce ne siamo sbattuti e abbiamo proseguito per la nostra strada. 10 anni in cui molte aziende hanno apprezzato il nostro lavoro, supportandoci, spronandoci, facendoci sentire grandi, e di contro altre, per la verità contabili sulle dita di una mano, non hanno trovato in 3650 (diconsi tremilaseicentocinquanta) giorni il tempo di rispondere ad una nostra mail per dire “no grazie”. 

Noi a scrivere di moto senza un’unica “specializzazione” , a riempire la nostra e vostra scatola, con test moto, turismo, eventi, report, pensieri in libertà, test abbigliamento e accessori con una fissa per la sicurezza in moto passiva e attiva.  Noi senza un editore, senza essere quindi “costretti” ad una linea editoriale e di conseguenza conservando libertà di scrittura e opinione. Noi che nella sacrosanta esplosione di internet a volte ci siamo visti “superare” da influencer e blogger che fanno video più fighi o foto “finto casual” da copertina, e altre diavolerie che non ci appartengono perché noi conserviamo un po’ quello spirito ruspante del #provatodavvero senza troppi fronzoli.

Noi che però da sempre non abbiamo bandiere e schieramenti ma siamo sempre amici di tutti.  E questo è un passo importante, aMotoMio e la moto in generale soprattutto in questi 10 anni ci hanno fatto conoscere persone davvero speciali, che forse senza questa nostra pazzia mai avremmo incontrato nella nostra vita.  Quelli fighi scriverebbero “since 2010”, noi preferiamo l’italiano, cercando di stropicciarlo il meno possibile quando mettiamo nero su bianco i nostri pensieri.  E questa rincorsa ancora non si esaurisce, anzi come le macchine a molla….più caricate aumentando la rincorsa e più queste partono a razzo.

Questo è aMotoMio...questo e tantissimo altro…lo diciamo da sempre

10 anni: l’evento         

Già 2020...forse l’anno più difficile di cui abbia memoria. Come fare dunque ad organizzare una festa con tutte le restrizioni portare dal maledetto virus? E tornando all’inizio come fare a festeggiare proprio come avremmo voluto? Le risposte sono venute semplici ed immediate. Andiamo in moto!!! E non andiamoci soli, portiamoci i nostri lettori; non tutti ovviamente, sarebbe stato impossibile, quindi aprendo ai 20 più veloci a prenotarsi. L’idea di base l’abbiamo piazzata subito. Poi serviva affinarla. Come già detto, un po’ con la fissa della guida sicura su strada, abbiamo voluto con noi istruttori di guida sicura qualificati e di esperienza.

Gli amici del progetto MotoGt (click qui) si sono messi a nostra disposizione in tempo zero. Felicità a mille. Serviva la ciliegina sulla torta e proprio il caso di dirlo, così siamo riusciti ad organizzare una sosta merenda davvero speciale, assaggiando formaggi creati dall’estro di un casaro unico, irripetibile e dal linguaggio più forbito di un professore di lettere. Come dite? La stiamo riassumendo troppo? Beh forse sì, ma le immagini a volte possono dire più di mille parole; fatto sta che il serpentone di 25 moto si è mosso prima in direzione Oltrepò pavese, per poi scollinare verso i meravigliosi scorci della Val Luretta.

Ci siamo sentiti un po’ moderni cavalieri sfilando via il castello di Rivalta che troneggia sul Trebbia. La valle omonima ci ha accompagnato fino al Penice, qui i gruppetti seguiti dai vari istruttori hanno messo in pratica qualche consiglio per una più efficace guida su strada in sicurezza.  Avevamo un obbiettivo, raccontare ai nostri lettori quanto importante può essere fare un corso completo, vero, di guida sicura su strada, e lo abbiamo raggiunto, tanti infatti si sono detti stupiti dell’efficacia di alcuni consigli e pronti ad affrontare un vero e proprio corso di uno o più giorni.

Felicità livello uno raggiunta. Poi si sa il piacere spesso passa anche dal gusto, cosi terminata la galoppata ci siamo accomodati in luogo un po’ fuori dal tempo e dagli schemi imposti dal quotidiano “mordi e fuggi”. Un luogo dove un animo geniale poetico e un po’ folle, prepara con estro e fantasia formaggi di altissimo livello, contornati da vini a km meno di zero e salumi della stessa foggia. Un brindisi e una super torta a coronare una giornata che noi e i nostri amici non dimenticheranno molto facilmente….

Poi...poi ci sono quelli che non riesci mai mandare a casa…volti noti e facce nuove…beh con quelli ci è scappata pure la birretta della staffa…

I Grazie sono veramente tantissimi da dire, ed in ordine sparso ringraziamo gli istruttori, i partecipanti, il casaro Marco Bernini (se non andate a merenda da lui vi perdete qualcosa di unico), lo staff della piscina di Cuggiono, Suzuki Italia e Bmw Motorrad Italia per le moto fornite alla nostra redazione e Giove pluvio che ieri non si è presentato a scassare...il...bel tempo.

Ecco…come vorreste festeggiare il compleanno? Dentro al replay di sabato 12 settembre 2020 una data da ricordare !!!!!!!!!!!

Un ringraziamento particolare va a Roberto Serati Immagini (click qui) che ci ha seguito tutto il giorno con la sua macchina fotografica con passione e pazienza.
Inoltre vorremmo ringraziare lo staff di Foto Trebbia (click qui) , che incuriositi dal nostro "su e giù" ci hanno concesso alcuni loro scatti da postazione privilegiata

 

 

Auguri aMotoMio

 

Fagna, Wolf & Flap

 

GALLERY