Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Civ Vallelunga 2017
CIV Vallelunga - Ultima Tappa 2017 - Ancora Pirro

Il weekend del CIV a Vallelunga (Roma) ha chiuso il campionato nel modo migliore. Spettacolo in pista e fuori con verdetti finali che si sono protratti fino all’ultimo giro. In Superbike i giochi erano già fatti dal weekend del Mugello ma la battaglia non è mancata.

Civ Vallelunga 2017

Michele Pirro e Matteo Baiocco si sono finalmente sfidati faccia a faccia in entrambe le gare e hanno monopolizzato le prime due posizioni senza che nessuno potesse metterli in discussione. Finalmente il campione uscente ha avuto a disposizione un’Aprilia RSV4 all’altezza del suo blasone e, su una pista particolarmente amata, ha reso la vita difficile a Michele Pirro per tutto il weekend iniziando dalla pole siglata prima il Venerdì e poi riconfermata il Sabato mattina. Il risultato finale di entrambe le manche non è stato differente dal solito (Pirro doppio vincitore con 11 successi su 12) ma finalmente si è assistito a due gare tra i due campioni: un duello di cui si è sentita la mancanza per tutto l’anno dopo un 2016 finito in modo rocambolesco. Se in gara 1 Pirro non ha lasciato spazio a nessuno, in gara 2 Baiocco ha preso il comando della corsa dal secondo giro e ha tenuto a bada il rivale per più di metà gara.

Civ Vallelunga 2017

Con il passare dei giri però Baiocco ha risentito del consumo degli pneumatici che ha influenzato negativamente la maneggevolezza della RSV4 e ha dovuto cedere il passo a Pirro, seguendolo comunque da molto vicino sino alla bandiera a scacchi. Constatando ancora una volta la superiorità dell’accoppiata Pirro/Ducati Barni si può comunque interpretare questa ultima sfida dell’anno come di buon auspicio per il 2018 quando, verosimilmente, i protagonisti vestiranno ancora gli stessi colori: forse l’Aprilia è sulla buona strada per provare a contrastare una Ducati che quest’anno ha davvero messo le ali. Per rimanere in casa Ducati, non ha chiuso in bellezza il vice campione italiano: questo weekend Lorenzo Zanetti sembra non aver mai instaurato davvero il giusto feeling con questa pista e dopo una scivolata nella gara di Sabato quando era in zona podio è giunto solo quinto nell’appuntamento finale.

Civ vallelunga

Il suo vantaggio su Baiocco in classifica generale era tale da non rappresentare una grossa preoccupazione e il secondo posto in campionato rispecchia fedelmente l’andamento di tutto l’anno. Essere l’unico ad aver battuto Pirro su pista asciutta e senza situazioni favorevoli negli ultimi due anni rimane un ottimo biglietto da visita. Nel weekend romano nota di merito a Matteo Ferrari due volte terzo in sella alla BMW del team DMR e capace di conquistare la quarta posizione in classifica generale a discapito di un Alessandro Andreozzi un po’ in entrambe le gare.

civ Vallelunga

In Moto3 il titolo si è giocato fino all’ultimo giro. Il pacchetto di piloti in grado di giocarsi il podio ha fatto in modo che i calcoli per determinare il campione italiano fossero sempre da aggiornare. Dopo la vittoria di Sabato, a Kevin Zannoni serviva vincere nuovamente e sperare che più di un pilota si interponesse tra lui e Spinelli. Così non è stato e con Zannoni secondo e Spinelli terzo è stato quest’ultimo a conquistare il titolo.

civ vallelunga

Anche in Supersport la battaglia è stata tirata, ancora più che in Moto3. Con la vittoria di gara1, Stirpe si è trovato a pari punti con Dionisi in vetta alla classifica. La Domenica il titolo l’avrebbe vinto chi dei due sarebbe arrivato davanti al rivale: scontro diretto. In sella alle loro MV i due piloti si sono dati battaglia per tutta la gara trascinandosi dietro anche Malone (terzo), Gabellini (quarto) e Roccoli (quinto). Alla fine l’ha spuntata il giovane Stirpe autore di una stagione fenomenale e capace di un recupero in campionato che al giro di boa sembrava impresa impossibile.

ci vallelunga

Spesso poco considerata, la classe 600 del CIV è garanzia di spettacolo e fucina di giovani talenti che crescono e che si confrontano con piloti blasonati che non hanno perso smalto. A Vallelunga, a proposito di piloti blasonati, sono apparsi due fenomeni. Noriyuki Haga ha svestito per un weekend i panni del padre che accompagna i figli alle corse e ha indossato nuovamente tuta, stivali, guanti e casco per buttarsi nella mischia su una nuova R6. Assieme a lui è arrivato anche il “nomade” Anthony West che è saltato in sella alla Kawasaki del Team Green Speed e ha affrontato per la prima volta il tracciato romano. Il giapponese ha chiuso al decimo posto gara1 e all’ottavo gara2 dopo aver guidato il gruppo per qualche giro. West ha concluso le due gare al settimo e all’undicesimo posto rispettivamente.

ci vallelunga

Con questo appuntamento il CIV saluta il 2017 chiudendo con un weekend in cui la risposta del pubblico è stata abbondante. Le potenzialità di questo campionato sono altissime, i nomi importanti che fanno da traino non mancano e le giovani leve che si affacciano su palcoscenici di un certo livello continuano a presentarsi. La speranza è che con il passare del tempo si riesca a garantire a questo combinato la giusta visibilità con le giuste strategie perché per gli appassionati veri dovrebbe essere uno spettacolo da non perdere.

Con tale augurio si conclude la stagione avendo la certezza che il 2018 sarà ancora meglio.

Risultati e classifiche complete disponibili su www.civ.tv

Foto di Marco Lanfranchi

Fagna

 

Gallery: