Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Ott 2020

Circuito MotoGp Brasile

I calendari delle due massime serie si aggiornano e per il futuro mentre la MotoGP sorride e prepara i piloti a essere infaticabili stacanovisti, la Superbike continua a essere in forte difficoltà.


Il campionato MotoGP si appresta ad acquisire anche la data del Brasile sul nuovo circuito vicino a Rio de Janeiro, primo acuto verso la trasformazione del calendario ad un impegno a 22 date,m questo è quello che emerge da diverse indiscrezioni, le richieste dai diversi circuiti ci sono, manca solo la chiusura dell'accordo dopo le opportune verifiche e a incrociare le date disponibili a calendario con le esigenze. Vedremo un campionato sempre più lungo, per la gioia degli appassionati.

Discorso diverso e tutto al contrario per la Superbike, che perde per il 2020 anche il mitico cavatappi di Laguna Seca dopo aver perso la Thailandia. Una data in sostituzione arriva dal rientro della Germania, ma sul circuito di Oschersleben, mentre il gestore sta cercando una soluzione in Spagna per arrivare alle 13 date promesse nei contratti televisivi. Una situazione comunque sempre sul filo, con ormai solo due date extraeuropee, quasi a indicare che le derivate si stanno richiudendo su sé stessa, un brutto segnale.

La questione è stata messa in luce più volte, ne fa una questione di moneta il gestore, che vuole soldi per vendere l'evento ai circuiti, vogliono soldi i circuiti che dagli incassi devono andare in positivo a fine week end, cosa che QUESTA Superbike non riesce a dare.