Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Marco Melandri
Superbike Ducati: fuori Melandri, dentro Bautista
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Annunciato ufficialmente il cambio di line up per il team ufficiale Aruva Ducati, che dalla stagione 2019 schiererà accanto al riconfermato Chaz Davies lo spagnolo Alvaro Bautista, che abbandona dopo 16 anni il motomondiale per trasferirsi nelle derivate di serie. Un salto importante quello dello spagnolo, ma un'acquisizione importante per Ducati che sarà impegnata a sviluppare in pista il nuovo 4 cilindri a V, dal quale la casa di Borgo Panigale si aspetta il ritorno al titolo mondiale.

Ducati da sempre investe in quello che è la sua moto simbolo, la superbike che incarna lo spirito della motocicletta sportiva, quindi il ritorno al titolo mondiale resta un punto focale della sua strategia, specialmente ora che ha deciso il passaggio al quattro cilindri.

Pesa ora l'incertezza sul destino di Marco Melandri, che negli ultimi due anni ha faticato a far sua la Panigale, con effetti in pista anche vistori, nonostante tutti pensassero che questo fosse l'anno giusto. Sulla separazione quindi potrebbero aver pesato i risultati, forse questioni monetarie, o forse alcune pressioni (si mormora) per dare una sella ad un pilota "gradito".

La crisi della Superbike forse parte anche da qui, da episodi come questi, con piloti di valore che hanno dovuto lasciare la Superbike per serie minori, mentre altri piloti di basso valoro continuano ad avere selle anche importanti.