Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Dani Pedrosa
MotoGP: test in Thailandia alle Honda, Yamaha in difficoltà
0
0
0
s2smodern

Terminati i test MotoGP sul circuito tailandese di Buriram, dove i team si avviano a terminare la preparazione precampionato, con non poche sorprese, se si possono chiamare così. La sorpresa sarebbe stato ritrovare le Yamaha ufficiale a combattere per le posizioni migliori, ma in effetti la grande notizia è la difficoltà ancora forte delle moto di Iwata che si piazzano alla fine dei tre giorni davvero lontane, con Vinales ottavo e Valentino Rossi addirittura dodicesimo. Entrambe i piloti molto delusi dal rendimento della M1 2018, che ancora non sembra essere la moto che i due piloti si aspettano di trovare, frustrante ancor di più se si conta che Johan Zarco è riuscito nuovamente a piazzarsi in prima fila, come secondo miglior tempo della tre giorni dei test.

Insieme a lui le due Honda ufficiali, ma è Dani Pedrosa a piazzare il miglior tempo, mentre Marquez chiude con il terzo tempo. Anche le Ducati non viaggiano benissimo, la prima delle desmo GP è quella di Alex Rins quinto, mentre Dovizioso chiude settimo. Malissimo Jorge Lorenzo, atteso a mostrare una forma precampionato da corsa al titolo, chiude solo sedicesimo, reclamando problemi di adattamento alla GP18, anche lui in lizza per tornare alla vecchia moto come i piloti Yamaha.

Una bona sorpresa viene invece da Alex Rins che inizia a funzionare piazzando la Suzuki sulla quinta casella. Ancora difficoltà per Andrea Iannone che fa compagnia a Jorge Lorenzo in quindicesima posizione.

La situazione per il team Yamaha specialmente si fa difficile, i due piloti di punta faticano a trovare come scogliere i nodi della nuova M1, mentre Zarco continua a tirare il gruppo. Cosa faranno a Iwata? Torneranno tutti a correre su una M1 2016?

 

amotomio.it