fbpx
RIDIN SMOKE
Categoria: Biker World

E’ andato in scena il 10 e 11 giugno RIDIN SMOKE, l’evento dedicato alle moto due tempi nello storico circuito di Ciglione Malpensa.


Una due giorni non agonistica che punta alla condivisione della passione per le moto a miscela, che quest’anno, alla sua seconda edizione, ha visto la presenza di quasi 150 appassionati da ogni parte d’Italia e d’Europa.

L’organizzatore, Adelio Lorenzin , ha allestito un evento facendogli indossare l’abito per le grandi occasioni: oltre al circuito preparato di tutto punto per l’occasione con punti ristoro, aree relax e fun, sono state numerose le presenze di piloti professionisti come Kevin Cristino, Thomas Oldrati, Angelo Pellegrini, Rudy Moroni, Morgan Lesiardo, oltre che alla partecipazione del team ufficiale Fantic.

Ridin Smoke 1

A questi top rider si è aggiunto un nutrito nugolo di appassionati che hanno condiviso un weekend gomito a gomito con i loro beniamini nella Fasthouse holeshot (ovvero la partenza uno contro uno dal cancelletto a eliminazione diretta) e nella Fantic speed and style (partenza a coppie , un giro secco cronometrato dove un pilota del mondiale giudica il tuo stile di guida) permettendogli di girarci assieme, condividere il posto a tavola, scherzarci e chiacchierarci.

Ridin Smoke 2

E’ tornato infatti quel modo di vivere il motociclismo di quando non esistevano i pass per poter entrare nei paddock, rendendo i piloti uomini sì dal polso bloccato a 90 gradi, ma sostanzailmenteappassionati desiderosi di condividere la loro passione.
L’evento è stato reso possibile grazie al meticoloso lavoro di Lorenzin che in due anni ha posto le solide basi perché RidinSmoke diventi il punto di riferimento per le moto due tempi non solo in Italia, ma vista la buona presenza di partecipanti esteri, anche in Europa.

Ridin Smoke 3

A questo sforzo si è aggiunta la collaborazione di numerosi partner tecnici e sponsor che hanno sostenuto l’evento: Fantic, Red Bull, Fasthouse, Partseurope, Galfer, Eleveit, Whip, Gpgarage, Gobig, Bell, Dbr, 92design; nomi d’alto spessore che ben rendono merito alla qualità di quanto andato in scena.


“La soddisfazione per questa edizione è tanta, con numeri inaspettati visto anche il periodo di gran caldo – afferma Lorenzin – e non nego di essere già stato contattato da numerose aziende perché l’evento possa crescere ancora: il potenziale è alto e sono già a lavoro per una nuova edizione nel 2023 nella quale si respiri sempre lo stesso clima di passione, pur con un’offerta ancora maggiore. Vedere persone che sono venute dalla Germania, dalla Svizzera o dalla Sardegna è motivo di grande orgoglio per me e per questo sono già concentrato per una terza edizione che possa raccogliere ancora più piloti e più appassionti”.


Ridin Smoke 4

La formula di unire pro pilot con amatori è infatti la strada che fa innamorare del motociclismo ma che, forse a causa di un mondo con sempre più barriere, si è smarrita: sebbene sia la strada più complessa è forse l’unica corretta per far riaccendere la passione in questo sport.

Foto di Simone Casari e Francesco colombo

GALLERY

Back To Top