fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Gen 2021



"Honda prova a trovare gli anelli di congiunzione nella sua vasta gamma di proposte a due ruote"

 


Consolidata la gamma sportiva delle CBR e la vasta base di Scooter eccola presentare ben tre novità assolute per il 2012.

 

Tre moto diverse in tutto, lontane come i vertici di un triangolo equilatero, ma nello stesso tempo collegati dai lati che ne tracciano una filosofia comune di congiunzione, una sorta di evoluzione Darwiniana che può partire da ogni punto voluto.
Ecco presentare uno Scooter nelle forme ma Moto nella ciclistica, una Maxi Enduro che vuole tracciare una nuova filosofia nel settore e una “facile” naked che strizza l’occhio alle soluzioni da scooter e può richiamare automobilisti pentiti.

La prima visione dei tre modelli dal vivo, con calma nel dopo EICMA, avviene grazie alla disponibilità e cortesia della concessionaria Honda Aroni di Bareggio (MI).

La prima a mostrarsi è l’Integra, non può essere altrimenti con quel look che o piace o non piace, senza compromessi possibili.
Poco più in là, vedo una moto grigia, la Crosstourer 1200, abbastanza anonima alla prima occhiata, ma che forse proprio nella sua eleganza sobria nasconde le sue qualità, più defilata la NC700S, snella semplice, ma non povera.

INTEGRA



Uno scooter? Una Moto? Entrambe?
Forse la Yamaha pensava a qualcosa di simile quando presento il Re t-max ma Honda prova ad andare avanti, oltre, non punta sulle prestazioni, bensì sulle qualità ciclistiche con un telaio da moto un motore bicilindrico in linea e ruote da 17” gommate molto bene.
Trasmissione a catena e forcellone e quant’altro possa andare bene per una moto “vera”.
E sopra uno scudo importante da scooter, protettivo e una pedana lunga dove spostare i piedi.
Certo se come me non si è scooteristi, ci si trova spiazzati come posizione e sembra quasi poco lo spazio per le gambe, ma la pienezza del tunnel centrale da un senso di forza e di stabilità.
Family feeling del frontale che troveremo anche sulle altre due novità, comune a quasi tutti i modelli Honda degli ultimi anni.
Una Moto, o Scooter più verosimilmente, strano, che potrebbe attirare molti nuovi clienti, ma per lo stesso motivo non piacere assolutamente, del resto i gusti sono personali e solo il mercato darà le risposte.

CROSSTOURER



Vista all’EICMA nel 2010 e poi nel 2011 non mi ha fatto impazzire, ma vista con calma dal vivo la moto non è niente male.
Dal serbatoio alla coda ricorda molto, inevitabilmente, la BMW GS, ma anche la Yamaha SuperTenerè, del resto ormai si assomigliano tutte, la parte motore e fiancate del serbatoio diventano più personali fino al frontale decisamente Honda.
Sotto il serbatoio, il V4 riempie le forme con un grosso telaio a vista e un imponente radiatore che comunque non disturba la linea e non la rendono nemmeno sgraziata o troppo imponente come la precedente Varadero.
La seduta è comoda e tipica della tipologia di moto con una sensazione di possenza, ma non d’ingombri eccessivi.
Completissimo l’elenco degli accessori e disponibile anche nella versione con il modernissimo cambio automatico SDF.
Una moto che gli Hondisti aspettavamo molto, ma che potrebbe strappare qualche cliente a BMW oltre che sicuramente a Triumph e Yamaha.

NC700S

Una Naked dall’estetica semplice, ma non povera, snella e con un motore poco impegnativo, lo stesso bicilindrico fronte marcia dell’Integra, con cavalli limitati, mas sufficienti per viaggiare e disimpegnarsi nel traffico urbano ed extraurbano.
Nulla di stravolgente nell’estetica, tanto da confonderla frontalmente con altri modelli della casa dell’Ala Dorata, ma nello stesso tempo piacevolmente elegante e classica.
Particolare che strizza l’occhio agli scooter, il vano portaoggetti/porta casco al posto del serbatoio, che è spostato sotto la sella.
Non è una novità, l’avevamo già visto anni fa su Cagiva, BMW e recentemente su Aprilia, ma sicuramente potrebbe essere un particolare adatto per strizzare l’occhio a qualche Scooterista con voglia di qualcosa di più.
Snella tra le gambe e con tutti i comandi al posto giusto promette facilità di guida estrema che se unita alla possibilità del cambio automatico sequenziale che lo rende un “Cittadino” perfetto.

Tre proposte capaci di soddisfare una gamma ampia di utenti con possibilità di evoluzione e trasferimento degli stessi da un settore all’altro.
Tutte le moto sono proposte con il sistema C-ABS (Combined Anti-lock Braking System) di Honda e con un ampio catalogo di accessori per completare a piacimento il proprio sogno su due ruote.

Per i dati tecnici, prestazioni e prezzi rimando al sito ufficiale Honda.

Ora non ci resta che aspettare che il freddo di un po’ di tregua alla Pianura Padana per testare anche le doti dinamiche di queste interessanti nuove Honda.

Flap

{phocagallery view=category|categoryid=159|limitstart=0|limitcount=0}