Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Stylmartin Delta Rs - Test aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Non so per voi, ma per me lo stivale ha sempre rappresentato l'essenza del motociclista; quel mix tra stile e sicurezza che ti identificano subito (insieme al casco ovviamente) quando scendi dalla moto, e che regala un senso di protezione, dagli agenti atmosferici, ma sopratutto dal resto per caviglie e piedi.

Il mercato ci ha abituato innumerevoli declinazioni dell'immagine dello stivale, tanto che a colpo d'occhio ormai si capisce la vocazione di questo accessorio; iper sportivi, classici, stylosi e perchè no "turisti incalliti"; quest'ultima parte è quella che da sempre mi piace, l'idea del viaggio al primo sguardo, di strade lontane, di pioggia, di sole, di vento, di tutto quell'arcobaleno di situazioni che un viaggiatore o un semplice mototurista deve affrontare, siano esse avventure quotidiane o il viaggio della vita.

Stylmartin ci propone questi Delta RS, quasi una evoluzione dello storico Delta R di cui già vi avevamo dato la nostra opinione qui. Ovviamente in pelle, nero elegante e con quella fibbia laterale pratica e regolabile, che se da un lato strizza l'occhio all'enduro Style (ma non necessariamente solo a quello) dall'altro regala cattiveria Q.B. Stile enduro dicevamo, ma vi posso assicurare che non sfigura (anzi il contrario) anche su naked e moto di altra foggia.

Basta dare un occhio alla scheda tecnica per accorgersi che siamo al top di gamma, con membrana interna impermeabile ma traspirante, chiusura in velcro e appunto fibbia autobloccante, protezioni ai malleoli, e rinforzo sul collo in corrispondenza del cambio; raddoppiato su tutti e due gli stivali, a contribuire al disegno di insieme. Non manca un inserto riflettente e la soletta interna è removibile. Indossati sembrano confortevoli sin da subito, sia in sella (fondamentale) sia passeggiando; a ben pensarci quest'ultima virtù non è così automatica, basta pensare a stivali concepiti solo per stare in sella (gli ipersport ad esempio) per capire e scoprire che passeggiarci non è poi così facile.

Concepito e comodo come una scarpa di lusso, si rende esoscheletro per farci da scuso nelle situazioni più disparate; su tutte la più facile è la pioggia, che per fortuna quest'anno abbiamo preso in piccole dosi, ecco quindi come sempre il nostro test "empirico" di impermeabilità, sia artistico che in un fresco ruscello di alta montagna;

Il Delta RS non tradisce le aspettative e ci mantiene asciutti. Uno stivale che si presenta come all-season, ma che ovviamente in estate, con il caldazzo paga lo scotto di essere in pelle e di avere la membrana impermeabile, che per quanto traspirante non può certo assomigliare all'aria condizionata. Lo abbiamo già "guidato" parecchio in alcuni viaggi a medio raggio, il long test finale sarà portarlo in Scozia e poi raccontarvi come si è comportato in migliaia di km.

Già in Scozia..beh avete mai conosciuto uno stivale più fortunato??

aMotoMio #provato davvero

Fagna