fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Gen 2021

Albero di Natale, che sia un abete o un albero motore di Natale poco importa, se c'è una cosa che non può lasciarsi scappare il bambino che c'è in noi, è l'occasione di scrivere ad un tizio vestito di rosso (che sia ducatista?) che un paio di cosette sotto quell'albero ci starebbero proprio bene.

 

Natale 2012 arriva poco dopo la presunta fine del mondo, che a molti motociclisti crea già molte perplessità, dopotutto se uno in primavera aveva programmato di prendersi una nuova creatura a 2 ruote, quanto sarà mai inopportuna questa scadenza? Ci sarà anche qui lo zampino di qualche politico.. Maya? Non si sa mai.


Natale dalla testa ai piedi, ma anche qualcosa di più, qualche suggerimento lo abbiamo anche per la cura della moto e per la quotidianità motociclistica.

Partiamo dalla testa, anche se qualcuno di noi, a dirla tutta, riesce a mettersi il casco senza infilarci la testa, che invece svita e dimentica sul comodino.

Prendiamo 3 caschi che ci piacciono.


Per quello racing vogliamo osare e parliamo del Premier Dragon Evo, top di gamma con la particolarità dell'utilizzo del titanio nella calotta che lo rende tra i più leggeri, e con la grafica replica Bayliss, non si sa mai che trasmetta un po' di manico.



Per il turismo il modulare di Caberg, il Duke, prezzo concorrenziale, modulare con doppia omologazione Pe J, visierino per il sole e predisposizione Bluetooth compresi. Da sottolineare che ad un prezzo davvero alla portata si può avere un casco che ha preso le 5 stelle Sharp, una delle omologazioni per la sicurezza più difficili.



Per i biker da custom o da cafè racer invece un nuovo prodotto da Shark, il Raw, un casco con un'estetica particolare e con una trasformabilità che lo rendono più completo dei soliti caschi di questo settore. Predisposizione Bluetooth, doppia visiera antiappannamento e trattamento antigraffio ne fanno un buon acquisto.

Nel settore delle calzature qualcosa di nuovo sta nascendo. Il mercato rallenta e le aziende italiane osano. Nuove calzature più versatili che siano utilizzabili tutto il giorno, ma che proteggano. È il caso di TCX (X-Street) e di Stylmartin (Miami), che hanno presentato sul mercato la loro linea di sneakers, davvero belle dal punto di vista del design, ma con tutte le caratteristiche della sicurezza. Protezioni interne, pelle robusta ma comoda, versioni waterproof, suola antiscivolo. Insomma, davvero la scarpa totale.



Per chi invece cerca lo stivale supeaccessoriato per le ormai best seller del mercato, le endurone, ci pensa Forma con lo stivale Cape Horn. Impermeabile, traspirante, ganci di chiusura, suola speciale, placca di protezione frontale, inserti rifrangenti posteriori, insomma lo stivale giusto per sembrare uno vero oltre che ad esserlo.



Vestirsi però oggi vuol dire capi comodi e utilizzabili. OJ pensa ai grandi viaggiatori con il completo Desert, testato sul campo tra Milano e Caponord. Membrana impermeabile e traspirante Dintex® estraibile, imbottitura termica estraibile, zip antiacqua, inserti rinforzati a doppia densità, inserti elasticizzati, pannelli frontali di ventilazione, maniche staccabili, inserti riflettenti. Tasca impermeabile per cellulare. Insomma, super accessoriata come si sol dire.



Per la pista invece ci aiuta Spyke, con una tuta di ottimo livello per uso Racing Sport, pelle bovina spessore mm 1,2/ 1,3 idrorepellente, inserti in fibra Aramidica elasticizzata Fodera interna removibile in Poliestere forata. colori disponibili bianco/rosso, bianco/nero e nero/grigio.

 


Poi tra i capitoli del nuovo trend che sta seguendo il settore dell'abbigliamento, non possono mancare i jeans, parliamo dei Promo Jeans, jeans tutto italiano, nel modello Vegas. Rinforzato con il kevlar, protezioni disponibili per ginocchia e anche, vestibilità come un normale jeans alla moda, il giusto capo da indossare tutto il giorno come nell'uscita domenicale di 500 km.

 

Per i guanti andiamo su 2 modelli. Uno è il racing di Spyke, il Kerb, guanto racing in pelle per uso primaverile/estivo, in pelle, tessuto con fibra Aramidica e protezioni nelle aree soggette a traumi. L'altro, per portarci avanti, è l'estivo corto di Spidi. È la versione Coupè del Racevent, quindi mantiene i livelli di sicurezza del guanto con connotazioni racing, l'estetica di impatto, ma.. con meno sudore.

 

 

 

Ma perchè non facciamo un pensiero anche a qualche simpatico gingillo?

 

Qualche cose che solletichi la nostra voglia di andare in moto, come la Sportcamera SD20 1080CMP FULL HD, una piccola telecamera che utilizza un processore d'immagine di ultima generazione per la registrazione video a 1080p e 720p in alta risoluzione e per lo scatto di immagini con definizione a 5 megapixel.



Shad invece propone un'idea molto intelligente. Ormai i nostri beneamati Smartphone sono parte della nostra quotidianità, e anche in moto ci piace che siano parte del viaggio, anche con i loro navigatori integrati. Una borsa serbatoio che fornisca una tasche impermeabile, che sia per lo smartphone o che sia per il navigatore, ma soprattutto che lo metta in una posizioine che dia un un buon angolo visivo. Capienza fino a 10 litri, sistema di regolazione magnetico, sistema a ventose come optional, comprensiva di coperta speciale per evitare che si bagni in caso di pioggia e cinghie extra, cinghia per portarla a tracolla.


Tucano Urbano è un marchio che ci piace sempre molto. Unisce utilità, usabilità e design nei suoi prodotti, molte volte anticipando le tendenze. Tra i molto prodotti del catalogo ne abbiamo scelto uno che per i motociclisti che si spostano per andare in ufficio, la borsa Tassarowitz, una cartella in cotone spalmato, regolazione tracolla con doppio anello, cinghia laterale a due posizioni per utilizzo su due ruote, tasche esterne e interne di diverse dimensioni: portadocumenti formato A4 con zip, portacellulare, portamonete con zip, portapenne e altre multiuso.

 

Insomma, un sacco di cose che vorremmo sotto l'albero, e chissà mai che il ducatista, quello vestito di rosso e con la moto da 180 renne vapore (invece che cavalli vapore) ci lasci sotto l'albero, o comunque a portata di mano la mattina di Natale.

Buon Natale e buona moto a tutti

Wolf