Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Giovedì, Gio Ott 2020
  • Ad Adria la quarta tappa del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance

    Tre vincitori diversi in tre gare e una avvincente lotta al vertice della classifica generale: è con queste premesse che il Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance torna in pista questo fine settimana all’Adria International Raceway, in provincia di Rovigo.

    Giunta alla quarta tappa stagionale, la nuova serie monomarca organizzata da FMI e Moto Guzzi e dedicata alle Moto Guzzi V7 III equipaggiate con il Kit Racing GCorse e con le gomme Pirelli Phantom Sportscomp RS sta riscuotendo un grande successo grazie all’inedito format che offre a tutti i motociclisti l’opportunità di correre in circuito in una atmosfera di grande amicizia e divertimento.

    Con l’arrivo del nuovo team Gaffe salgono a 20 le squadre iscritte al Trofeo: sul tracciato veneto saranno ben 40 i piloti che si alterneranno in sella alle Moto Guzzi V7 III, dando vita a un altro weekend all’insegna della passione in pista e nel paddock, in pieno stile “guzzista”. Al via ci sarà ovviamente anche la V7 III del Team The Clan, sulla quale si alterneranno due nuovi piloti votati online dagli appassionati Guzzisti della community ufficiale Moto Guzzi “The Clan”.

    Alla vigilia dell’appuntamento veneto la classifica generale vede un emozionante testa a testa tra il Team Circuito Internazionale d’Abruzzo - in caccia della prima vittoria dopo tre piazzamenti a podio - e il Team Biker’s Island, impostosi a Magione lo scorso 23 giugno. La tappa di Adria sarà perciò molto importante in vista della gara che si preannuncia decisiva, il gran finale in programma a Misano.

    Nel cuore del paddock spazio anche agli appassionati, con lo Shop dell’Aquila, porta di accesso al mondo Moto Guzzi anche per chi motociclista non è, o non è ancora, grazie alla ricca offerta di abbigliamento e merchandising originali.

    Il quinto e ultimo appuntamento del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2019 si terrà all’autodromo di Misano il 13 ottobre. L’iscrizione ai singoli appuntamenti del Trofeo è possibile fino a due settimane prima della gara.

    Per rimanere aggiornati su tutte le novità relative al trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2019 è sufficiente consultare le pagine web del Trofeo, fastendurance.motoguzzi.com, e il sito della Federazione Motociclistica Italiana, www.federmoto.it.

  • Ducati Memorabilia: i pezzi delle moto da corsa diventano oggetti da collezione

    Collezionare parti originali delle moto che partecipano ai campionati MotoGP e SBK è un sogno per ogni appassionato Ducatista, un sogno che, finalmente, può diventare realtà.

  • MotoGP Assen: Maverick Vinales sfianca la Honda di Marquez

    Il MotoGP al TT di Assen sorprende con le prime buone notizie per Yamaha, Maverick Vinales regola Marc Marquez, che pur in difesa allunga ancora su una deludente Ducati. Terza caduta per Valentino Rossi.

  • MotoGP Austria: strepitoso Dovizioso, duro, coriaceo, aggressivo... vincente

    Un finale adrenalinico vissuto in totale sospensione ha decretato una delle vittorie più belle di Andrea Dovizioso e della Ducati nel MotoGP in Austria, l'ombra della scorsa settimana sulle spalle di Marc Marquez è diventata una presenza concreta, di forza, aggressiva, con una vittoria che ha raddrizzato un week end pieno di veleni in casa Ducati.

  • MotoGP Brno: Marquez domina, ma c'è l'ombra di Dovizioso

    Gara sul circuito di Brno con poche emozioni, la MotoGP deve inchinarsi ancora una volta alla forma e al talento di Marc Marquez, che allunga e consolida in classifica, mentre Andrea Dovizioso ritrova finalmente la via per tornare nelle posizioni che contano. Il resto... è poca cosa.

  • MotoGP Jorge Lorenzo: stop per altre due gare?

    Dopo il ritorno in pista a Silverstone, sembra che per Jorge Lorenzo ci siano ancora problemi. Gli strascichi dell'infortunio avvenuto nel week end di MotoGP ad Aragon, che gli hanno procurato la frattura a due vertebre, continuano a rallentare il rientro al pilota maiorchino.

    Dopo la due giorni di test a Misano dove ha primeggiato Fabio Quartararo con la Yamaha, dove Jorge Lorenzo ha concluso i test dopo una sola mattinata in pista proprio a causa del dolore e delle non perfette condizioni fisiche, indiscrezioni parlano di un forfait per i prossimi due gran premi, dove Jorge potrebbe saltare Misano e Aragon.

    Un brutto infortunio quello del maiorchino, che si somma alle difficoltà di adattamento alla Honda RC213V, con Honda concentrata su Marc Marquez e poco incline a rischiare di snaturare un duo che porta risultati, Jorge non ha mai trovato feeling con la moto, e si ritrova con sempre più tempo sottratto dagli strascichi degli infortuni.

    L'unica speranza è che le nuove voci sui dubbi a proposito del futuro in Honda ma anche nelle corse, siano solo temporanee e subordinate al rientro totale dall'infortunio. Se non sarà poi in Honda il suo futuro, un campione del suo calibro troverà sicuramente una sella.

  • MotoGP Misano in TV: Marquez a caccia della vittoria perduta

    Mancano poche ore all'inizio delle ostilità, i piloti della MotoGP hanno invaso l'asfalto del circuito di Misano, preceduti da Valentino Rossi che ha voluto festeggiare il fran premio di casa percorrendo la strada che porta da Tavullia al circuito con la sua Yamaha M1, la classica gita fuoriporta, ma con una moto sicuramente fuori dall'ordinario.

    Occhi puntati sul campione del mondo Marc Marquez, ormai in possesso di un margine considerevole dagli avversari, è però in cerca della vittoria dopo aver ceduto gli ultimi due gran premi all'ultima curva. Ad attenderlo i due vincitori delle ultime due gare, Andrea Dovizioso e Alex Rins, ma anche due degli alfieri di casa Yamaha che potrebbero insidiarlo, il velocissimo Quartararo, atteso alla prima vittoria, e Maverick Vinales.

    Incognita Valentino Rossi, nel GP di casa potrebbe fare bene, ma deve completare il percorso che lo ha riportato in crescita negli utlimi gran premi. C'è abbastanza carne al fuoco per diversi e per vedere unabella gara.

    Programmazione TV su Sky e TV8

  • MotoGP MIsano: Jorge Lorenzo sarà regolarmente in pista

    Mancano poche ore all'inizio del week end del MotoGP di Misano, data attesa quanto quella del Mugello per noi italiani, ma ancora di più da molti piloti che hanno casa non lontano dal circuito adriatico. Occhi puntati su Jorge Lorenzo, che dopo alcune indescrezioni che lo davano fuori per altri due MotoGP a causa dei postumi dell'infortunio alle vertebre, sarà regolarmente al via del GP di Misano.

    Le indiscrezioni erano arrivate dopo che Jorge aveva interrotto i test MotoGP alla fine della mattinata del primo giorno a causa del forte dolore che ancora accusava. Da lì alcune indiscrezioni, forse ipotesi, arrivate dall'angolo di Lorenzo, ipotesi fortunatamente tramontata. Il termine anticipato dei test è stata più che altro una mossa per allungare il periodo di recupero e avere più possibilità di scendere in gara gà da Misano.

    Evidentemente il maiorchino e il suo staff non hanno reputato fondamentale i risultati dei test sulla moto, in una stagione ormai segnata da infortuni e problemi di adattamento.

  • MotoGP Motegi in TV: Marquez libero dalla classifica, chi lo fermerà?

    Gran Premio del Giappone per la MotoGP, con il titolo già assegnato, Marc Marquez sarà ancora più linero da ogni pensiero e preoccupazione, aprendo la manetta senza alcun timore di fare uno zero in classifica.

  • MotoGP Motegi: Marquez regala il titolo cosruttori a Honda

    MotoGP in Giappone a favore di Marc Marquez, che doina la gara di casa Honda tenendo a distanza il giovane Quartararo. Lo spagnolo perde la prima posizione solo un per un paio di curve, poi controlla la corsa e regala anche il titolo costruttori alla casa giapponese.

  • MotoGP Sepang: pole per Quartararo, volano le Yamaha

    Qualifiche MotoGP in Malesia che vedono ancora una volta primeggiare lo squadrone Yamaha, nel finale corpo a corpo tra Maverick Vinales e Fabio Quartararo, ed è il giovane pilota francese ad avere la meglio con un giro perfetto.

  • MotoGP Tailandia in TV: qualcuno può fermare Marquez?

    La MotoGP si trasferisce in estremo oriente, sarà il circuito di Buriram in Tailandia ad ospitare il prossimo gran premio.

  • MotoGP Thailandia: Marc Marquez mette in buca l'ottavo titolo, ma quel Quartararo...

    Otto titoli mondiali a soli 26 anni, il talento di Marc Marquez raggiunge l’apice quando ha già in cassaforte più della metà dei titoli di Giacomo Agostini e uno solo in meno di Valentino Rossi. È un dominio consolidato, una dimostrazione di forza che si chiude con quattro gare MotoGP ancora da disputare.

  • MotoGP Valentino Rossi: prima fumata del week end

    Un week end partito in modo complicato per Valentino Rossi. Il ritorno dopo le vacanze estive sul tracciato del motomondiale a Brno, è stato all'insegna delle domande sul suo futuro e sulla Yamaha.

    In entrambe le situazioni Valentino ha trovato le parole e l'umore giusto per rispondere alle due spinose questioni. Alla domanda sul suo ritiro ha reagito tra il divertito e il seccato, il nove volte campione del mondo ha detto chiaramente che non ha intenzione di ritirarsi, non c'è una data, e per ora ha un contratto fino a fine 2020 che vuole sfruttare fino in fondo.  Il gossip estivo lo conosce, è normale, ma non  lo ha divertito continuare a leggere di questioni sul suo ritiro anticipato.

    Poi si passa alla questione M1, la sua Yamaha con cui fatica a trovare le prestazioni giuste, ma che riconosce che nelle mani di Vinales, Quartararo e Morbidelli stanno andando bene, quindi una competitività ritrovata ma al quale non riesce a trovare il feeling giusto. E' nella conferenza di inizio week end che Valentino dice di essere alla ricerca di un miglior feeling con questa M1 con la quale i suoi compagni riescono a lottare per la vittoria. Se l'anno scorso era il migliore dei piloti Yamaha, quest'anno rischia di essere l'ultimo.

    Il week end poi inizia in salita, con la sua M1 che va in fumo, qualcuno ha temuto che avesse inondato il circuito di olio visto che ha persistito a percorrerlo tutto con la moto con una vistosa uscita di fumo. Ma non ci sono state perdite in pista, il pesarese ha tenuto costantemente d'occhio eventuali perdite di olio, cosa che non è avvenuta.

  • MotoGP: Andrea Iannone in attesa delle controanalisi, i dubbi

    Si resta in attesa del nuovo test di controanalisi previsto a Gennaio per Andrea Iannone, trovato positivo nel week end di Sepang ad una sostanza anabolizzante proibita, il drostanolone.

  • MotoGP: Johann Zarco in Honda LCR per le ultime gare

    Johann Zarco correrà le ultime date della MotoGP 2019 su una Honda RCV213V del team LCR.

  • MotoGP: Johann Zarco, disoccupato di lusso?

    Per due stagioni è stato l'enfant prodige del motociclismo mondiale, con due titoli della Moto2 in tasca era sbarcato su una Yamaha M1 del team Tech3 dove aveva fatto vedere i sorci a tanti piloti, uno dei pochi a non mostrare alcun rispetto reverenziale per le sportellate di Marc Marquez. Oggi lo stesso pilota getta la spugna, lasciando libera una sella ufficiale ben pagata, quella della KTM, da possibile protagonista, con la seria possibilità di restare in vacanza per un anno.

  • MotoGP: Jorge Lorenzo rientro previsto a Silverstone

    Il rientro di Jorge Lorenzo nel campionato mondiale MotoGP dovrebbe avvenire a Silverstone. Jorge che si era procurato la rottura delle vertebre T6 e T8 durante le prove del gran premio di Assen, ha prolungato ulteriormente la sua prospettiva di rientro per poter tornare al massimo della forma, senza rischiare altri incidenti e per non gravare sul percorso di recupero che sta effettuando, visto l'inutilità in questo momento di fronte alla classifica che lo vede davvero lontano dai primi.

    Resta il rebus di quelle voci su un suo possibile ritiro per i troppi infortuni, forse solo un'indescrzione senza nessun fondamento, come lo fu quella sul viaggio in Giappone per rescindere il contratto.

    Davvero difficile fare il punto sulla situazione di Jorge, sicuramente un pilota che resta tra i più forti in pista, ma incastrato sulla moto più veloce del campionato, unvero paradosso. Ammesso che qualcuno gli facesse una proposta, Honda difficilmente lo lascerebbe libero. Su una moto di suo gradimento sarebbe una brutta gatta da pelare.

  • MotoGP: Marc Marquez extramotivazioni contro Valentino Rossi

    Valentino Rossi e Marc Maruqez, e tra poco potremo aggiungere il terzo che gode! Scaramucce in pista trasformate in reazioni anche ad azione ritardata, sembra quasi che Valentino Rossi prima di lasciare il motomondiale si sia dato il compito di scalfire la tenuta mentale granitica di Marc Marquez.

    Sta di fatto che Marquez ha dichiarato a fine gara che la scaramuccia in pista con Valentino Rossi a fine qualifica il sabato, gli ha dato un extra motivazione per dare di più nella lotta per vincere la gara, seguita lla dichiarazione piccata del sabato dove sempre all'indirizzo di Valentino, aveva detto che lui lottava per il campionato e non per una gara. La risposta di Valentino è stata più che altro la sua classica risatina sorniona, da qui forse l'intenzione di giocare con Marquez fuori dalla pista, visto che sull'asfalto è diventato complicato per tutti.

    L'episodio è andato in scena durante l'ultimo giro lanciato della qualifica del sabato, quando i due piloti si sono trovati sulla pista e, pur nullo il giro di entrambi perché entrati nella zona verde della pista, si sono dati fastidio fino alla curva dove incrociando le traiettorie hanno di fatto annullato il giro.

    Sta di fatto che sembra essere più lo spagnolo ad avere un astio mai sazio nei confronti di Rossi, tanto da usarlo ancora come "extramotivazione" per correre una gara come quella di ieri.

    In tutto questo si affaccia Fabio Quartararo, che Valentino e non solo, agita nelle interviste a monito di un futuro spauracchio per Marc Marquez, che di sicuro ieri ha dovuto faticare parecchio contro il francese.