Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

"Piedi protetti."

 

Carrozzare! Parola d'ordine carrozzare. Questa è la filofia che negli ultimi anni ha visto l'evoluzione degli stivali per moto, una ricerca sempre più spinta della sicurezza per una parte del corpo che molti a volte trascurano.

Stessa sorte è toccato al prodotto entry level della gamma racing di Sidi, la nota casa italiana specializzata in calzature di alto livello tecnologico per ciclisti e motociclisti. Il B2 è l'erede del B-One, stivale che ho potuto apprezzare in passato. Per quanto le somiglianze siano evidenti, alla prima calzata si ha la netta impressione di avere indosso qualcos'altro rispetto al semplice erede del B-One.

Sicurezza e confort

Il B-One lo avevo apprezzato perchè, amante dello stile un po' pellettaro del motociclismo, aveva ancora quell'aria semplice e un po' vintage della pelle in vista, tanta e di ottima qualità. Le esigenze di sicurezza però hanno imposto la comparsa di più protezioni a cura del nostro piede e della nostra caviglia, nuove quindi le parti rigide su malleolo, sulla parte posteriore e diverse quelle sistemate sugli sliders.

La calzata è davvero buona, il piede entra senza impuntamenti e anche una pianta larga come la mia trova le giuste misure dentro le protezioni. La chiusura della cerniera invece fa un po di resistenza, ma credo abbia poca colpa lo stivale, i miei soci dicono che ho i polpacci grassi... Comunque la cerniera si chiude, e passa anche il test della tuta infilata dentro lo stivale senza difficoltà. La calzata è davvero comoda ed è apprezzabile la controchiusura in velcro sulla cerniera, su altri stivali la pelle troppo rigida fa si che alla prima torsione il velcro si sganci, qui invece l'aderenza è perfetta.

Si sa, è uno stivale da moto, camminarci non è il suo mestiere, ma io sono un motociclista da strada, e a meno che riesca a non scendere per 10 ore dalla moto, capiterà bene di fare quattro passi. Anche qui la parola chiave è "carrozzato". E' la sensazione che si ha camminando. I primi passi con lo stivale sono un po' rigidi, si avvertono le protezioni che avvolgono il piede e rendono un po robotica la camminata, ma è una sensazione che già a fine giornata sarà sparita, non so dirvi se per abitudine o perchè lo stivale comincia a rilasciarsi. Dopo dieci ore di stivale il piede non mostra affaticamenti o necessità particolari di essere liberato, solo una piccola sensazione di schiacciamento all'alluce destro, ma ci sta che con questo caldo e la posizione sempre in punta di pedana, 10 ore con qualche intermezzo, facciano qualche scherzo.


Strizza l'occhio alla pista

In pista le sensazioni non cambiano, lo stivale, più semplice di altri concorrenti molto più votati alla pista o a qualche film di fantascienza, non sfigura indossato con una tuta o lungo la pit lane di una pista. La sensazione di avere su una buona protezione non cambia, e sulle pedane tra i cordoli si ha sempre la sensazione di avere un buon grip.
Come già detto, nonostante la compattezza della calzata sul polpaccio, la cerniera si chiude senza problemi anche infilandoci la tuta, segno forse che Sidi ha voluto dare una maggiore e più sicura aderenza dello stivale. Solo in questo caso però aumenta un po la pressione delle protezioni laterali sulle caviglie, ma non mi hanno infastidito più di tanto.


Coclusioni

Insomma, il voto finale è buono, uno stivale con un buon compromesso per l'uso stradale e la puntata in pista. Il mio taglio perfetto e credo anche quello di tanti altri. Il consiglio, come per tutte le calzature, è di provare con cura la taglia prima di acquistarlo, con calze adatte. Le protezioni fan si che non ci saranno possibilità di adattamento in caso di taglia più piccola anche solo di mezza misura.

Un piccolo neo però lo voglio trovare, giusto per guastare la festa a Sidi. Togliere dalla produzione il colore blu è stato un dispetto esagerato!

Ultimo particolare, per niente trascurabile, abbiamo contattato Sidi per chiedere spiegazioni e informazioni su "presunti" problemi, e devo dire che la cortesia e la disponibilità del servizio clienti è stato eccellente.

Che dirvi, buono stivale a tutti
Wolf