Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

MV AGUSTA F4 LH44
MV AGUSTA F4 LH44

Lewis Hamilton e MV Agusta: un binomio che, dopo la Dragster RR LH, trova nella nuova F4 LH44 una inedita e incredibile declinazione.

La F4 LH44 è sviluppata sulla base della F4 RC, moto derivata direttamente dalla Superbike del Reparto Corse MV Agusta, massimo livello di sviluppo della quattro cilindri italiana: dispone, pertanto, del motore Corsa Corta (alesaggio 79 mm - corsa 50,9 mm) con catena di distribuzione centrale e valvole radiali, che in questa versione raggiunge la potenza massima di 205 cv (151 kW).

Il kit consegnato insieme alla moto include il terminale di scarico in titanio e la centralina dedicata: permette di ottenere ulteriori 7 cv, fino a 212 cv (158 kW), ed è riconoscibile per la personalizzazione con il logo Panther di Lewis Hamilton.

La colorazione è il primo elemento distintivo, quello su cui il confronto con Lewis Hamilton è stato intenso e ricco di spunti. L’abbinamento tra la base rosso bordeaux della carenatura e il bianco perlaceo della ciclistica colpisce per eleganza, valorizza il design sensazionale della F4 ed enfatizza la vocazione racing della Superbike Replica italiana. Tra le particolarità della F4 LH44 c’è proprio la colorazione rossa, ottenuta con una tecnica esclusiva e pregiata, utilizzando cioè vernici ad inchiostro e non le tradizionali basi cromatiche. Il bianco perlaceo che ammanta la sezione a traliccio del telaio, quella composta da tubi d’acciaio CrMo con saldature TIG realizzata a mano, è stato scelto anche per i raffinati dettagli della zona inferiore del cupolino. Un tocco di dinamismo che accomuna le grafiche nere lungo la carenatura, ed è ripreso nel sottocarena e nel codino.

La ricerca dei cromatismi più raffinati, peculiari della F4 LH44, appare evidente persino nella ciclistica, incentrata su unità ammortizzanti della massima qualità: la forcella Öhlins USD tipo NIX 30 con trattamento superficiale TiN, regolabile nella risposta idraulica separatamente in compressione (stelo sinistro) e in estensione (stelo destro), oltre che nel precarico della molla; e l’ammortizzatore Öhlins TTX 36 con serbatoio piggyback, anch’esso regolabile tramite registri meccanici.

La sella, che mantiene l’apprezzata ergonomia racing sperimentata con l’F4 RC, è realizzata a mano con materiali nobili come la pelle naturale e l’Alcantara, tipico delle realizzazioni artigianali automobilistiche. Della componentistica dedicata fanno parte il tappo serbatoio racing, i cerchi forgiati e pezzi unici come il dado ruota posteriore, che per la F4 LH44 è stato lavorato alle macchine utensili CNC anche dopo l’anodizzazione.

Anche i pneumatici sono speciali, relaizzati da Pirelli gli DIABLO™ Supercorsa SP, nelle misure 120/70 ZR 17 anteriore e 200/55 ZR 17 posteriore, in un’edizione dedicata ai 44 esemplari della F4 Lewis si riconoscono per i fianchi in colorazione rossa, con riportato il logo LH44.

 

amotomio.it