fbpx
DUNLOP K70
Categoria: Le nostre prove

Più che un test vero è proprio diciamo che sono considerazioni e prime impressioni sulle Dunlop K70 che abbiamo scelto per la nostra moto vintage.


Le gomme sono la base della sicurezza nella guida della moto, su quei pochi centimetri di gomma si concentra la nostra stabilità.

Una piccola sezione a contatto con il suolo capace di dare aderenza, attrito, e quindi permettere alla nostra moto di muoversi, fermarsi e rimanere in strada.

Gli pneumatici da moto hanno subito uno sviluppo tecnologico incredibile che è andato di pari passo a quello delle due ruote; adeguandosi quindi alle potenze sempre crescenti e alle esigenze di ciclistiche sempre più sofisticate.

Dunlop K70 1

Gomme che sono cresciute di dimensioni, hanno mescole più performanti e a volte più mescole nella stessa gomma. Hanno profili e carcasse studiate per ogni specifico utilizzo e tipologia di moto; insomma un mondo incredibile, spesso sottovalutato dai motociclisti stessi che guardano solo il consumo come riferimento per la sicurezza.

Sappiamo però che una gomma potrebbe avere ancora molto battistrada ma, a causa dell’invecchiamento dei materiali gommosi, potrebbe aver perso parte della sua capacità di aderenza al suolo e/o, peggio subire delle modifiche strutturali o danni che possono portare alla rottura durante l’uso con le immaginabili conseguenze.

Qualche volta invecchiamento che diventa evidente con screpolature sulle “spalle” e/o sul battistrada, ma in qualche caso invisibile e allora probabilmente l’età della gomma diventa uno dei parametri che possono far decidere per la sostituzione, per raggiunti limiti d’età e sicurezza, anche di gomme apparentemente “Nuove”.
Il problema diventa rilevante nel settore delle moto d’epoca, o comunque datate, dove spesso la scelta delle misure a codice diventa limitata, e dove l’estetica diventa importante nel complesso estetico e storico del modello.

Dunlop K70 2

Ecco che quindi nel riportare in vita la nostra HD Cagiva SST250 del 1980 abbiamo dovuto cercare degli pneumatici che rispettassero le misure (Ancora in pollici) riportate sul libretto e che rispecchiassero nel disegno del battistrada l’estetica delle gomme degli anni ’80.

Ecco che, complice come sempre F.lli Moro di Milano che ci ha consigliato la direzione da seguire e i modelli che potevano rispecchiare le nostre esigenze, abbiamo selezionato le DUNLOP K70.

Un modello che è stato sviluppato per combinare, con il suo battistrada classico, il fascino delle moto di un tempo con l’odierna e moderna tecnologia Dunlop.

Già perché non basta avere l’estetica perfetta, bisogna poter sfruttare al meglio l’evoluzione delle gomme capaci di dare una sicurezza sicuramente maggiore rispetto a qualche decennio fa.

Dunlop K70 6

Disponibili nelle misure più in voga al momento le K70, che fanno parte della gamma Classic, noi le abbiamo scelte come da indicazioni della cara da circolazione nelle misure: anteriore 3.25x19 e  posteriore 4.00x18.

Inutile dire che per il montaggio sugli storici cerchi a raggi della HD Cagiva SST250 ci siamo rivolti agli specialisti delle gomme da moto, i suddetti F.lli Moro, ormai punto di riferimento per i motociclisti Milanesi e non solo.

Dunlop K70 3

Montaggio che ha comportato, sempre per i suddetti motivi di sicurezza ed invecchiamento, anche la sostituzione delle camere d’aria.
Mai rischiare che per risparmiare qualche decina di euro si corra il rischio di una spiacevole improvvista rottura della camera, cosa che avendo sperimentato in passato non auguriamo a nessuno.

Ecco che quindi a restauro conservativo finito le gomme fanno bella mostra completando il look del risultato finale e la fedeltà estetica ai parametri del modello di oltre quarant’anni fa.
Moto d’epoca, disegno delle gomme “vecchio”, ma tenuta e sicurezza capace di arginare l’esuberanza del monocilindrico da un quarto di litro.

Dunlop K70 4

Ammettiamo che il test per ora è stato solo la percorrenza di qualche centinaia di chilometri e di fatto molte moto d’epoca ne fanno forse di meno, ma la sensazione di sicurezza e bontà nell’essere neutre nel comportamento ciclistico allegro della SST250 è stato davvero apprezzato.

Buona la trazione e la tenuta in frenata, certo le potenze non sono quelle attuali e anche il disco anteriore non ha il mordente delle unità più moderne, ma comunque la sensazione è stata di prestazioni adeguate, probabilmente superiori a quelle richieste dai modelli a cui queste gomme sono destinate.

Dunlop K70 5

Esteticamente perfette, e questo è il primo punto di forza, dinamicamente sicure, elemento secondo noi più importante e con un battistrada ben scolpito, come si usava un tempo, che promette anche una buona percorrenza chilometrica. Certo un parametro poco rilevante nel settore delle moto d’epoca ma che vi sapremo indicare nell’uso.
Per ora non ci resta che fidarci dell’esperienza di Dunlop nel settore Moto.

Le DUNLOP K70 sono quindi delle papabili possibilità per usare le nostre “Vecchie” moto in sicurezza mantenendo invariato il nostalgico stile fatto di piccoli dettagli che in questo caso sono rotondi e neri.

Tutta la gamma sul Sito DUNLOP

Grazie a Roberto Serati per le foto

GALLERY