Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

aMotoMio ProgettoV11
Moto Guzzi ProgettoV11: partito il countdown!

ProgettoV11 è un sogno tutto rock, Litfiba all'inizio di questa storia, Litfiba alla fine di quest'avventura, questa volta nelle orecchie rimbomba "giro di notte con le anime perse", quel fanatico buongustaio di viti e bulloni che al secolo chiamano Nico Dragoni, mi ha instillato l'ansia degli ultimi ritocchi, del mancano poche ore e c'è ancora tutto da fare, mi sembra di vivere in uno di quei reality su DMAX, abbiamo ancora poche ore prima che arrivi il cliente, resta solo una lunga notte di lavoro... ehi ma... il cliente sono io!!!


Qualche ora e ci siamo, il ProgettoV11 è al termine e la frenesia degli ultimi ritocchi ha colpito me e Nico Dragoni, detto IL customizer, come un attacco di febbre malarica. In preda a brividi e convulsione cerchiamo di mettere insieme le ultime idee prima della presentazione ufficiale, al contest di Motociclismo "The Bike Field".

aMotoMio ProgettoV11 codino

Ebbene si, quel faccendiere barbuto dopo avermi negato la vista dell'opera per più di un mese, si è fatto immortalare dalle pagine, web, di Motociclismo insieme alla mia creatura, e qui nascono i dubbi: siamo sicuri che sia la mia moto? L'individuo ha iniziato a sussurrarmi frasi sibilline del tipo "... ma poi quanto hai intenzione di usarla?... lo sai che si chiamano café racer perchè si usano per fare avanti e indietro dal bar?... non puoi usarne un'altra invece di questa che si rovina?...", insomma da buon discendente di Zarathustra sta usando i suoi poteri ipnotici... la moto forse non è mia... la mia forza di volontà vacilla!

Però ci siamo, un sogno, un'immagine partita da lontano è diventata qualcosa di reale, gusto mio e raffinazione di Nico Dragoni, tocchi di retrò unito a moderno e racing, passando per quel classico del bicilindrico trasversale a V di 90 che è tanto prestazionalmente anacronostico quanto, per me, incomparabile in bellezza. E' una moto che nasce dalla fantasia, che è cresciuta piano piano nella mia mente e che Nico in qualche modo è riuscito a concretizzare, aggiungendo e aggiustando là dove il sogno era troppo confuso. Questo ragazzaccio ama le sue creature forse più dei proprietari, l'impegno di seguire e concretizzate menti motociclisticamente confuse, ed esigenti oltreché spilorce, come la mia deve essere "complicato", fossi il lui un paio di "vaffa" sarebbero sgommate via dalla bocca.

aMotoMio ProgettoV11 Exan

Salvezza o dannazzione? Questa ProgettoV11, che penso una volta nata prenderà il nome di SEVERA, dovrebbe salvarmi dal mettermi nel box altre creature proibite, quasi pornografiche, come un'Aprilia RSV4 ad esempio, che mi sarei sicuramente "tirato in testa" come si suol dire in gergo. Dannazione perchè questa "maggiorata" scalcia e scalpita in maniera maleducata ai bassi come non si usa più, e mi darà del filo da torcere, si torna indietro abbandonando un sano antisaltellamento per affidarsi al solo manico, il mio maldestro manico.

SEVERA sta nascendo, richiamerà il mondo racing moderno che io adoro, dischi a margherita, sospensioni Hyperpro, posteriore corto e pulito, pompa radiale, una piasta RoscianoMoto in ergal ricavata dal pieno e paraleve. Serbatoio, finiture in pelle, un faro tondo, due scarichi conici Exan e il cupolino richiameranno il café racer. Luci e frecce a led e strumentazione digitale saranno il moderno. Il monumentale bicilindrico a V di 90 trasversale sarà il classico, il muscoloso, il senza tempo. Nico Dragoni lo chef che ha mescolato tutto e ha aggiunto quello che doveva legare vaneggiamenti sparsi, cucendo tutto con l'unico filo conduttore possibile per me, il BLU. Sarà un capolavoro unico? Beh più che altro sarà un pezzo della mia passione. Cosa serve di più a un motociclista?

E' quasi ora di togliere i veli che rendono questo sogno un po' annebbiato, e mi aggiro di notte come un'anima (motociclistica) persa.

Il countdown è partito... sempre che IL customizer mi dica dove l'ha nascosta! E voi? Che forma ha il vostro sogno proibito a due ruote?

Wolf