Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Veicoli elettrici in autostrada
Veicoli elettrici, la normativa da completare per le autostrade

Un buco legislativo da colmare, quello che non annovera tra i motoveicoli che possono accedere ad autostrade e tangenziali quelli mossi da motore elettrico. Qualcosa che può sembrare irrilevante, i veicoli mossi da motori elettrici sono già tra quelli annoverati in molte normative cittadine che li privilegiano rispetto ai motori tradizionali, ma il buco può creare qualche problema, anche serio, ai proprietari di veicoli mossi dal motore green per eccellenza.

Mentre il venduto di questa nuova generazione di veicoli cresce, e alcuni governi e case automobolistiche annunciano già la previsione di stop ai motori a combustibile, il buco normativo italiano potrebbe portare a comminare qualche contravvenzione da parte di qualche addetto alla pubblica sicurezza troppo zelante a cui è lasciata l'interpretazione dell'attuale normativa, dove tra i veicoli elencati all'accesso a certo tipo di strade, non vede annoverati i veicoli elettrici. Stessa cosa potrebbero quindi fare alcune assicurazioni in caso di incidente, rendendo ancora più problematica la cosa.

Difficile da conciliare con la realtà, dove alcune assicurazioni hanno scelto di stipulare particolari condizioni con le aziende produttrici di motoveicoli elettrici, così da agevolare l'entrata sul mercato della nuova generazione di motoveicoli.

E' stato depositato il disegno di legge sulla circolazioni in autostrada, primo passo per colmare il problema normativo, il provvedimento è firmato dal Sen. Vincenzo Gibiino, membro della Commissione Lavori Pubblici del Senato e da altri 27 senatori appartenenti a diversi schieramenti parlamentari.

 

amotomio.it