Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Premiazione MotoGP Brno
MotoGP Brno: Marquez punta tutto e sbanca

Il cielo sopra Brno, forse è questo il titolo più corretto per GP della Repubblica Ceca dove miglior interprete è stato quel Marc Marquez che prende il largo in classifica, mentre Valentino Rossi è rimasto di nuovo beffato dal flag to flag.


Cielo plumbeo sulla griglia di partenza, con l'asfalto che si andava ad asciugare e che lasciava già molti dubbi alla partenza di quel fosse la gommatura giusta per la gara. Tutti con gomme da bagnato, con una preferenza di Maquez per una soft al posteriore che sembrava volesse dichiarare già una strategia diversa. Più distacco possibile e poi cambio moto.

MotoGP Brno

Al suo fianco Valentino Rossi protagonista di un'ottima qualifica è pronto ad approfittare di qualsiasi sbavatura, ma per tutti la strategia sembra chiara, alla prima occasione si rientra ai box. Ecco in questo purtroppo Valentino Rossi si è dimostrato ancora fuori sintonia, certo come in molti hanno detto da fuori la pista tutto sembra semplice, ma semplice deve essere sembrato anche a Marc Marquez, o a tutti i piloti che sono usciti prima di Valentino Rossi, che ancora una volta ha tardato il cambio quel tanto che basta per accumulare un ritardo irrecuperabile dalla vetta. Nel tutto senza dubbio il più scaltro è stato Marquez, che ancora prima della gara ha impostato una strategia da "all in", buttando sul tavolo la seconda moto, che invece di essere preparata allo start per eventuali problemi della prima moto, come è usuale, era evidentemente già pronta per la sostituzione in configurazione da asciutto. Quando Valentino è rientrato ai box, Marquez guadagnava già due secondi a settore, un abisso.


LA GARA

Gara che parte con Marquez che prova a stare davanti ma viene sopravanzato da Jorge Lorenzo, che in queste condizioni nelle prime tornate sembra averne abbastanza, allungando non poco sugli inseguitoi già nel primo giro. Il gruppo degli inseguitori è formato da Marquez, Rossi e Dovizioso. La situazione però si capovolge velocemente, nel giro di due tornate la morbida di Marquez va in crisi, così come Lorenzo viene inghiottito dal duo Rossi-Dovizioso. E' a questo punto che la gara si decide, Marquez rientra al box alla fine del secondo giro, azzardando e anticipando tutti. Poi nel giro successivo tocca la grosso dei piloti, qualcuno arriva senza che la moto sia ancora pronta e deve attendere, il pasticcio più grosso accade ad Andrea Iannone, che per evitare Espargaro finisce per terra proprio davanti al suo box, comprementtendo completamente la gara. Altro capitolo amaro è stato il rientro di Jorge Lorenzo, fermo ad attendere che il suo box terminare di settare la moto.

Poi arrivano Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, in attesa del segnale dal box sono rientrati un giro dopo tutti gli altri, quando ormai era troppo tardi. Mentre effettuavano il cambio moto, Marquez e il grosso della truppa li sfila sul rettilineo, un pasticciaccio che già suscitava sgomento e delusione. Quello che poteva essere una grande gara per il pesarese si trasforma nella solita scalata.

MotoGP Brno

Il resto della gara si svolge alle spalle di chi da quel momento terrà con distacco e saldamento la testa della gara, le Honda di Marc Marquez e di Dani Pedrosa. L'attenzione della gara si è focalizzata sul grande recupero di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, insieme nell'errore del rientro ai box, insieme nel defficile recupero che dalla 13° posizione, li ha portati passo dopo passo, sorpasso dopo sorpasso, fino ai piedi del podio, là deve si era già insediato stabilmente Maverick Vinales.

TIRANDO LE SOMME

Sono stati sorpassi belli di gran classe, fino a quello dell'ultimo giro di Valentino su Cal Crutchlow, coriaceo, duro, veloce, sorpassi che hanno dato un sapore agro-dolce ad una gara mancata per lo meno nel risultato.

Gara piena di sorprese, che ha divertito e tenuto tutti con il fiato corto, il flag to flag ha mostrato molti limiti, ma anche la possibilità di mettere alla prova altre doti dei piloti oltre alla velocità, la furbizia, e Marc Marquez ne ha mostrata davvero tanta.

MotoGP Brno

Valentino questa volta vittima del box, limita i danni nel finale, ma resta indietro dal capolista, mentre il compagno gli resta davanti. Il riscatto è pronto tra una sola settimana, sul circuito austriaco dove i tre piloti inseguitori proveranno ad arginare un Marquez di nuovo in forma campionato.

Gara dedicata ad un grande che al motociclismo su pista ha dato tanto, Angel Nieto che è passato oltre e ha lasciato a tutti un grande ricordo.

Wolf

Wolf