Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

PMJ Citizen –Test aMotoMio.it



“Pelle Racer”
La giacca in pelle sta al motociclista come la minigonna alla mitica BB.
Dopo anni dove il colore ha preso il sopravvento, la fantasia e gli accostamenti hanno seguito l’onda del progresso e dell’evoluzione delle moto si torna al desiderio di concretezza e semplicità.
Intramontabile quindi il giubbotto in pelle, quello nero, quello classico che sta tornando prepotentemente di moda, o meglio non è mai passato, esattamente come quell’immagine di Brigitte Bardot e come del resto ogni bella Donna.


Tante proposte con diversi stili tra le quali si cimenta anche PromoJeans che presenta la sua prima giacca in pelle.
Una giacca che nasce da un motociclista e quindi pensata per il motociclista, un taglio slim per non ingombrare, due chiusure ai polsi con cerniera, tre tasche esterne di ottima capienza e una interna dove si possono riporre persino i documenti della moto.



Già, quella bustina con il libretto, l’assicurazione ecc. che non sappiamo mai dove infilare nelle moto dove i vani portaoggetti ormai sono scomparsi.
Un collo, dal taglio basso, chiuso da un classico bottone a pressione e naturalmente predisposizione per le protezioni alle spalle e ai gomiti, che noi abbiamo ovviamente voluto inserire durante le prove in sella.
Operazione semplice e veloce grazie alle tasche predisposte per accogliere le specifiche protezioni omologate CE 1621-1.
Bello, elegante con quelle imbottiture “trapuntate” alle spalle che lo rendono ancora più motociclisticamente classico.
Il look è completato dall’effetto invecchiato “Wax” opaco e dall’effetto stropicciato che lo rende perfetto con moto classiche, Special e Cafè Racer.



Morbido al tatto nella sua pelle d’agnello (Spessore 0,9 mm) e ben studiato nel taglio che segue le forme del corpo senza comprimere in nessuna parte anche con l’eventuale paraschiena indossato (Noi siamo abbastanza fissati su questo).
Molto bella la fodera in poliestere giallo che fa molto vintage, come del resto espressamente indicato nell’etichetta interna.
Dicevamo delle pratiche tasche, tutte pratiche anche da usare anche grazie alla finezza di piccoli “tiranti” in pelle che permettono di manovrare facilmente le cerniere anche con i guanti indossati.
Le premesse si sono rivelate veritiere anche nei test in sella dove nessuno sbatacchiamento, ne alle braccia ne in vita, è comparso a disturbare la corsa, mentre il taglio della chiusura al collo non interferisce con il casco, sia esso un Jet che un integrale.



Certamente non una giacca invernale, del resto non è stata realizzata per questo, ma con un buon abbigliamento tecnico sotto anche il fresco di inizio Dicembre può essere sopportato.
Decisamente saprà dare il meglio di se quando tornerà la Primavera e tornerà ad esplodere la frenesia da moto.
Una piccola e pregiata placca in metallo sul braccio sinistro unico dettaglio a richiamare elegantemente il marchio dell’azienda, un brand che continua a crescere e ora prova ad allargare il proprio spazio di azione.
Giacca promossa a pieni voti.

Dettagli tecnici e tutti i prodotti PMJ sul sito dell'azienda.



Flap