fbpx
Domitilla Quadrelli
Categoria: La moto in rosa

Domitilla va in moto come tante altre donne, ma non disdegna la terra, il fango e l’avventura. Giovane e spigliata è riuscita a coniugare l’eleganza femminile in un mondo dove la polvere regna sovrana.


La sua passione per gli eventi e i ritrovi i ha fatto mettere in luce le sue capacità organizzative che in questi anni gli stanno dando parecchie soddisfazioni.

Donna che non si tira indietro ha accettato la nostra piccola sfida.

- descriviti in meno di 300 parole:
Classe 1991, Sagittario, una perenne entusiasta ed ottimista. Non ho mai conosciuto sabati né domeniche lavorando da sempre nel settore degli eventi. La passione per gli eventi e per le moto mi ha portato a fondare il WMBootcamp, un evento per tutte le donne che amano le moto e per coloro che ancora non sanno di amarle. Ho un animo ottimista, un carattere deciso, un tono schietto e qualche osso rotto imparando ad andare in moto.

Domitilla Quadrelli 2

-La Moto per te è?
Agilità e sudore, potermi divertire con poco insieme a persone che hanno la mia stessa passione. Allenandomi con il sole, la pioggia, il freddo o il caldo torrido.

- Ora fatti sette domande che vorresti ti facessimo e ovviamente risponditi.
1-Un consiglio che daresti ad una motociclista indecisa?
Prendi la patente e parti, non ascoltare chi ti dice che non fa per te. Puoi partire con una moto da 1.000 euro come con una moto nuova di zecca, non è importante. Prendi confidenza con le due ruote e parti per qualche avventura vicino o lontano da casa. Questa passione ti troverà nuovi amici, nuove sfide e sarà una iniezione di autostima ineguagliabile.

2-La tua prima moto?
Una Yamaha Tenerè del 1991, targata Treviso. Il miglior affare di sempre perché essendo ASI ho pagato da subito molto meno di assicurazione. Ora che si può usare la stessa classe di merito delle auto anche per le moto è un po’ più conveniente ma le moto d'epoca sono sempre un buon affare, basta non prenderla sul personale se ogni tanto non partono o danno problemi. Anche quella è un'avventura.

3-Programmi di viaggi a due ruote nei prossimi mesi?
In realtà di viaggi su strada ne faccio sempre meno, più che altro stiamo facendo molti km per partecipare alle gare di Motorally o alle Motocavalcate che spesso ci portano in Sardegna o in regioni d'Italia lontane dal Veneto.
Il primo evento in calendario è il Legend Rally di Sardegna con 3 giorni di enduro/Motorally, non vedo l'ora di tornare ad allenarmi per boschi e non solo in pista.

4-Tre oggetti che porti sempre con te in moto?
La carta di credito, il TomTom e lo shampoo secco per quando mi tolgo il casco ed ho i capelli appiccicosi.

5-Quale consiglio daresti a chi vorrebbe provare il fuoristrada?
Di affidarsi ad una scuola di professionisti e di munirsi da subito di protezioni della propria taglia e di buona qualità. Avere la licenza per allenarmi in pista da enduro /Motocross mi ha aiutato a non impazzire nel 2020 e poter guidare la moto in sicurezza e senza infrangere la legge. Per guidare off-road servono muscoli e buona resistenza fisica, altrimenti si rischia di farsi male ed in generale di stare pochi minuti in pista perciò allenarsi è una delle regole n.1 ancora prima di mettersi in sella.

6-7 … scusa ma devo andare in moto…!!!

Domitilla Quadrelli 1

- Descrivi la foto che ci hai mandato e perché l’hai scelta.
Questa foto è del 2018 durante la mia prima gara di Enduro d'epoca guidata con un metro di fango a Biarritz (Francia). La mia KTM 125 GS del 73 si era ingolfata e per fare l'ultima mance mi hanno prestato questa Kawasaki che è partita al primo colpo e mi ha permesso di fare anche l'ultimo giro.

GALLERY