Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Ivano Beggio - Aprilia
Il motociclismo perde Ivano Beggio, patron di Aprilia
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Scompare all'età di 73 anni il patron di Aprilia, quell'Ivano Beggio che ha portato la sua passione motociclistica al di là di ogni più ardito sogno, da un piccolo comune del Veneto, alla ribalta mondiale nello sport e nell'immaginario collettivo , costruendo il mito Aprilia.

Padre e padrone della storia motociclistica di Aprilia, quella vincente e quella dei grandi campioni che ancora oggi incantano il mondo, Ivano Beggio lascia nel ricordo dei tanti motociclisti pietre migliari della storia delle due ruote, con modelli di cui si parlerà ancora per molti anni.

Per capire il personaggio, l'uomo, basta leggere la dichiarazione di Romano Albesiano, Direttore Sportivo di Aprilia Racing: “Bisogna pensare ai campioni che Aprilia ha fatto crescere, alle vittorie che ha collezionato, per capire l’importanza del progetto di Ivano Beggio. Pensare di sfidare in pista i Giapponesi, andare a misurarsi contro i costruttori più grandi partendo da zero e alla fine vincere significa mettere insieme testa e cuore. Grandi capacità manageriali e tanto amore per il nostro mondo”.

Ivano Beggio, classe 1944, ha iniziato la passione per le due ruote nella fabbrica artigianale di biciclette Aprilia del padre, innovandone e diversificando la produzione, con l’introduzione di motociclette e scooter.

Nel 1975 costituisce un piccolo team per la produzione di motociclette da competizione che, grazie all’innovazione tecnico-produttiva, si afferma in breve tempo, tanto da aggiudicarsi nel 1977 il campionato italiano cross nelle classi 125 e 250 cc. Dal 1980 Aprilia inizia a produrre in serie motociclette di piccola cilindrata (50 e 125cc) e in seguito lancia sul mercato modelli di grande successo destinati alla mobilità urbana, esteticamente e tecnologicamente innovativi: nel 1991 lo Scarabeo, il primo scooter a ruote alte del mercato europeo; nel 1992 il primo scooter e la prima moto due tempi con marmitta catalitica; nel 1993 il primo scooter targato; nel 1998 entra nel settore delle moto di grande cilindrata con la RSV Mille.

Nel Motomondiale, dove ha esordito nel 1985 nella classe 250, Aprilia ha portato al successo grandi campioni di livello mondiale, tra cui Max Biaggi, Marco Simoncelli, Valentino Rossi, Casey Stoner, Alvaro Bautista, Loris Capirossi, Marco Melandri, Manuel Poggiali e Alessandro Gramigni.

 

aMotoMio.it