Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

CIV 2016 Misano - Pirro Mattatore del Campionato Italiano Velocità

Se qualcuno ancora non lo avesse capito, Michele Pirro è il mattatore del CIV. Ogni campionato ha la sua stella più scintillante; se in WSBK parliamo di Jonathan Rea e in MotoGp (pare) di Marc Marquez, qui in Italia Pirro sta mostrando di essere più di una spanna sopra a tutti gli altri in tutte le condizioni.

 

È la combinazione perfetta: pilota di livello assoluto e in forma smagliante, team con esperienza ormai da Mondiale (lo stesso Barni Racing Team che fa correre Fores in WSBK) e pneumatici Michelin che in condizioni di gara sono indubbiamente superiori alle coperture Pirelli montate da (quasi) tutti gli altri.

Ma non è tutto così semplice come può apparire. Lo stesso materiale di Pirro è a disposizione del compagno Ivan Goi (non l'ultimo arrivato) ma il mantovano sta conducendo una stagione se possibile ancora più anonima del 2015, senza un apparente motivo. Gli stessi "miracolosi" pneumatici di Pirro li montano anche le Aprillia ufficiali di Calia e Nocco (ex Tamburini) ma proprio a Misano Calia non ha concluso entrambe le gare perdendo la seconda posizione in campionato a favore di Baiocco e ritrovandosi addirittura quarto, sorpassato anche da Matteo Ferrari.

Discorso diverso per il giovane Nocco che deve ancora prendere le misure alla cilindrata regina dopo aver lasciato la più familiare 600. Non è quindi tutto oro quel che luccica e appare evidente che la differenza la stia facendo Michele; in questo weekend la misura della sua forza si è forse avuta più in qualifica che non in gara. All'ultimo giro utile di Sabato mattina Pirro ha fatto registrare un crono di appena un secondo più lento del record della pista segnato un mese fa da Jonathan Rea nel Mondiale Sbk, con condizioni atmosferiche pressochè identiche. Le due gare si sono vissute invece sul duello iniziale tra il numero 51 del Team Barni e Matteo Baiocco che ha provato fa contrastare il pilota pugliese fino a che le Pirelli non hanno avuto un netto calo prestazionale. 

Sin da gara 2 del Mugello Baiocco sembra aver ritrovato la confidenza con la sua Panigale anche se pare che ciò non sia sufficiente per agguantare la vittoria. Matteo è pilota di grande talento e sta di certo soffrendo di fronte al dominio del rivale ma, come dichiarato Domenica, farà di tutto per rinviare la festa di Pirro consapevole però che ormai è tardi e che anche la vittoria di tutte le restanti gare probabilmente non basterà: il vantaggio di Pirro su Baiocco è di 75 punti quando in palio ce ne sono ancora 100. Praticamente il campionato si concluderá facilmente ad Imola a 2 o 3 Round dal termine a seconda dell'esito della gara di Sabato. L'unica speranza è veder ripetere l'andamento che ebbe il weekend di Imola del 2015: Michele Pirro cadde due volte e fu vittima di due pesantissimi zero in classifica che prolungarono l'esito del campionato fino all'ultimo weekend del Mugello.

Sarà difficile che una simile disavventura si possa ripetere nuovamente e questo, da un lato, potrebbe rendere le prossime gare ancora più emozionanti con Pirro leggermente sulla difensiva e i suoi avversari pronti invece a dare l'anima per cogliere almeno qualche "vittoria di tappa". A margine dei duelli per il podio (completato in entrambe le gare dal rientrante e convincente Riccardo Russo) si sono messi in evidenza Matteo Ferrari, Alessandro Nocco (almeno nella gara di Sabato) e un buon Lorenzo Lanzi che sta lentamente prendendo confidenza con la BMW per tornare ai livelli che gli competono. 

Gare di Superbike a parte, il weekend del CIV è vissuto anche e soprattutto degli spettacolari duelli in Moto3 (doppietta di Bezzecchi) e ancor di più in Supersport (con Canducci e Bussolotti a spartirsi le vittorie di Sabato e Domenica dopo duelli infiniti e al cardiopalmo). Il CIV tornerà in pista il 3-4 Settembre per il penultimo weekend di gare ad Imola.

Risultati e classifiche completi disponibili su www.civ.tv

Per aMotoMio - Marco Lanfranchi