Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Top Ten moto 2015

In realtà il titolo è sbagliato perché è impossibile stilare una classifica su moto tanto diverse e in più anche i gusti dei Tester, parolona grossa nel caso di noi tre che in fondo siamo dei Motociclisti normali, sono assolutamente personali.
Pertanto abbiamo scelto di dividere le moto che abbiamo provato nel 2015 in due categorie; di Serie e Special.
Per la prima categoria abbiamo selezionato una Custom, una Gran Turismo, una Naked, una Sportiva e una dal tassello leggero.
Per la categoria Special, che per noi significa moto particolari, personalizzate, modificate, ecc. la scelta è stata emozionale e alla fine le 5 moto sono risultate molto lontane tra loro come giustamente dovrebbe essere.


Ecco allora riproposte le nostre 5 + 5 prove di Moto del 2015.

SERIE
La categoria Custom sembrerebbe essere appannaggio di Harley Davidson, normale considerare la casa Americana Regina del settore.
Eppure Yamaha propone una XV950R che non fa rimpiangere le stelle e strisce, anzi sotto alcuni aspetti si è dimostrata addirittura superiore.
La storia non si cambia ma ci si può inserire molto bene.

Le Naked da qualche anno sono diventate le preferite da un pubblico sempre più vasto di utenti.
La proposta è molto variegata e ampia con proposte da ogni casa, dalla docile compagna di passeggiate alla cattivissima che desidera la pista.
Noi abbiamo puntato su una media cilindrata ma con tanto pepe e un blasone di tutto rispetto.
La Triumph Street Triple XR con cui ci siamo decisamente divertiti.

Per la Gran Turismo abbiamo giocato al massimo con la sei cilindri Bavarese, non una novità visto che ci aveva già portato a Garmish due anni fa, però volevamo ancora metterla alla prova nel suo habitat naturale, il Turismo e questa BMW K1600GT non ha deluso le aspettative.

Nel panorama del tassello stradale insieme alle enduro stradali abbiamo voluto inserire anche la Ducati Scrambler 800, forse una forzatura ma sapevamo dove inserire altrimenti la leggera moto Bolognese che tanto sembra piacere.
Un richiamo leggero agli anni che furono per una bicilindrica facile e per tutti, customizzatori compresi.



La categoria delle sportive soffre, il mercato le vede sempre meno protagoniste delle vendite, eppure il fascino delle carenate rimane intatto soprattutto se porta le forme della bella MV Agusta F3 che nella cilindrata di 800cc da il meglio di se sia su strada sia, ovviamente, in pista.


Special
Cafè Racer, Bobber, Scrambler, custom…..una infinità di sottocategorie e filoni che noi abbiamo riunito sotto un’unica sezione.

La Suzuki Marauder 800 realizzata dal Team WKD moto rappresenta la trasformazione di un brutto anatroccolo in qualcosa di diverso, decisamente irriconoscibile la base per una Custom realizzata per piacere al proprietario come sempre dovrebbe essere.

Nico Dragoni ha modificato una Moto Guzzi SP1000 trasformando la turistica di Mandello in una bella Cafè Racer dal gusto anni ’70 con un affascinante telaio rosso e uno serbatoio a effetto metallo.

CD Garage ha invece rivisitato una 883 rivedendo motore e ciclistica fino a trasformarla in un cattivo Bassotto.
Una verde verniciatura d’effetto e un sound decisamente personale.

Ancora l’Amico Dragoni che questa volta si cimenta su una Yamaha XJ650, via cupolino, via tutto il superfluo per una bella special leggera dal gusto minimalista.
Particolare e originale il telaio in azzurro.

BMW NineT, ok non è una special, questa è una moto di serie ma secondo noi è stata la prima prodotta su larga scala proprio per essere la base per essere trasformata.
Già di suo può essere trasformata da biposto in monoposto con decisa modifica dell’estetica.
In pratica una Special di serie.

E quest'anno cosa ci capiterà tra le mani? Seguiteci e lo scoprirete!

Flap