fbpx
Il triangolo
Categoria: trafiletti

Il triangolo da sempre elemento geometrico iconografico che seguendo ogni personale logica, religione e sesso porta interpretazioni che ne hanno fatto il protagonista di canzoni, immagini e simbologie.


Nel codice della strada, ma non solo, è indicazione di pericolo (ribaltato dare precedenza) e lo troviamo spesso sulle strumentazioni e sui comandi dei nostri veicoli.
Ultimamente compare anche sugli specchietti delle auto più dotate per segnalare al presenza di un veicolo nel cosiddetto “angolo morto” (Blind Spot Assist).

Un ulteriore passo avanti negli aiuti elettronici che possono migliorare la sicurezza attiva e a cui sono decisamente favorevole conscio altrettanto però che nulla possano senza il cervello di chi li utilizza.
Di fatto è così, lo vedo mentre mi avvicino sul lato sinistro, il magico triangolo giallo illuminarsi sullo specchietto della grossa berlina che mi precede. siamo vicini e il triangolo è sempre li a segnalare al conducente la mia vicina presenza che dovrebbe far si che, se proprio non vuole spostarsi a destra, perlomeno mantenga la sua linea lungo la carreggiata.

Invece no, dall'accensione della spia anche l’auto si sposta sensibilmente verso sinistra costringendomi ad allargare ulteriormente il sorpasso.
Certo non mi avrà visto e non avrà nemmeno visto il triangolo, o forse non lo vede da tempo, mi viene da pensare, seguendo un parallelismo ai servi della gleba di Elio e le Storie Tese.

Lo sfilo velocemente e proseguo, continuo nella mia attuale abitudine a pensare in bene e alla non intenzionalità, certo che avesse avuto gli occhi alla strada e non allo smartphone…

Utile la tecnologia, sempre che sia collegata al cervello, ma nessun accessorio può supplire la stupidità umana.

Back To Top