Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Harley-Davidson Forty-Eight
Harley-Davidson Forty-Eight - test aMotoMio

Non ti capita spesso di poter mettere le chiappe su una delle tue moto preferite, difficile anche a quel punto trovarle dei difetti, Harley-Davidson Fortyeight, nome e cognome di un pezzo di storia che insieme raccontano passato e presente di una grande avventura a due ruote.


Schierate in fila per il test c'è abbondante scelta della gamma della casa di Milwaukee, ma alla domanda cosa ti piacerebbe provare i dubbi stanno a zero, si tratta di acciaio americano, si tratta di storia, si tratta di stile, si tratta di sentirsi in sella come un vero rider da foto in bianco e nero, si tratta di solcare l'asfalto e sapere che tutti ti stanno guardando. Questa Fortyeight gonfia l'ego di un motociclista più di un chirurgo plastico alle prese con altra gommatura.

H-D Forty-Eight prova aMotoMIo
 

COME E' FATTA

E' fatta bene! quanta banalità in una risposta, ma cosa si può dire se non questo. Finiture, cromature, linee, mix di retrò e moderno, linea da bobber senza tempo eppure con quel rinnovamento tipico di Harley-Davidson che riammoderna le sue creature, lasciandole praticamente inalterate, il tutto condito con quello spirito on the road, che cambia aspetto e carattere di ogno motociclista una volta in sella, che sia un manager da giacca e cravatta o un idraulico in tuta e scarponi da lavoro.

Il punto vero della bellezza di questa moto è il suo serbatoio, un design che fa il suo ingresso nel 1948, e intorno al quale ancora oggi si costruisce questa (ed altre) moto dal gusto minimalista.

Il marchio sul serbatoio è un tocco di classe, l'affermazione di un'orgoglio fiero e vero, l'acciaio e le cromature sono di grande qualità, in sella la sensazione di grande solidità è inequicovocabile, i comandi sono di tipo Harley-Davidson, non si trovano esattamente nei punti in cui uno se li aspetta di solito, ma la qualità si trova anche lì, nei dettagli. Cerchi in lega, verniciatura di grande effetto, sospensioni con forcella da 49mm all'anteriore e regolabili al posteriore, e freni monodisco anteriore con pinza a doppio pistoncino e ABS, 247Kg a secco, 1202cc del grosso bicilindrico 96Nm la coppia massima.

HD Forty-Eight vista laterale
 

COME VA

Per strada il comportamento del motore è quello della Sporster 1200 che avevamo già testato, il motorone Harley-Davidson non è di certo un campione di accelerazione, ma in questa versione Evolution è un bel toro che quasi se ne infischia della marcia inserita, funziona e spinge sempre, in qualsiasi marcia e a qualsiasi regime. Il cambio è il solito a 5 rapporti, con scatti secchi e pesanti, in linea con la moto, una bella cambiata rapida, silenziosa e sportiva su una moto di questo genere farebbe pensare ad un'esotica stranezza.

Per strada però il comportamento di questa Harley-Davidson Forty-Eight cambia rispetto alla sorella più smilza, il grosso pneumatico anteriore da bobber fa guadagnare alla Forty-Eight più stabilità in curva, specialmente sulle lunghe curve in appoggio. L'anteriore diventa più solido e la voglia di aprire il gas in uscita diventa più naturale, più libero. Uscire con il gas ben aperto sentendo il bel suono tipico Harley, migliora anche il gusto di sentirsi biker all'americana.

Fanno il loro dovere anche le nuove sospensioni, regolabili al posteriore, anche loro il merito della migliore sensazione di guida, ma soprattutto ringrazia la zona lombare più riparata da asperità stradale tipica di questa bella Italia. Frenata buona, non da riferimento, nessuno se l'aspetta, ma ci si sente totalmente sicuri.

In sella posizione comoda, il manubio basso e largo portano ad una seduta inclinata leggermente in vanti, con i piedi in avanti ma senza esagerazione, impostazione sportiva per questo tipo di moto.

HD Forty-Eight passaggio


DUE CONTI...

... con il portafogli e con la propria passione. Oggi costruire una buona custom o una café racer che dia gusto e personalità può costare grosse cifre, questa Forty-Eight regala etrambe le cose e una grossa dose di personalità a partire da 12700 euro, un prezzo non esagerato per tanta qualità e cura costruttiva. Anche il valore non è da sottovalutare, le Harley non perdono valore rapidamente per chi avesse la malsana idea di venderla. E' un oggetto che di sicuro aperto il box regala sempre un sorriso. Le colorazioni cinque nella gamma 2018. Gli accessori ovviamente, H-D o after market sono infiniti.

Ad Haley-Davidson tutto il mio biasimo, troppo poco il tempo che mi hanno lasciato questa Forty-Eight.

motorcycles.harley-davidson.com/it/it

Wolf

Wolf

 

GALLERY: