fbpx
nebbia
Categoria: trafiletti

Alla fine è arrivata, puntualmente a definire l’Autunno, creando quell’ennesimo confine che molti motociclisti non amano superare.


La nebbia non è amata da chi va in moto, limita la visibilità, bagna, nasconde e offusca. Ci rende ancora più invisibili e nasconde le insidie. Ci sorprende a volte inaspettatamente e ci costringe a viaggiare ammantati nel suo umido grigiore. Appanna le visiere, ci bagna  i vestiti e raffredda il corpo, rende viscide le strade, insomma un disastro.
Lascia incerti in quelle mattine programmate da tempo se tornare sotto al piumone o decidersi a immergersi in essa, qualche volta inevitabilmente la scelta è imposta e quasi mai la preferita.

La nebbia è un triste velo che si poggia su ogni cosa e toglie la vista della meraviglia del mondo.
La stagione è questa e anche la nebbia può essere anche estremamente dolce, specialmente nelle giornate più fredde in cui non si ha voglia di fare nulla. Guardarla dalla finestra rende il mondo ovattato, come assopito, mentre dentro alle case la vita va avanti. Allora il piacere diventa rifugiarsi nel piacere del box prendendosi cura della nostra due ruote aspettando un tempo migliore.

Senza tristezza con la giornata scorre tranquilla e invisibile agli occhi degli altri. Oppure dedicarsi alla lettura di un buon libro con quel sottofondo musicale che dilata i tempi e rende piacevole il divano. Un modo per non lasciarsi prendere dalla tristezza e malinconia di una giornata di nebbia.

Basta viverla con lo spirito giusto e trasformarla in una estremamente rilassante, lenta, fuori dal tempo che normalmente scandisce le nostre vite…oppure sfidarla e infilarcisi dentro consapevolmente aspettando, sperando, che il sole a poco a poco ne prenda il posto.

Back To Top