Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Corsi di Manutenzione e Riparazione di Scuolamoto.

Tutte le novità delle Aziende

Corsi di manutenzione e riparazione di Scuolamoto.

Il progetto didattico “Riparazione e manutenzione della moto” nasce nel 2005 sulla base di un’esperienza personale trentennale sviluppata direttamente in officina.
Iniziato quasi per vocazione, il percorso professionale si è arricchito di convincimenti, oltre che tecnici, anche “filosofici”, che sono poi alla base dell’idea didattica.
Scuolamoto.it è probabilmente ad oggi l’unica realtà specifica nel nostro Paese, che aiuta a conoscere in senso teorico e pratico la motocicletta, la sua riparazione e manutenzione.


Il programma, in continuo aggiornamento, spazia dalle semplici operazioni di tagliando che si effettuano in officina, fino alla revisione completa di un motore pluricindrico a 4 tempi, pratica ormai quasi caduta in disuso per le ragioni che dirò più avanti. Il tutto in un laboratorio-officina attrezzato e sotto la guida di professionisti esperti, disponibili a trasmettere il loro sapere con modalità genuinamente partecipative.



Questi corsi inoltre, pur non avendo un valore legale, hanno aiutato alcuni partecipanti a trovare un lavoro nel nostro ambiente. Stanno poi crescendo gli iscritti di origini straniere (e italiani residenti
all’estero) in quanto negli altri Paesi, a differenza dal nostro, per avviare un’officina riparazioni moto viene considerata la conoscenza e la competenza tecnico-pratica specifica nel settore, e non l’appartenenza ad una categoria o il possesso di un titolo di studio.
Ma sappiamo che queste sono considerazioni che potrebbero spaziare in tanti altri settori e che riempirebbero un intero libro sulle specificità del nostro Paese.
Il perché di questo progetto è presto detto. Nel 1992 viene alla luce una legge che finalmente cerca di regolare il nostro settore lavorativo, ma che purtroppo si rivela incompleta e, nello stesso tempo, non suddivide le categorie in base alle conoscenze tecnologiche che i meccanici dovrebbero avere per praticare la loro professione.
Resta inoltre lacunosa nella regolamentazione delle scuole di formazione.



Andando al cuore dell’input filosofico che ha portato a realizzare il progetto Scuolamoto.it, c’è da aggiungere che, successivamente a questa legge, viene introdotto il contributo statale alle rottamazioni che, fra le altre cose, produce l’effetto di scoraggiare la riparazione dei mezzi e di far sparire una quantità di veicoli in ottime condizioni meccaniche. Si verificano a questo punto due fenomeni concomitanti. Da una parte tendono a scomparire (pensionamento o chiusura dell’attività) i meccanici della vecchia scuola con capacità artigianali e conoscenze tecnico-manuali sui singoli pezzi dei motoveicoli, dall’altra si assiste alla crescita di una leva di meccanici  che, non per colpa loro, ha perso questo preziosissimo know-how limitandosi a semplici tagliandi (aiutati in questo dalla “elettronizzazione” della meccanica) di moto più o meno nuove e a sostituire tout-court i componenti, avendo perso per strada le capacità di diagnosticare a ragion veduta l’origine del guasto.
Naturalmente con poca soddisfazione economica e operativa del cliente.
Parafrasando altri modi di dire, penso di poter affermare che in molti casi è meglio riparare che sostituire, specialmente se si vivono gli attuali tempi di vacche magrissime.
Tra l’altro per concretizzare nel progetto Scuolamoto.it queste idee ho dovuto, con molto stimolo professionale, tornare sui libri anche solo per dare il giusto termine didattico alle cose e “codificare” una serie di operazioni pratiche, in quanto si sa che la pratica professionale in ogni campo porta a creare un gergo che non sempre è quello più appropriato. Insomma un bel modo per sfidare me stesso verso una nuova avventura.
E ora che il progetto ha raggiunto una piena maturazione, posso affermare che in questi anni è stato un piacere conoscere persone di varia estrazione, età ed aspettative, dal giovane speranzoso di trovare una propria via, all’appassionato fai-da-te. E con tante amicizie che possono nascere e consolidarsi.
Per avere informazioni dettagliate sul laboratorio didattico, le modalità d’iscrizione ai corsi e i loro costi, rivolgersi a Marco Zacchetti, autore dei corsi di Scuolamoto.it

www.scuolamoto.it
via Cassano d'Adda, 30
20139 - MILANO
Tel: +39 02.87.19.60.75