Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

La Speciale – Una Moto per Amatrice

La Moto fa bene, lo sosteniamo da sempre, e può fare del bene anche concretamente se si uniscono le forze e ci si mette il cuore.
Questo è il succo di quanto creato da Mauro Frattini e il gruppo di Facebook da lui creato, “Creare Special in Garage”, che riunisce appassionati e preparatori che amano mettere le mani alle moto e renderle diverse, uniche, speciali, appunto.


Dopo il terremoto che ha distrutto molti paesi del centro Italia, soprattutto Amatrice eletta a simbolo di questa tragedia, molti si sono mossi a cercare di dare sostegno alla popolazione coinvolta, così anche Mauro e il suo gruppo di amici hanno cercato di mobilitarsi per fare “qualcosa”.
Alla proposta “Facciamo qualcosa anche noi per Amatrice” la risposta è stata, creiamo una Special unendo forze e risorse, la vendiamo all’asta e il ricavato andrà in beneficenza.



La generosità è partita fin dall’inizio, e unisce tutta l’Italia, con la base che arriva dalla Puglia, il preparatore Vito Dipierro mette, infatti, una sua vecchia Honda CBX 750F a disposizione.
Ecco che il gruppo di lavoro si allarga sempre di più grazie al costante lavoro di mauro che attraverso il gruppo su FB recluta preparatori, grafici, meccanici, designer, verniciatori, ma anche amici per consigli legali, semplici volonterosi.
Non sono mancati quindi anche i donatori spontanei di pezzi speciali come del resto molti che hanno donato denaro per finanziare questo progetto.
La forza di volontà e l’energia messa in campo dal gruppo C.S.I.G. porta a un risultato davvero pregevole che è stato esposto al Motor Bike Expo di Verona con l’apertura dell’asta su Ebay per aggiudicarsi questo particolare oggetto.


Purtroppo l’asta non ha raggiunto il limite minimo, stimato in €15000,00, quindi si procederà a una nuova asta, anche se i vulcanici preparatori di C.S.I.G. hanno in mente anche altre iniziative per raggiungere la cifra che si sono prefissi.
Una cifra che andrà per l’80% ad Amatrice 2.0 ONLUS nata dopo il terremoto proprio per aiutare a far rinascere un territorio devastato dalla natura.
Mentre il restante 20% andrà, seguendo lo spirito motociclistico e romantico del gruppo, a una ragazza amatriciana, che nel terremoto ha perso tutto, la famiglia, la casa, gli affetti ma che non ha perso la voglia di ricominciare, anche restaurando quella che era la moto, fortemente danneggiata durante il terremoto, che era del fratello; una parte di “La Speciale” farà rinascere una moto e tenere vivo il ricordo.



Proprio in questi giorni La Speciale è esposta alla Mostra scambio di Novegro, ospite di WEMOTO, per essere ammirata e per propagandarne l’offerta.
C.S.I.G. sta cercando di organizzare in alternativa all’asta una lotteria con vendita dei biglietti a € 10,00 e un fortunato potrà vincere La Speciale e a vincere sarà comunque la beneficienza.
La moto è bella, particolare con la linea dominata dalla splendida semicarena battuta a mano che integra la strumentazione.
La semicarena va a lambire il serbatoio nella parte bassa e la linea riprende nel codino, anch’esso in alluminio battuto a mano, che racchiude il faro posteriore, sostiene la sella e la porta targa; realizzato con semplici ma eleganti, tubi che sostengono anche le frecce.
Stessa lavorazione per parafango anteriore e posteriore con una lavorazione superficiale elegante.
Decisamente belle anche le pedane e il paracatena.


Massiccia la forcella anteriore che regala solidità, anche se, purtroppo rende l’angolo di sterzo veramente ridotto.
La grafica, provvisoria, comunque è elegante con quel nero/oro che si abbina all’alluminio spazzolato, anche se, a voler essere pignoli, i cavi e le pipette delle candele rosse stonano un po’ a nostro gusto, ma in fondo son dettagli di facile modifica.
Avremmo visto bene anche le pinze anteriori anodizzate oro anziché argento, ma si sa il budget andava rispettato e l’intento della beneficienza non voleva sprechi.
Alcuni dettagli ancora da terminare, ad esempio l’impianto elettrico, ma già programmati per consegnare la moto finita al fortunato proprietario.
Difficile elencare tutti i collaboratori, senza il rischio di dimenticare qualcuno, che hanno dato preso parte a questo progetto, ma la foto qui sotto rende l’idea.



Moto Base:
Honda CBX 750F anno 1987
Lavori al Telaio:
Accorciato nella parte posteriore,  realizzato archetto porta coda, da Marco Dal Castello
Serbatoio:
In vetroresina replica endurance accorciato e ricostruito parte sotto per alloggiare la batteria.
Cupolino e Codino:
Realizzati a mano dal battilastra Mirko Tovazzi, autore anche dei parafanghi e paracatena.
Ciclistica:
Alle ruote originali, sono stati lucidati i canali e verniciati mozzo e razze.
Forcelle derivate da un Ducati 999, revisionate e con i foderi anodizzati oro.
Ammortizzatore originale, rialzato per dare una linea più filante.
Strumentazione:
Ace well digitale incastonata nel cupolino.
Sella:
artigianale in pelle
Verniciatura:
telaio riverniciato in nero lucido, mentre per la grafica del serbatoio, nera con linee oro, è provvisoria e non è escluso che possa essere il futuro proprietario a dire la sua.



Ideata, è disegnata da Pino Vincenzo Cincotta design

Contatti con C.S.I.G.:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Mauro Frattini: cel. 3398581377
La moto sarà omologata da HPE MOTOR COMPANY

Grazie a Tommy Bressani per le foto:
www.tommycreative.it
Facebook: facebook.com/tommycreative
Instagram: @tommycreative

GALLERY



Flap