Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Giacca Hevik Namib - Test aMotoMio

Un giacca, soprattutto votata al turismo si sceglie sicuramente a "gusto" personale, ma anche gli "optional" fanno la loro parte; nel caso di questa  Hevik Namib la ricca dotazione di tasche e la configurazione all season, sono sicuramente un elemento di peso nella scelta. 

 

Come ho già scritto un milione di volte, continuo a credere nella praticità delle giacche utilizzabili tutto l'anno, che uniscono l'acquisto di una sola giacca alla comodità di configurazione per ogni tipo di temperatura; poi per essere obbiettivi al 100% quando fa un caldo porco è ovvio che un giubbino totalmente traforato è più confortevole, ma a mia esperienza stiamo parlando di un periodo dell'anno abbastanza limitato.

La Namib dal canto suo si presenta come un bel giaccone, spiccatamente dalla vocazione turistica, ma che può essere utilizzato anche nei trasferimenti di tutti i giorni. L'impermeabilità è affidata ad un  primo trattamento idrorepellente cui è stata sottoposta la cordura esterna, ma sopratutto alla membrana impermeabile interna, che naturalmente si può rimuovere. Acqua e vento sono cosi subito stoppate. La barriera al freddo invece è rappresentata da una ulteriore membrana termica che può essere rimossa in maniera del tutto indipendente.


Tutta una serie di "strap" sulle maniche ed in vita ci consentono di regolare il "fit" della giacca, adeguandola il più possibile alle nostre dimensioni, evitando così l'effetto "omino Michelin" alle alte velocità o quando c'è tanto vento. E sebbene i velcri ai polsi non mi facciano impazzire in assoluto, nel caso della Namib l'idea è buona; il velcro si usa una tantum per la regolazione del polsino, mentre l'apertura e chiusura della parte avambraccio/polso si effettua tramite una cerniera; questa e tutte le cerniere a vista sono del tipo "antiacqua" con gomma nera che le ricopre e che dona una bella immagine al disegno d'insieme. Le tasche, citate all'inizio sono ben 4 e tutte dichiarate impermeabili dai produttori.  Anche la chiusura/regolazione al collo è con velcro, forse la parte che ci è piaciuta meno, perchè con i guanti pesanti è difficile da "chiudere bene", ma questo è un parere del tutto personale.

LA NOSTRA ESPERIENZA

Il primo approccio con questa giacca e con i relativi pantaloni hevik "Terrain" è stato per un viaggio di tre giorni che noi amiamo chiamare il "mare d'inverno". E devo dire che in questo we lungo di condizioni climatiche non proprio facili le abbiamo trovate, passando da temperature gradevoli, al vento molto forte, pioggia e un rientro autostradale a circa 5 gradi esterni. Insomma pronti via un bel test. Il completo giacca/pantaloni ci ha soddisfatto molto, sia come tenuta termica, sia per l'impermeabilità (vi ripropongo il video del viaggio dove si vede una bella pioggia battente).

La giacca è pratica e molto comoda anche giù dalla moto. Le tasche mantengono l'impermeabilità promessa tranne una, ma a dirla tutta potrei anche non aver chiuso bene la zip fino in fondo. Per fortuna era vuota. Ho il vizio nei primi test "all'acqua" di vuotare le tasche....perché fidarsi e bene, non fidarsi è sicuramente...asciutto.

Il colore scelto, chiaro con inserti fluo oltre ad essere molto bello a nostro parere, è anche molto "visibile", tema cui siamo molto sensibili. Ovviamente il chiaro è più "sporchevole" ma questo credo sia ovvio. Buono anche il trattamento idrorepellente superficiale, resta solo da chiedersi quanto duri...ma la domanda può passare in secondo piano vista l'efficacia della membrana interna. Molto facile, anzi inaspettatamente facilissima l'operazione di collegare pantaloni e giacca tramite una comoda zip in vita; le mie povere spalle "disarticolate" ringraziano.

Un piccola nota meritano anche i pantaloni Terrain. Comodi anche da indossare con una pratica zip alla caviglia e un grosso velcro per facilitare la calzata degli stivali; le tasche sono di taglio comodo ma non sono impermeabili. Le Zip di chiusura di queste ultime così come alcune della giacca sono dotate di comodo elastico/prolunga per facilitare apertura  e chiusura anche con i guanti invernali. Anche i pantaloni hanno i tre strati, e l'imbottitura termica è molto generosa. Giacca e pantaloni sono dotati di tutte le protezioni, eccezion fatta per il paraschiena che volendo può essere ospitato in una tasca dedicata. La Namib è disponibile anche in versione Lady

In conclusione un completo da turismo soddisfacente, con finiture di buon livello e design accattivante che aspira ad essere un buon compagno di avventure e un elegante compagno di trasferte al lavoro.  Il prezzo??? Poco più di 200 euro per la Namib.

Per tutte le specifiche tecniche vi rimandiamo al sito Hevik ed in particolare

Giacca Nabib

http://www.hevik.it/abbigliamento-per-moto/Weatherproof/Giacche/Giacca-Tre-Strati-NAMIB-Uomo-.-HJ3L304M

Pantaloni Terrain

http://www.hevik.it/abbigliamento-per-moto/Weatherproof/Jeans/Pantalone-Tecnico-TERRAIN-.-HT3L304M

#provatodavvero

Fagna