Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

"Il Motociclista legge?"

 

La risposta è sì, e non solo riviste specializzate.
Basta con questi stereotipi che ci accompagnano, non siamo “Brutti, sporchi e cattivi”, infatti, di solito ci laviamo, siamo tendenzialmente buoni e se proprio non belli……almeno piacciamo.
Quindi perché non dovremmo leggere?Di fatto frequentando forum e pagine nei social network ne esce un popolo Dueruotistico sempre più incline a dedicare del tempo alla lettura.
Poi, c’è anche chi va oltre e scrive.
Roberto Parodi è uno di questi, Motociclista da sempre, ha scoperto la sua vena da scrittore in quell’età dove la vita ricomincia.
Dopo il successo di “Scheggia” eccolo a una nuova prova letteraria con “Controsole” che ha presentato in una piacevole serata novembrina a Milano presso Mondadori.


Un pubblico numeroso, variegato di appassionati lettori, oltre che, non necessariamente, motociclisti, attenti al racconto del viaggio di Roberto e l’amico Arrigo Roveda attraverso l’Est turbolento che ha ispirato il libro.
Un racconto simpatico a due voci, più quella dell’amico Fabio Caressa, a tratti divertente sul modo di interpretare di vedere e viaggiare in mondi pericolosi e difficili che si rilevano poi sorprese inaspettate.
Ma Parodi, nel libro, non racconta il viaggio, confeziona un romanzo maturo a tutto tondo, dove la moto è un pretesto per raccontare qualcosa di più intenso.
La moto è un mezzo per portare l’attenzione su valori ben più grandi, era l’Amicizia in “Scheggia”, è la Famiglia, in particolare i figli, in questa nuova opera.
Il compagno di viaggio non è l’amico sulla sua moto Tedesca, ma il figlio seduto sul sellino posteriore della sua fida Harley.
Ecco la descrizione dell’autore:
“Un padre che ha lasciato le certezze di un'esistenza sui binari, e anche gli affetti, per inseguire il sogno di una vita diversa.
Un figlio adolescente chiuso nel suo mondo.
Salgono insieme su una moto per affrontare un problema che si trova - forse - dall'altra parte del globo.
Lui, il ragazzo, vuole fare qualcosa di concreto, per la prima volta: lui, il padre, vuole ricostruire il rapporto con quel figlio sfuggente.
Guidano per diecimila chilometri su una vecchia Harley che conosce le strade del mondo, attraversano un confine dopo l'altro, un paesaggio dopo l'altro, un popolo dopo l'altro - dall'Italia all'India, passando per la Turchia, l'Iran e il Pakistan.
E chilometro dopo chilometro si parlano, s’incontrano, si avvicinano, imparano di nuovo a volersi bene.”.

Chi ha apprezzato “Scheggia” probabilmente non sarà deluso……... vi lascio con una piccola biografia dello Scrittore e vado subito a iniziare a leggere la mia copia autografata.
Grazie Roberto.

P.S. personale:
Uscendo dalla presentazione del libro ho pensato a questo rapporto padre/figlio, mia figlia ha la stessa età di quello di Roberto il cui alter ego è Roy in “Controsole”, con Francesca c’è un progetto di viaggio insieme, quindi ho fatto mie molte delle parole relative a queste emozioni dell'essere padre.
L’occhio mi è caduto su uno di quei magneti da frigorifero che recitava “ Una figlia è una bimba che crescendo diventa un’Amica”, forse un po’ eccessiva, ma sarà un caso?

Flap

 

 

Roberto Parodi è nato "in" Alessandria, dove ha vissuto fino al termine del liceo trasferendosi poi stabilmente a Milano, dopo l'università.
Nascoste in un angolo della sua mente e del suo cuore, ci sono sempre state una moto, una chitarra e un'armonica a bocca, e solo dopo i quaranta ha capito che - oltre che usarle - il modo più divertente per unire quelle cose, era scriverne. Da qualche anno sta cercando di recuperare il tempo perduto.  E' giornalista e scrittore e tra una ballad e un viaggio, ha avuto il tempo per avere tre figli con la stessa moglie ed è riuscito - finora - a non lasciarsela scappare. 
Nel 2008 ha pubblicato"Il cuore a due cilindri" (FBE Edizioni) e nel 2010, per la TEA Libri, il suo primo romanzo: "Scheggia”.

Controsole,
Romanzo di Roberto Parodi
TEA Libri, 296 pagine, 13 Euro

Il suo sito internet è www.threepercenters.it

News

Video

Watch the video

Le Novità

Chiamarlo “tampone paramotore” è assolutamente limitativo (non a caso il sostantivo scelto da GIVI è slider). A chiarirlo, con certezza, concorrono design e materiali di alta qualità, abbinati con...

Leggi tutto...

Le novità Kappamoto si presentano sempre più leggere, più sicure, più robuste. Dal 1956 il marchio è infatti impegnato a migiorare anno dopo anno i prodotti grazie all'impiego di tecnologie sempre...

Leggi tutto...

Una NUOVA linea di prodotti completamente ecologici dedicati alla protezione della MOTO.Nasce da un sogno, dall’idea di un imprenditore che desidera custodire gelosamente le cose che ama e per farlo...

Leggi tutto...

I Trafiletti

Così nello spazio c’è il buco nero! Lo sapevamo da tempo però ora ci hanno mostrato una bella fotografia che lo ritrae.Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo…ma soprattutto con che mezzo!

Leggi tutto...

Le chiamavo così trent’anni fa quando scappavo da casa e dai lavori domestici con il consenso non sempre felice della moglie.Avevano lo stesso sapore quando la figlia piccola giustamente pretendeva il suo tempo e queste diventavano le piccole fughe che il motociclista che è in me pretendeva.

Leggi tutto...

La moto scorre leggera lungo le curve che salgono al Sacro Monte di Varese, una danza morbida fluida, precisa.Non eccessivamente veloce, ma tremendamente efficace, tanto che la mia ruota davanti si allontana sempre di più dalla ruota posteriore di Marco fino a perderla definitivamente di vista.

Leggi tutto...