fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

"Correva l’anno, diranno tra un po’ di tempo, parlando del 2011 come l’anno dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia, dei 90 anni della Moto Guzzi, ma anche per il 65° anniversario della Vespa."


Proprio nella’Aprile del 1946 risale il primo brevetto dello scooter tricolore divenuto simbolo del genio, dello stile e mobilità all’Italiana.

Progettato da Corradino D’Ascanio, un Ingegnere Aereonautico, deve il suo nome pare a un’esclamazione di Enrico Piaggio, che alla vita del prototipo, per le sue forme e il suono del motore esclamò: “Sembra una Vespa!”


Le forme si sono con gli anni ammorbidite, per poi divenire più spigolose negli anni ’80 e poi tornare rotonde con i modelli attuali, ma sempre seguendo lo stile del primo prototipo il famoso “MP5 Paperino” del 1944 progetto da cui partì D’Ascanio togliendo il tunnel centrale e dando spazio sulla pedana com’è ai giorni nostri.


Stile che è sopravvissuto nel tempo con una costante crescita stilistica e tecnologica, testimoniata dai 17 milioni di Vespa vendute nel mondo.
Un mito la Vespa che ha saputo sopravvivere alla crisi del settore e tornare tra le protagoniste delle vendite nel 2010 con 135000 pezzi venduti.
Segno che la Vespa piace, fa tendenza è moda, non la segue, la fa.
Innumerevoli i modelli in questi sessantacinque anni, molte le pellicole e le canzoni che l’hanno vista protagonista, tanti quelli che l’hanno sognata e desiderata.
Insieme alla Fiat 500 è stata la protagonista e il simbolo degli anni ’60, della ripresa economica e capace di mettere in moto gli Italiani, grazie alla sua semplicità costruttiva, necessitante di pochissima manutenzione, si guida da seduti, si è protetti da freddo e pioggia, l’appoggio del piede è facile e se si vuole c’è anche la ruota di scorta, successo assicurato.


E’ diventato un fenomeno di costume tanto da diventare ricercatissima anche nel mercato delle moto d’epoca e da trovare il marchio su innumerevoli oggetti di merchandising.
La Vespa protagonista delle gite fuori porta, delle scorribande dei quattordicenni, e non, ma anche di grandi imprese e grandi viaggi, se ne trovano tantissimi esempi in tutto il mondo, basta curiosare in una libreria o navigare nel web.
La Vespa che ha segnato molti sedicenni che negli anni '70 e '80 hanno rimempito le strade e le città con le loro 125 Primavera e ET3, dove chi "Vespa mangia le mele (chi non Vespa no)".


E allora eccola qui la Vespa, si rinnova, o meglio ci riprova presentando il “nuovo” PX, il rifacimento del modello originale del 1977, modello che ha regalato alla casa di Pontedera ben 3 milioni di pezzi venduti, di cui moltissimi ancora circolanti sulle strade.
Ritorna con il suo storico 2 tempi, riveduto e corretto e “ecologico”, partendo proprio da un modello celebrativo della ricorrenza dei 150 anni Italiani, augurandosi altrettanto successo.


Insomma uno scooter che ne ha fatta di strada e tanta ancora ne ha davanti………
Buon compleanno Vespa.

Flap