fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

“Un sorriso per un giorno.”


 

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte………..
In effetti, è ancora notte o quasi, l’alba sta colorando il cielo quando usciamo per andare, come da molti anni a questa parte, alla Befana Benefica di Milano.
La schiena non permette di usare la Moto, ma lo Staff di AMotoMio ha il Jolly da giocare pur di partecipare alla Kermesse Meneghina arrivata alla sua 45^ edizione.

Così si aggiungono due ruote e a bordo di un capiente Quad Polaris raggiungiamo piazza Duomo per il ritrovo carico di doni, raccolti da tutto il gruppo Motoamichetti.it.



Quest’anno la partenza in Duomo è stata soggetta a grandi discussioni ed è rimasta in dubbio fino a pochi giorni prima della data, ma la tradizione e il colore di questa storica manifestazione benefica hanno vinto sull’ottusità delle scelte politiche.
Così siamo qui, in tanti come ogni anno, complice una giornata di sole pieno e cielo terso che invitava anche i più freddolosi a portare a spasso le due ruote.
Siamo in tanti a testimoniare la presenza e la voglia di fare del bene, di regalare un sorriso a chi è meno fortunato d noi.
Oggi non esiste distinzione tra pistaioli e amanti del tassello, non c’è rivalità tra scooteristi e motociclisti, BMWisti condividono la giornata con gli Harleysti, tutte le categorie sono presenti, una vetrina cielo aperto di moto dai primi decenni del novecento a oggi.
Gioielli che hanno fatto la storia del motociclismo accanto ad altri che semplicemente portano la storia, non meno importante, di chi le guida.
Tutti uniti sotto la sempre ottima guida del Motoclub Ticinese organizzatore dell’evento.


Molti i moto club e i gruppi presenti, innumerevoli i personaggi che hanno interpretato ironicamente il ruolo della Befana, la cui immagine o simbolo erano presente sulla maggior parte dei veicoli partecipanti.
Motociclisti festanti e ordinati anche se la presenza di qualche scalmanato amante del motore a fuori giri e dl burn-out non ha ancora capito che il contesto, soprattutto in questo discusso anno, non era quello giusto.
Dopo la rituale benedizione il lungo e chiassoso serpentone parte snodandosi per le vie del centro tra gli sguardi curiosi, divertiti, spesso festanti che accompagnano il corteo, qualcuno meno felice del forzato blocco in coda ha protestato, ma per una volta l’anno speriamo di non avergli procurato troppa acidità di stomaco.
Con la scorta e l’aiuto della Polizia Locale, da sempre presente e vicina attivamente alla Befana benefica, raggiungiamo la prima tappa prevista al Piccolo Cottolengo Don Orione.
Sciami di motociclisti festanti carichi di doni riempiono le stanze dell’istituto regalando oltre che giochi e dolci un sorriso che contagia gli ospiti presenti.
Ma la festa non finisce qui, perché l’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone aspetta con trepidazione l’annuale visita del colorato mondo dei motociclisti, che in un attimo invadono con la stessa allegria e solidarietà anche la seconda tappa della giornata.


Una giornata per ritrovarsi, per sorridere, ma anche per sensibilizzare e ricordarsi anche degli altri, regalando un sorriso per un giorno, anche se quel sorriso dentro di noi è carico di emozioni e sentimenti che spesso si materializzano in una lacrima che nascondiamo a stento dando la colpa al freddo.
Un rito di beneficienza e di comunione che si ripete da quarantacinque anni, dimostrando che il variegato popolo dei Motociclisti è attento al prossimo e sa superare le diversità, insomma che la Moto fa Bene, regala un sorriso per un giorno, ma facciamolo durare tutto l’anno, non solo il 6 Gennaio.

Flap

 

{phocagallery view=category|categoryid=147|limitstart=0|limitcount=0}