fbpx
Categoria: Biker World

Confessiamolo pure, tolto qualche manipolo di “integralisti”,  il motociclista medio è pigro e freddoloso.

E se è pur vero che non ci sono più gli inverni di una volta, è altrettanto vero che per tirare fuori la moto nella stagione invernale serve spesso una scusa e serve bella forte. Una di queste è la motobefana, meglio se benefica. Al confronto nemmeno la sagra della salamella al tartufo ha lo stesso fascino e richiamo.

Naturalmente si scherza, per la salamella dico, perché è innegabile che il 6 gennaio rappresenti per molti amanti delle due ruote la ghiotta occasione di ritrovarsi insieme, meglio se attorno ad una buona marmitta di vin brulè.

motobefana

E a guardare le foto postate sui vari social il giorno dell’Epifania, direi che lungo lo stivale le manifestazioni inneggianti alla “vecchina” sono state molte e molto ben organizzate. Naturalmente quelle a più forte richiamo sono organizzate nelle grandi città e capoluoghi di provincia, ma credetemi, la passione alberga bella forte anche al di fuori delle cerchia delle varie tangenziali.

Ne siamo stati, ancora una volta diretti testimoni, tentando per altro un “triplete” degno di nota, ovvero tentando di partecipare in due a ben tre appuntamenti; ma non suddividendoci i compiti, semmai condividendoli.

moto

Cosi abbiamo salutato la partenza della MotoBefana Benefica di Abbiategrasso, che consolidando un ottimo giro cittadino a tappe tra le varie associazioni locali, ha visto muoversi 250 moto di tutte le fogge e misure, con larga partecipazione di giovani, questo si un vero miracolo. Obbiettivo centrato visto che sono stati raccolti e donati 1.000 euro (diconsi mille!) alla fondazione ANFFAS il Melograno.

E mentre il serpentone abbiatense si snodava e rumoreggiava per le vie, aMotoMio con un colpo di mano si è  trasferito in quel di Magenta, dove la manifestazione prende il via dal Motoclub Magenta ma è coadiuvata dai sodalizi di Ossona, Arluno e Boffalora, per puntare ad una sinergia ancora più efficace. Così qui il rumoroso e colorato corteo ha dapprima salutato i bambini ricoverati in pediatria all’ospedale di magenta per poi recarsi ad Ossona con l’obbiettivo di panettone e festeggiamenti in piazza ad Arluno. E noi, per completare per il triplete, presenti anche qui dagli amici del Motoclub Racing Team Wiking di Arluno appunto.

befana

Freddo? Nemmeno Tanto!, Pioggia? Si un po’ sul finale ma sopportabilissima! Strade viscide? Si in alcuni tratti, ma tutto gestibile. Serenità, risate e buone cose? Tantissime. Cosa resta di eventi come questi? Sicuramente la certezza che la passione arde anche se alimentata e spinta.

motobefana

L’ulteriore certezza che ci sono persone speciali che ogni anno si sbattono (nel senso più letterale) per l’organizzazione e che fanno si che la MotoBefana non diventi un solo una bella foto ricordo ingiallita attaccata al muro.

Ultimo ma non per ordine di importanza, due anni di stop per l’emergenza sanitaria hanno fatto tremendamente aumentare la voglia di legare una scopa al codino della moto ed incollare sul casco una cappello a punta, con buona pace dei magi…che diciamocelo anche loro erano cavalieri... o no?

 

 

 

GALLERY

 

 

Back To Top