Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Piega & Spiega Day – Episode II

E’ una bella mattina di sole di un venerdì di aprile, ho bigiato a scuola e sto guidando la mia moto…
Potrebbe essere tipico di un liceale sedicenne, invece io ho quasi quarant’anni in più e a scuola ci insegno.
Però, di fatto, sto attraversando le belle campagne pavesi di pelle vestito per andare a partecipare al “Piega & Spiega Day”.


Dopo il successo dell’edizione dell’ultimo ottobre, Max Temporali ci riprova e ripropone una delle giornate più vere del panorama motoristico, anche perché all’insegna del tutto gratuito.
La formula è semplice; 100 motociclisti, una bella pista tecnica, qualche azienda che crede in questa formula e dei piloti di spicco.
Il tutto condito con un’organizzazione perfetta ed efficiente.
Partiamo dai partecipanti, scelti tra oltre 500 richieste, di ogni tipologia di moto e di esperienza.


Oltre alle ovvie sportive e naked, molte BMW, anche GS e RT con tanto di bauletto, qualche Harley, di quelle grosse, e in sostanza un po’ tutto il panorama motociclistico, non necessariamente pistaiolo, e di ogni cilindrata.
Molti esperti, ma tanti anche quelli che in pista non ci sono mai stati, tanti giovani e molte le donne.
La pista è quella di Castelletto di Branduzzo, ottima per divertirsi in sicurezza con un percorso vario con curve tecniche, capaci di divertire anche i più smaliziati.



Una sostanziosa mano a permettere la partecipazione gratuita ai motociclisti è stata data dalle aziende Partner dell’evento: Aprilia – Andreani Group – Dunlop – Fuchs Silkolene – Life Motorcycle – Nolan – SC Projet – Spidi (In ordine alfabetico) che hanno anche dato il loro contributo nei vari Briefing per puntare l’attenzione sull’importanza della sicurezza, sia in termini di abbigliamento sia in termini di cura, efficienza e manutenzione delle nostre moto.
E poi Marco Melandri, Roberto Rolfo e Lorenzo Savadori a dispensare consigli a tutti con la massima disponibilità.
Davvero una sorpresa per chi è abituato a pensare ai piloti come extraterrestri, vederli in veste amichevole intrattenersi e dare retta a tutti, vedere poi Marco Melandri provvedere personalmente scaricare la sua Panigale dal furgone e togliere le termocoperte e cavalletti prima di entrare in pista rende tutto più umano; Grandi davvero.


Una giornata perfetta, dedicata ai Motociclisti nel senso più vasto del termine, quelli di ogni giorno, quelli “Normali” curiosi e con la voglia di mettersi in gioco di sperimentare e di apprendere sfruttando una così ghiotta occasione per un battesimo anche della pista in totale sicurezza.
Noi eravamo tra loro, per vivere da protagonisti e goderci personalmente una bella giornata.
Divisi in quattro gruppi secondo le capacità di guida dichiarate tutti pronti per il briefing iniziale dove Max Temporali e i vari rappresentanti, tecnici e ingegneri, delle aziende presenti, oltre che al contributo della Polizia di Stato e del Dottor Marco Franchini.



Si è parlato di gomme, sospensioni, scarichi, caschi, abbigliamento tecnico, lubrificanti e consigli per il turismo.
Poi tutti in pista, dopo aver fatto controllare la pressione delle gomme dai tecnici Dunlop.
Ogni gruppo di 25 persone è suddiviso in cinque sottogruppi guidati, ognuno, da 1 istruttore.
I gruppi si sono alternati in pista con 4 turni da 15 minuti intervallati da debiefing per approfondire la guida in pista, con riferimento continuo alla differenza con la strada e al possibile trasferimento di quanto appreso, appunto, sull’asfalto quotidiano.



Occasione per Marco Melandri, Lorenzo Savadori e Roby Rolfo di salire in cattedra, dove si sono alternati con i loro interventi a quelli di tecnici e ingegneri: posizione in sella, tecnica di frenata e di scalata delle marce, traiettorie corrette, impostazione della curva, manovre di emergenza, ecc gli importanti temi trattati.
L’importanza non è mai stata andare forte, bensì concentrarsi sulla guida, sulle traiettorie e prendere confidenza con la propria moto, cosa non sempre scontata e forse mai abbastanza anche per chi si ritiene capace.
Tra un turno e l’altro la possibilità di farsi regolare le sospensioni da Andreani Gruop o chiedere informazioni sui prodotti e sui corsi di guida dei vari partner.
Aprilia poi ha messo a disposizione le sue Tuono 1100 MY 2017 e le Tuono 125 per chi voleva nel caso provarle sul tracciato, secondo voi abbiamo perso l’occasione?


Una giornata scandita da tempi rispettati perfettamente, con un sole che scaldava forte in perfetta sintonia con l’atmosfera easy e confidenziale che subito si è formata tra molti dei partecipanti fino a poche ore prima perfetti sconosciuti.
La foto di gruppo e la consegna degli attestati di partecipazione chiudono una giornata ricordare, infatti, mentre la mia F4 mi porta a casa, medito già di bigiare scuola anche la prossima volta.

Grazie a Piega & Spiega e Dunlop

Grazie a IRIDEFOTO.COM per le foto in pista

Potete trovare le vostre foto in QUESTO LINK

Abbiamo usato: Casco LS2 – Tuta Arlen Ness – Stivali TCX – Guanti Clover – Paraschiena AXO – Intimo SIXS

GALLERY



Flap